GIRO D’ITALIA 103 da PALERMO a MILANO


3/25 OTTOBRE 2020















GIRO D'ITALIA AD OTTOBRE (clicca per scoprire tutte le tappe)
.




















 

103^ GIRO D’ITALIA, ANNUNCIATI GLI ISCRITTI

Molti tra i migliori velocisti, finisseur, specialisti delle prove contro il tempo e uomini di classifica si sfideranno sulle strade della Corsa Rosa dal 3 al 25 ottobre. Ci saranno anche V. Nibali, Thomas, S.Yates, Fuglsang, Kruijswijk, Lopez, Majka, Vlasov, Zakarin, Ciccone, Sagan, Matthews, Ulissi, Viviani, Demare, Gaviria, Ganna, Dennis, Campenaerts e tanti altri. Al via 22 squadre di 8 corridori ciascuna.


DOWNLOAD

Milano, 28 settembre 2020 – Ecco gli iscritti della 103esima edizione del Giro d’Italia, organizzata da RCS Sport e in programma dal 3 al 25 ottobre. 

La Corsa Rosa vedrà al via alcuni dei migliori corridori al mondo: velocisti, finisseur, specialisti delle prove a cronometro e uomini di classifica si confronteranno sulle 21 frazioni da Palermo a Milano: 3 cronometro individuali, 6 tappe di bassa difficoltà adatte ai velocisti, 6 di media difficoltà e 6 di alta difficoltà. 

Tra i corridori che proveranno a contendersi il Trofeo Senza Fine il due volte vincitore della Corsa Rosa (2013 e 2016) Vincenzo Nibali, il trionfatore del Tour de France 2018 Geraint Thomas, il vincitore della Vuelta a España 2018 Simon Yates, fresco vincitore della Tirreno-Adriatico, Jakob Fuglsang (Il Lombardia 2020), con i compagni di squadra Miguel Angel Lopez (sul podio di Giro e Vuelta nel 2018) e Aleksandr Vlasov, oltre a Rafal Majka (secondo nell’ultima Corsa dei Due Mari), Ilnur Zakarin e la Maglia Azzurra della Corsa Rosa 2019 Giulio Ciccone.

Il neo campione del mondo a cronometro Filippo Ganna, Rohan Dennis, Victor Campenaerts, Tony Martin e Jos Van Emden punteranno alla prima Maglia Rosa che sarà decisa dalla prova contro il tempo della Monreale-Palermo di sabato 3 ottobre. 

Finisseurs e velocisti cercheranno di centrare uno o più successi di tappa. Tra i grandi nomi al via il tre volte campione del mondo su strada Peter Sagan, Michael Matthews, Diego Ulissi e gli sprinter Elia Viviani, Arnaud Demare e Fernando Gaviria.

I TEAM AL VIA
Al via 22 squadre di 8 corridori ciascuna, 19 UCI WorldTeams e 3 wild card

UCI WORLDTEAMS – 19

  • AG2R LA MONDIALE (FRA) - WARBASSE, VENDRAME
  • ASTANA PRO TEAM (KAZ) - FUGLSANG, LOPEZ
  • BAHRAIN – MCLAREN (BRN) - BATTAGLIN, CAPECCHI
  • BORA – HANSGROHE (GER) - SAGAN, MAJKA
  • CCC TEAM (POL) - ZAKARIN, DE MARCHI
  • COFIDIS (FRA) - VIVIANI, BERHANE
  • DECEUNINCK – QUICK-STEP (BEL) - ALMEIDA, MASNADA
  • EF PRO CYCLING (USA) - KANGERT, BENNETT
  • GROUPAMA – FDJ (FRA) - DEMARE, GUARNIERI
  • ISRAEL START-UP NATION (ISR) - CIMOLAI, DOWSETT
  • LOTTO SOUDAL (BEL) - HANSEN, ARMEE
  • MITCHELTON – SCOTT (AUS) - YATES S., AFFINI
  • MOVISTAR TEAM (ESP) - VILLELLA, CARRETERO
  • NTT PRO CYCLING TEAM (RSA) - MEINTJES, CAMPENAERTS
  • TEAM INEOS (GBR) - THOMAS, GANNA
  • TEAM JUMBO – VISMA (NED) - KRUIJSWIJK, VAN EMDEN
  • TEAM SUNWEB (GER) - MATTHEWS, KELDERMAN
  • TREK – SEGAFREDO (USA) - NIBALI V., CICCONE
  • UAE TEAM EMIRATES (UAE) - GAVIRIA, ULISSI

