Silvia Persico accarezza la maglia gialla prima di chiudere quarta a Épernay pubblicato il 26/07/2022

 

Silvia Persico accarezza la maglia gialla prima di chiudere quarta a Épernay

26 luglio 2022 - Altra giornata da ricordare per la Valcar – Travel & Service sulle strade del Tour de France Femmes, con Silvia Persico che accarezza il sogno di vestire la maglia gialla prima di chiudere al quarto posto la terza frazione di Épernay.

Nella tappa dello champagne, la bergamasca ha inebriato il pubblico a 15 km dal traguardo, sull’impegnativo strappo

della Cote de Mutigny, dove si è avvantaggiata con Elisa Longo Borghini, Annemiek van Vleuten, Ashleigh Moolman e

Mavi García, Demi Vollering e Liane Lippert, lasciando sui pedali la maglia gialla Marianne Vos.

A 10 km dal traguardo, con l’olandese che inseguiva a 16”, la classifica virtuale vedeva la 25enne bergamasca in

maglia gialla virtuale. Solo una scivolata in discesa di Demi Vollering e Liane Lippert ha tolto spinta al drappello di

testa, permettendo alle più immediate inseguitrici (tra cui la Vos) di rientrare sulle battistrada.


La tappa è stata quindi un discorso privato tra Cecilie Uttrup Ludwig e Marianne Vos, con Silvia Persico che ha chiuso

al quarto posto, difendendo la seconda posizione nella generale, ora a 16” dalla leader.

Ma l’assalto all’ambita maglia potrebbe essere solo rimandato: la quarta tappa, quella denominata ‘del gravel’

prevede non solo 1400 metri di dislivello, quasi tutti nel finale, ma tratti di sterrato che potrebbero esaltare le qualità

di crossista dell’atleta bergamasca.

Intanto, dopo le cadute della seconda tappa, da segnalare che anche Olivia Baril, Eleonora Gasparrini, Ilaria

Sanguineti sono arrivate al traguardo. Bene anche Alice Maria Arzuffi e Margaux Vigié (a sua volta a terra lunedì) che

sono state al fianco di Silvia fino a 20 km dal traguardo.
 




 ;

TIRRENO-ADRIATICO: RITORNA L'ARRIVO IN SALITA I ciclisti italiani piangono Davide Rebellin Philippe Gilbert conquista Monaco Giro Italia Ciclocross, tutte rosa le montagne di Ovindoli