Mediterranean Epic: una buona Top 10 per Daniele Mensi pubblicato il 28/03/2021

Mediterranean Epic: una buona Top 10 per Daniele Mensi

 Termina con una buona nota la Mediterranean Epic per Soudal-Lee Cougan, il decimo posto di Daniele Mensi.  Tra pochi giorni si replica alla Volcat e per tutto il team ci sarà un'altra occasione. 

 

 

28 marzo 2021, Oropesa del Mar (ESP) Conclusa la Mediterranean EpicSOUDAL-LEE COUGAN Racing Team celebra la Top 10 di Daniele Mensi, che ha gestito la corsa a tappe come un susseguirsi di gare di un giorno, rimanendo sempre concentrato.  Questo risultato si aggiunge ad una serie di buone performance di tutti i quattro corridori del team, tutti finisher, nonostante le tante incognite di una gara che dopo la tappa regina di ieri, ha completato oggi con la quarta tappa il suo programma, un percorso di 48 Km e 1.000 metri di dislivello. 

"Per tutti i quattro giorni c'è stato uno stato d'animo eccellente all'interno del gruppo, siamo soddisfatti di questa prima stage race in Spagna" - commenta il manager del team Stefano Gonzi - "Non abbiamo superato le nostre aspettative nel senso che abbiamo gestito questa Mediterranean Epic giorno per giorno.  Nonostante qualche atleta sia ancora indietro nella condizione, siamo rimasti sempre concentrati in questi quattro giorni che sono stati duri per tutti, tappe velocissime, un livello di partecipanti altissimo degno di un evento di livello mondiale.  Sono contento per Daniele che l'anno scorso qui aveva sperimentato una grande delusione, ma ricordo anche che l'intero gruppo ha fatto del proprio meglio"

 

 

Ha mal digerito la crono Daniele Mensi, ma nei due giorni successivi è andata in crescendo rimanendo con i primi nella prima metà della seconda tappa e nella tappa di ieri, ha convinto ancor di più, andando all'attacco per cercare la vittoria.  Oggi quando era nel gruppo dei primi una scivolata nella prima discesa lo ha costretto a gestire il resto della gara senza compromettere il bel risultato nella generale.

"Sono contento di questi quattro giorni perchè ho visto che la condizione migliorava ogni giorno di più e di essere riuscito a portare a termine la Mediterranean Epic nella Top 10 con l'altissimo livello di atleti che c'era.  Considerando che questa gara non era nel nostro calendario e abbiamo deciso solo una settimana prima di parteciparvi, sono veramente soddisfatto di come è anadta anche perchè sono state tutte tappe veloci che io non amo moltissimo"

Dopo un buon inizio nella prima tappa a cronometro, Tony Longo si è difeso abbastanza bene su percorsi poco adatti alle sue caratteristiche, ma ha anche avuto due giornate in cui ha sofferto per dolori alla schiena che gli hanno tolto buone possibilità di classifica.   Oggi però è riuscito a ritornare con i primi e a concludere l'ultima giornata in 11ª posizione, a soli 13 secondi dal vincitore.

"Tappa velocissima quella di oggi, soprattutto nella seconda parte, peccato non essere riuscito ad entrare nei dieci di giornata ma il finale è stato molto caotico e troppo veloce per le mie caratteristiche.  In tutti questi giorni ho visto una squadra unita, Daniele ha raggiunto la Top10 nella generale, Stefano e Jacopo hanno disputato un’ottima gara dove il livello era stellare", commenta Longo.

Chiude con una buonissima 20ª posizione nella generale Stefano Valdrighi, piuttosto soddisfatto della sua crescita nelle quattro giornate, occasione molto utile per trovare un buon ritmo gara in vista della Volcat di settimana prossima.   Meno contento Jacopo Billi che ha faticato a trovare il giusto ritmo ed è ancora alla ricerca della miglior condizione, indirizzata ad altri obiettivi.


 
Fotografia © Mediterranean Epic 



 ;

DA TORINO A MILANO, LE CITTÀ DEL GIRO D'ITALIA ILLUMINATE DI ROSA A Wolfpack exhibition in Pais Vasco Pogačar vince un entusiasmante duello con Roglic Chiara Consonni vince la prima edizione della Ronde de Mouscron in [...]