WILD CARD – 3

  • ANDRONI GIOCATTOLI - SIDERMEC (ITA) - PELLAUD, BELLETTI
  • BARDIANI CSF FAIZANÈ (ITA) - CARBONI, LONARDI
  • VINI ZABÙ KTM (ITA) - VISCONTI, ZARDINI
#Giro
Foto Credit: LaPresse 
 

LE AMBASCIATRICI ROSA DEL GIRO D’ITALIA

Campionesse Olimpiche e Mondiali, che hanno dato lustro all’Italia nel Mondo, saranno le Ambasciatrici della Corsa Rosa e ognuna di loro presenzierà ad una tappa del Giro d’Italia. Carolina Kostner a Palermo e Bebe Vio a Milano, apriranno e chiuderanno le presenze sul campo.


Bebe Vio

Milano, 30 settembre 2020 – Carolina Kostner (Pattinaggio artistico su ghiaccio), Carlotta Ferlito (Ginnastica artistica), Tania Cagnotto (Tuffi), Rossella Fiamingo (Scherma), Gaia Sabbatini (Atletica Leggera), Eleonora Goldoni (Calcio), Elisa Di Francisca (Scherma), Jessica Rossi (Tiro a volo), Lisa Vittozzi (Biathlon), Dorothea Wierer(Biathlon), Chiara Cainero (Tiro a volo), Francesca Dallapè (Tuffi), Arianna Fontana(Short track), Michela Moioli (Snowboard), Marta Bassino (Sci Alpino), Federica Brignone (Sci Alpino) e Bebe Vio (Scherma) saranno tra le ambasciatrici del Giro d’Italia 2020. Durante le 21 tappe, queste grandi campionesse di vari sport saranno presenti sul campo a partire da Carolina Kostner alla cronometro di apertura Monreale-Palermo Tissot ITT. 

RCS Sport e il CONI hanno deciso d’intesa di coinvolgere queste campionesse per dare un segnale di come lo sport sia una volta di più un collante radicato nella nostra cultura.


Clicca sull'immagine per guardare il video

Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RCS Sport ha dichiarato: “È un onore e un privilegio per il Giro d’Italia ospitare ad ogni tappa queste grandi Campionesse che hanno dato lustro allo sport italiano nel Mondo. Abbiamo pensato fosse giusto celebrarle, facendole diventare le Ambasciatrici della Corsa. Saranno presenti durante le 21 tappe e saranno molto di più di una presenza Rosa”

Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò ha sottolineato come: “La presenza delle nostre campionesse azzurre al Giro d’Italia è un motivo d’orgoglio per tutto il movimento sportivo italiano. Si tratta, infatti, di atlete di assoluto valore che competono in diverse discipline e che fanno sventolare il Tricolore sui podi mondiali e olimpici. La loro presenza come madrine d’onore in una manifestazione così importante e radicata nella cultura sportiva italiana è il giusto riconoscimento per queste atlete e per queste donne che rappresentano l’eccellenza sportiva del nostro Paese. Ringrazio RCS per la sensibilità e l’attenzione che dimostra ancora una volta per lo sport in generale e, in particolare, è proprio il caso di dirlo: per quello in rosa. Iniziative come questa non fanno che rinsaldare lo spirito multidisciplinare e di squadra che viviamo, assieme al ciclismo, in ogni esperienza a cinque cerchi”.
 
Carolina Kostner 
 
#Giro
 
 

 

Ecco gli otto corridori per il secondo Grande Giro della stagione

Giro d’Italia - Wednesday 30 September, 2020

 

 
 

 

 

Con ancora negli occhi le immagini del successo al Tour de France, l’UAE Team Emirates focalizzerà la sua attenzione sul prossimo capitolo della stagione, ovvero il Giro d’Italia, in programma dal 3 al 25 ottobre.
 
La corsa prenderà il via dalla Sicilia e proporrà già alla terza tappa l’arrivo in salita sul Monte Etna, test importante per chi coltiverà ambizioni di classifica.
Il percorso si snoderà poi lungo la penisola per terminare a Milano con una cronometro individuale.
 
