Olivia Baril spiana le salite basche. Seconda nella seconda tappa dell’Itzulia Women pubblicato il 14/05/2022
page1image47089488

 14 Maggio 2022

Olivia Baril spiana le salite basche. Seconda nella seconda tappa dell’Itzulia Women

Confermando il suo ottimo feeling con le salite, Olivia Baril ottiene un grande secondo posto a Mallabia, sede di arrivo della seconda tappa dell’Itzulia Women, e regala alla Valcar – Travel & Service il primo podio stagionale in una prova inserita nel calendario World Tour.
A precedere la canadese solo la leader della classifica generale Demi Vollering che, insieme a Marta Cavalli e a Olivia, è apparsa la più forte lungo le sei salite della seconda frazione.

«Sono davvero contenta del piazzamento e della condizione che sto dimostrando», ha detto Olivia Baril ai microfoni di Eurosport. «Sapevamo che la tappa sarebbe stata dura e impegnativa e il caldo l’ha resa ancora più selettiva. Io ho cercato di mantenere le forze per il finale, visto che sapevo che la tappa si sarebbe decisa sulla sesta salita».
Del resto Olivia Baril conosce molto bene questi luoghi, visto che dal 2020 vive proprio nei Paesi Baschi.

«Qui ho trovato un posto meraviglioso dove allenarsi ed è qui che stanno arrivando i risultati per me più belli: l’anno scorso la lunga fuga nella Classica di San Sebastian, domenica scorsa la vittoria al Ciudad de Eibar e ora questo primo podio in una prova del World Tour».

Con questo piazzamento, che dà seguito al 18° posto colto nella prima frazione, Olivia Baril è risalita al quinto posto nella generale; il tutto in attesa della frazione conclusiva di domani, che vedrà le atlete impegnate sul mitico Jaizkibel.

Oltre alla performance della canadese, ottima la prova di tutta la squadra, capace di correre da protagonista. Nella fuga di 8 atlete che ha caratterizzato i primi 95 km era presente Anastasia Carbonari, che ha così permesso alla capitana Baril di stare coperta nel gruppo, scortata dalle sue compagne di squadra.
Ai piedi della sesta e ultima salita il gruppo è tornato compatto; a fare selezione ci hanno pensato le rampe del Karabieta, che ha esaltato cinque atlete: Baril, Vollering, Cavalli, Rooijakkers e Labous. Sono state proprio loro a giocarsi la vittoria nell’arrivo in salita di Mallabia.

La prestazione odierna è frutto anche dell’ottimo avvicinamento che le atlete dirette da Davide Arzeni hanno svolto in questa settimana. Martedì la Valcar – Travel & Service ha disputato l’Emakumeen Nafarroako Women's Elite Classics, cogliendo l’11° posto di Olivia Baril e il 15° di Lizzie Stannard. Il giorno successivo è stata la volta del Navarra Women's Elite Classics, che ha visto Alice Maria Arzuffi chiudere quindicesima e la stessa Stannard 17°.

www.valcar-travelandservice.com




 ;

BUONGIORNO dalla 17a tappa del GIRO D'ITALIA 105 JAN HIRT vince la 16a tappa del GIRO D’ITALIA, RICHARD CARAPAZ [...] Juliette Labous climbs to Vuelta a Burgos Feminas crown after great [...] GIULIO CICCONE vince la 15a tappa del GIRO D’ITALIA, RICHARD [...]