Piazzamenti, divertimento e tanta voglia di ripartire. Chiodi terza assoluta ad Andora pubblicato il 29/09/2020
Image

Piazzamenti, divertimento e tanta voglia di ripartire. Chiodi terza assoluta ad Andora 

Quattro ragazze nelle prime undici posizioni della classifica femminile della Granfondo Andora, straordinarie emozioni in attesa della ripartenza definitiva di questa affascinante attività sportiva. 

 

Andora, 29 settembre 2020 - Quattro ragazze nelle prime undici posizioni della classifica finale dellaGranfondo Andora. Si riassume così la positiva partecipazione alla manifestazione ligure, valida quale seconda prova del Trofeo Loabikers, del team amatoriale femminile Vivi Somec.

  
La marchigiana Gioia Chiodi ha conquistato il terzo posto assoluto chiudendo la gara in centesima posizione. Un piazzamento importante che evidenzia la passione e determinazione con cui Gioia Chiodi svolge questo sport e le sue potenzialità, che una stagione anomala come quella 2020 non gli ha permesso di mettere in evidenza.  

 

"Il percorso della Granfondo Andora non è sicuramente tra quelli in cui riesco ad esprimere le mie potenzialità. Prediligo i tracciati che presentano salite lunghe e chilometraggi più lunghi. Per me era la prima gara dopo il lockdown e l'interruzione dell'attività e ho cercato di dare il meglio sin da subito. Ho conquistato la terza posizione, tra le ragazze, che sono riuscita a difendere sino all'arrivo. Un risultato che mi soddisfa - continua Gioia Chiodi - soprattutto in una stagione come questa caratterizzata da incertezza e attività ridotta. E' importante pedalare e diversi e tutto questo ad Andora non è mancato. Spero di far bene anche domenica prossima alla Colnago".


Mara Manfredi, quinta al traguardo, ha centrato il successo nella categoria Donne A. "Questa di Andora era per me la seconda granfondo a cui ho partecipato quest'anno, purtroppo caratterizzato dalla pandemia. Non dimenticherò mai quell'immagine che mi vede sul primo gradino del podio della categoria Donne A, insieme alle altre ragazze e con la mascherina. Sono molto contenta del piazzamento, ma soprattutto di aver ripreso a pedalare con una certa continuità. Il ciclismo è uno sport straordinario, vivere questi eventi in questo particolare momento è comunque un'emozione nuova e coinvolgente. La mascherina ti ricorda che oltre al piacere di pedalare e fare attività, viviamo una situazione particolare che non deve comunque scoraggiarci. Dobbiamo lottare per tornare quanto prima alla normalità, tutelando noi e gli altri".

  
A completare la positiva domenica per le ragazze della Vivi Somec, il decimo posto di Sabra Boldrini, terza nella categoria Donne B, e l'unidicesimo di Sabrina De Marchi che sale sul terzo gradino del podio della categoria Donne A.  

 

Domenica prossima le ragazze della formazione Vivi Somec parteciperanno al Colnago Cycling Festival che si terrà a Desenzano del Garda, uno degli eventi più attesi di questa seconda parte di stagione. 
 




 ;

DA TORINO A MILANO, LE CITTÀ DEL GIRO D'ITALIA ILLUMINATE DI ROSA A Wolfpack exhibition in Pais Vasco Pogačar vince un entusiasmante duello con Roglic Chiara Consonni vince la prima edizione della Ronde de Mouscron in [...]