La formazione emiratina affronterà la gara con varie opzioni, a partire da Fernando Gaviria per le volate, in aggiunta a Diego Ulissi, Valerio Conti e Joe Dombrowski come uomini in grado di animare la corsa, così come mostrato nella scorsa edizione della Corsa Rosa.
 
Il Team Manager Matxin Fernandez (Spa), assieme ai direttori sportivi Marco Marzano (Ita), Bruno Vicino (Ita) e all’assistente tecnico Paolo Tiralongo (Ita), guideranno i seguenti 8 atleti:
 
Fernando Gaviria (Col)
Brandon McNulty (USA)
Max Richeze (Arg)
Joe Dombrowski (USA)
Sebastian Molano (Col)
Diego Ulissi (Ita)
Valerio Conti (Ita)
Mikkel Bjerg (Den)
 
Matxin Fernandez (Team Manager): “Abbiamo dato corpo a questa formazione partendo da varie considerazioni. Vorremmo dare a Brandon McNulty l’opportunità di mettersi in luce e di vedere fino a che livelli può arrivare, senza però caricarlo di pressioni o ponendo rigidi obiettivi. Diego Ulissi e Valerio Conti sono corridori affidabili e rodati per questo scenario, avranno la libertà di muoversi per andare a caccia di successi di giornata.
Dombrowski ha già dimostrato un buon feeling con il Giro d’Italia, ci aspettiamo una sua conferma.
Mikkle Bjerg avrà un posto di valore assieme a Maximiliano Richeze e Juan Sebastian Molano nel treno che avrà il compito di condurre Gaviria nelle volate.
Inoltre, sia Bjerg che McNulty potranno misurarsi nelle prove a cronometro”.
 
Diego Ulissi: “Sono come sempre entusiasta all’idea di partire per il Giro. Senza un leader designato per la classifica generale, potremo muoverci con una buona libertà, sia nelle frazioni mosse che in quelle dal profilo altimetrico meno impegnativo.
Arrivo all’appuntamento rosa al termine di un buon periodo di preparazione, dopo aver finalmente trovato in Lussemburgo il successo che avevo sfiorato quest’anno in più occasioni. Mi auguro di rivivere sulle strade del Giro le stesse sensazioni.
Potremo contare anche su due giovani talentuosi, come Brandon e Mikkel, sarà interessante aiutarli e consigliarli con la mia esperienza al loro debutto al Giro”.

 
Image
Image

29.09.2020

Image

 

BARDIANI CSF FAIZANÈ: L’ALBUM È COMPLETO, ECCO GLI 8 NOMI PER IL GIRO D’ITALIA.

Gli 8 atleti sono stati svelati sui social del team, uno al giorno dal 22 al 29 settembre, per “completare l’album virtuale” dei convocati per il Giro d’Italia n.103. Scalatori, un velocista, attaccanti per le fughe, ma soprattutto un team tutto italiano, con età media di 23 anni e 3 neo-professionisti al via.

Una formazione giovane, italiana, in linea con i valori del #GreenTeam e pronta ad affrontare all’attacco le 21 tappe del Giro d’Italia n.103. Conferme e alcune sorprese tra i convocati scelti da Bruno e Roberto Reverberi, insieme ai Direttori Sportivi Mirko Rossato e Alessandro Donati in vista della competizione più importante della stagione. Gli 8 nomi sono stati svelati sui social ufficiali del team, uno al giorno, da Giovanni Carboni svelato il 22 settembre, a Giovanni Lonardi, ufficializzato oggi 29 settembre.


LA FORMAZIONE.

Una formazione ben assortita che vedrà al via un atleta completo come Giovanni Carboni, già in maglia bianca al Giro per 4 tappe nel 2019, dove colse anche due top5 di tappa. L’atleta più esperto del team al via sarà Alessandro Tonelli, che dopo aver collezionato oltre 1.000km in fuga tra Milano-Sanremo, Milano-Torino, Il Lombardia, Tirreno-Adriatico e Campionato Italiano ci riproverà anche nelle tappe del Giro d’Italia. Per gli arrivi in volata toccherà al più giovane velocista del team, Giovanni Lonardi, con 3 vittorie in carriera e due top10 colte al Giro d’Italia 2019. Una gara esigente come il Giro d’Italia richiede corridori abili in salita, per questo le scelte dei Direttori Sportivi sono andate su due atleti come Luca Covili e Francesco Romano (al suo primo Giro d’Italia) potenziali protagonisti con attacchi da lontano anche nelle tappe più impegnative. Completano la formazione tre neo-professionisti che affronteranno il Giro al loro primo anno nel team e nel professionismo. Si tratta del siciliano Filippo Fiorelli, che vedrà la corsa rosa partire proprio dalla sua Palermo e sarà quindi spinto da grandi motivazioni. Con lui due giovanissimi, tra i più giovani fra tutti i partenti di questa edizione n.103. Si tratta di Fabio Mazzucco e Filippo Zana, entrambi classe 1999 e pronti a stupire e insieme accumulare importante esperienza per il futuro. 

Giovanni Carboni (1995) - Completo

Luca Covili (1997) - Scalatore

Alessandro Tonelli (1992) - Passista

Giovanni Lonardi (1996) - Velocista

Francesco Romano (1997) - Scalatore

Fabio Mazzucco (1999) - Completo (neo-pro)

Filippo Fiorelli (1994) - Passista (neo-pro)

Filippo Zana (1999) - Passista (neo-pro)

 

Direttori Sportivi:

Roberto Reverberi - Team Manager

Mirko Rossato - DS

Alessandro Donati - DS

 

LE DICHIARAZIONI.
Queste le parole di Roberto Reverberi, sulle scelte effettuate dal team: “In questi pochi mesi di attività abbiamo chiesto a tutti i nostri atleti di dimostrarci di meritare una convocazione per la corsa rosa. Purtroppo non da tutti abbiamo ricevuto le risposte che ci aspettavamo, gli 8 convocati hanno dimostrato impegno, dedizione e talento in prospettiva. Da tutti e 8 ci aspettiamo massimo impegno, anche se ovviamente arrivano a questo Giro in momenti diversi della loro giovane carriera e quindi ovviamente ci attendiamo maggiori risposte e responsabilità da chi ha più esperienza, mentre più brillantezza e voglia di stupire da parte dei più giovani. Saremo al via con 4 atleti su 8 al loro primo Giro d’Italia e con ben 3 neo-professionisti. Considerando le 21 tappe che ci attendono, pur consci  del livello degli avversari, pensiamo di poter svolgere una corsa che ci veda protagonisti, cercando la vittoria anche con azioni da lontano."


La Bardiani CSF Faizanè conferma quindi ancora una volta la propria vocazione, schierando al via della Corsa Rosa una formazione completamente italiana e con un’età media di 23,6 anni. saranno 4 gli atleti alla loro prima partecipazione in un Grande Giro (Romano, Fiorelli, Mazzucco e Zana) e ben 3 i neo-professionisti.

 

Appuntamento quindi in televisione, tutti i pomeriggi su Raisport e Rai2 a cominciare dalla Team Presentation di questo giovedì 1° ottobre dalle 17.30 su Raisport. La prima tappa prenderà invece il via sabato 3 ottobre da Palermo. Tappa conclusiva prevista per domenica 25 ottobre a Milano.

All images can be used for editorial purpose only. Credits Bardiani - CSF - Faizanè & Bettini Photo

 

 
TEAM BAHRAIN McLARENANNOUNCES 2020 GIRO D’ITALIA SQUAD
 
Thursday, 1st October 2020 – The 103rd Giro d’Italia kicks off in Sicily on 3rd October with a 15km individual time trial from Monreale to Palermo. This year’s route is close to 3,500 kilometres in total, and after the first four Sicilian stages, the ‘Pink Race’ heads north along the Adriatic. The third and final week includes many iconic climbs where the GC contenders will do battle including Monte Bondone, Stelvio, Colle dell’Agnello, Col d’Izoard, Monginevro and Sestriere. The 2020 Giro d’Italia will end with another individual time trial: 16.5 kilometres from Cernusco di Naviglio to Milan.
“After the good result at the Vuelta last year – said Hermann Pernsteiner – I am very excited to be at the start of this year’s Giro d’Italia. It’s a very challenging route, and the third week I would call “brutal”. My goal is the GC, and for this, I will have to be careful in the first two weeks trying to waste as little time as possible in the two ITTs and then give it everything in the northern mountains”.
Franco Pellizotti, Sports Director, said: “It will be a very demanding Giro with a tough last week with several uphill finishes, and the unknown weather in the Alps at the end of October will represent an additional challenge for riders. We have a team with experienced athletes like Bilbao, Arashiro, Battaglin, and Capecchi and others like Pernsteiner and Padun, who will be in the Giro for the first time. Our goal will be to win as many stages as possible, while Pernsteiner will aim for a good result in the GC”.
Spaniard Pello Bilbao is pleased to be back on Italian roads: “I am thrilled to go back to the Giro, especially after the two-stage wins last year. I enter the race having good form after Tour de France. The first stages between Sicily and Calabria are particularly interesting for me, and I would like to be there at front fighting for victory”.
The Team Bahrain McLaren 2020 Giro d’Italia squad comprises:
Yukiya Arashiro (Japan, 36, 3rd Giro)
Enrico Battaglin (Italy, 30, 9th Giro, 3 stage wins)
Pello Bilbao Lopez de Armentia (Spain, 30, 4th Giro, 2 stage wins)
Eros Capecchi (Italy, 34, 11th Giro, 1 stage win)
Domen Novak (Slovenia, 25, 2nd Giro)
Mark Padun (Ukraine, 24, 1st Giro)
Hermann Pernsteiner (Austria, 30, 1st Giro)
Jan Tratnik (Slovenia, 30, 2nd Giro)
 
 
 
GIRO D'ITALIA
 
 
 
 
GIRO D'ITALIA 2020
THE GREAT RETURN OF THE COFIDIS TEAM ! 
 
 
For the first time in ten years, the Cofidis team will compete in the Giro d'Italia starting this Saturday. The team will be able to count on its Italian sprint star, Elia Viviani, and an eclectic line-up to aim for stage victories.
 
 
 
On May 26, 2010, in northern Italy between Brunico and Peio Terme, Damien Monier won the 17th stage of the Giro under the colors of Cofidis. Ten years later, the team, which joined the World Tour this season, is back on the most prestigious Italian competition of the year. 
 
A team built around Elia Viviani 
 
Despite the expansion of Covid-19 and the turmoil it has brought to the calendar, the second major Tour of the season kicks off this Saturday from Sicily. Team Cofidis looks forward to this event with enthusiasm and determination, especially as the Italian presence has been strengthened in the off-season with the arrival of Elia Viviani. 
  
The sprinter, who has 97 victories in the professional category, will be the team's driving force on the roads of the Giro. Although he was unable to fully exploit his chances in Tour de France, Elia is hoping that his performance in Giro would be more successful. 
  
The sprinter will be able to count on his young teammate Simone Consonni, who finished 3rd in the stage of Lyon on the Tour de France. Kenneth Vanbilsen and Nathan Haas will accompany the two Italians; both of them opened their season in Australia with Elia. Fabio Sabatini, who has been sick these last few days, will not be present with the team. 

 
Edet and Hansen: focus on the mountain 
 
Stéphane Rossetto may try his luck as a climber, but the team is also made up of climbers. Nicolas Edet, who has been climbing since the Tour de France and who was the best climber of Paris-Nice, will also be part of the team. Along with him, Denmark's Jesper Hansen and Mathias Le Turnier (who is competing in his second big Tour) will also try their luck. Moreover, this is the first major Tour for Sébastien Chavanel as a sports director, who will work side by side with Roberto Damiani.
 
THEY SAID... 
Elia VIVIANI: "As an Italian sprinter, I’m delighted to participate in the most prestigious 21 day competition in my country. I have an exceptional history with the Giro: my first Giro victory in 2015 and the incredible Giro of 2018. The goal will be to use the work I was able to do during the Tour de France in order to be at the top in the first two weeks. I am now back in good shape, I appreciate the way I finished in Paris and I am very motivated to take part in the Giro, where the support will inevitably be even bigger." 
  
Cédric VASSEUR"It is with great joy that we are back on the roads of the Giro d'Italia with our charismatic leader: Elia Viviani. He will do his utmost to be ready for this major event of the season. We know there will be opportunities in the sprint and the team will do everything to help Elia find the openings. This very special Giro in October will certainly be full of surprises and there will certainly be opportunities to win stages. It's up to us to seize them with talent!"
 
 
 
THE RACE
 
 
 
Trek-Segafredo
 
 
 
  
Trek-Segafredo ready to challenge for the Maglia Rosa
  
Trek-Segafredo is ready for the Giro d’Italia, the second Grand Tour of the season scheduled to start October 3 in Sicily and end in Milan on October 25. For 2020, the USA-registered WorldTeam enters into the Italian Grand Tour challenge with a big declared target: the Maglia Rosa.
 
“We had announced 2020 as a turning point in our approach to the Grand Tours. Porte’s third place in the Tour de France was tangible proof of our renewed ambition for the general classifications. The Giro d’Italia can become our consecration,” said general manager Luca Guercilena.
 
“As we have never done so far in a Grand Tour, for this Giro we decided to build a team around a single rider, Vincenzo Nibali, with the sole objective of pursuing the dream of the Maglia Rosa. We’ve selected a compact group focused on the challenge for the general classification, and it will be the motif of our race. We have great confidence in Vincenzo’s skills, experience, personality, and professionalism. And, of course, we are equally confident that his teammates will give more than one-hundred percent to help him win.”
 
With an impressive palmares of two victories (2013 and 2016), two times second (2011 and 2019) and third (2010 and 2017) in eight editions raced, plus seven stage wins, Vincenzo Nibali knows what it will take to leave his mark on the Giro again.
 
Trek-Segafredo selected a line-up with a strong vocation for climbing who knows the pitfalls of the Corsa Rosa. The most experienced is Gianluca Brambilla (seven editions and one stage win) followed by Pieter Weening (five editions and two stage wins), with Giulio Ciccone, Julien Bernard, Nicola Conci, Jacopo Mosca, and Antonio Nibali completing the eight-man line-up.
 
Giulio Ciccone won the mountains jersey (2019) and two stages (2016, 2019) of the Giro and his confirmation to the squad after his positive COVID-19 test almost a month ago is the best news for Trek-Segafredo.
 
“Giulio is a very important rider for our team, regardless of the Giro. I am very happy to see him recovered and eager to run. The feedback we have had in the last two weeks of training has been comforting. We are aware of what he has been through, and only a few days of races he has in his legs and how much 15 days of forced stop can weigh in the economy of preparation. He will have no pressure from us, and we want a cautious approach to the race. We are confident he will mature into top condition on the road and become an essential player in the third week,” added Guercilena.
 
Trek-Segafredo arrives at the pink challenge after a path of “group maturation” comprised of races, camps, and specific training, explained sport director Adriano Baffi, part of the technical guidance together with Yaroslav Popovich and Paolo Slongo.
 
“Last winter we defined a working group that over the months has been able to consolidate through a common path. First of all, to help them get to know each other and the staff who will have to work side by side for almost a month. To pursue an ambitious goal in a Giro d’Italia, the care of the group is a fundamental element,” continued Baffi.
 
“If I think about what awaits us, I imagine a Giro in crescendo, like the route of the race itself and like the scripts of Nibali’s successes in the Grand Tours. We are aware that we have a very demanding race ahead of us with only little breath in between. 
 
“In each stage, we will have a goal to reach because the final success must be built day by day. In the flat stages, we will have to keep Vincenzo safe and away from trouble. In the mixed stages, help him avoid any surprises. And in the mountain stages, we will have to play our game. The team was built for this, and I am sure that everyone will do what they must to reach the final goal.”
 
Trek-Segafredo line-up for the 103rd Giro d’Italia
  • Vincenzo Nibali (ITA)
  • Giulio Ciccone (ITA)
  • Gianluca Brambilla (ITA)
  • Pieter Weening (NED)
  • Julien Bernard (FRA)
  • Jacopo Mosca (ITA)
  • Nicola Conci (ITA)
  • Antonio Nibali (ITA)
  
 Virtual Press Conference
 
The Trek-Segafredo virtual press conference is scheduled for Thursday, October 1, on the Zoom platform starting at 3pm CEST.
 
Vincenzo Nibali, Giulio Ciccone, and Luca Guercilena will be available online to answer questions from the journalists present in the Giro press room in Sicily. The conference will be led in Italian with live translation in English after each answer.
 
The press conference will be streamed live for all media to view through a Zoom link, but no interaction is allowed. The Zoom link will be shared Thursday in the Trek-Segafredo Whatsapp media group. 
 
For those who would like to be added to this group, please contact Paolo Barbieri, team press officer for the Giro: paolo_barbieri@trekfr.com (+32.484087458).
 
A video replay of the press conference will be shared on Trek-Segafredo's Facebook Page after the event (https://www.facebook.com/TrekSegafredo/) as well as a Dropbox file for television and online use.
 
 



 
Astana Pro Team replaces Natarov and Pronskiy for Giro d’Italia
Astana Pro Team has replaced Kazakh riders Yuriy Natarov and Vadim Pronskiy for the upcoming Giro d’Italia, as they’ve been in close contact with their colleague Zhandos Bizhigitov, who tested positive for COVID-19 and is symptomatic. Natarov and Pronskiy will be replaced by Jonas Gregaard Wilsly and Rodrigo Contreras. 
 
Alexey Lutsenko also tested positive for COVID-19 before his participation at the World Championships, he’s been in isolation since this result but is asymptomatic, as he’s waiting for the results of his retests.
 
General manager Alexandr Vinokurov: 
“It’s sad that we had to withdraw Yuriy Natarov and Vadim Pronskiy, as they all would’ve made their debut in the Giro d’Italia, but the protocol is very strict. Even while being asymptomatic, they could’ve spread the virus among their colleagues as they were in close contact with Zhandos Bizhigitov. We hope Zhandos Bizhigitov gets well soon and that all the other riders will test negative in the upcoming period to make sure they can participate in upcoming races.”
 
 


 
 
 
 
 
 
 
  
   
 
 

INEOS GRENADIERS CONFIRM GIRO D'ITALIA LINEUP

 

On Saturday the fight for the maglia rosa begins at the Giro d'Italia. Hear the pre-race thoughts of team leader Geraint Thomas and Sir Dave Brailsford below.

 



 

GIRO D’ITALIA: LINEUP

Johannesburg, 28 September 2020 - NTT Pro Cycling is delighted to announce our very exciting lineup for the 103rd Giro d’Italia which commences in Palermo on Saturday, 3 October and finishes in Milan on the 25th of October.

Three individual time trials are a feature of this year's race and with the maglia rosa on the line in the opening stage, our Belgian TT specialist Victor Campenaerts will be our headline act. The race features three opportunities in his favoured discipline including stage 14 and the final stage in Milan.

The 28-year-old comes into the race in good form having recently finished eighth at the World Championships, second at the Belgian championships as well as third at the European championships. He was also second in stage eight of Tirreno-Adriatico. 

Our selection features an exciting group of climbers spearheaded by local favourite Domenico Pozzovivo. The 37-year-old Italian has on three occasions finished in the top-10 overall at this race and took a stage victory in 2012.

This race also marks his 20th Grand Tour appearance, having previously appeared 13 times at the Giro d’Italia. Pozzovivo most recently was forced withdraw from the Tour de France on the first rest day after bravely fighting the aftereffects of a crash on the opening stage but has since recovered and trained well in preparation for the start in Palermo.

South Africa’s Louis Meintjes – twice a top-10 Tour de France finisher – will be looking to capitalise on his recent strong form shown at Tirreno-Adriatico where he finished just outside the top-10 on the general classification. He'll be joined by Ben O’Connor who so agonisingly missed out on a top-10 in this race two years ago. The Australian took an impressive stage win at Etoile de Besseges earlier in the year and is now raring to go in his third appearance at the Giro d’Italia.


 



 
CCC Team
 
     
 
 
CCC Team targeting stage wins at Giro d’Italia
 
 
 
30 September 2020
 
CCC Team will line up at the Giro d’Italia targeting stage wins when the second Grand Tour of the season gets underway in Sicily this Saturday, 3 October.
 
Lead Sports Director Gabriele Missaglia said the diverse stage profiles provide numerous opportunities for CCC Team’s eight riders.
 
“We are lining up at the Giro d’Italia with a mix of experienced riders and Grand Tour debutants with our primary focus on stage wins. We have Ilnur Zakarin leading the team so we will keep an eye on the General Classification but this will be Ilnur’s first race back since his crash at the Tour de France so we will be conservative in our approach. Of course, Ilnur won a stage at last year’s Giro d’Italia so we are aiming to repeat his success again this year,” Missaglia said.
 
“In terms of climbers, we have Víctor de la Parte who is in good shape and Grand Tour debutants Attila Valter, fresh from his win at the Tour of Hungary, and Kamil Małecki, who had great form at the Tour de Pologne. Josef Černý, Kamil Gradek, Pavel Kochetkov, and Joey Rosskopf give the team multiple cards to play in breakaways and the three time trials are great opportunities for our national champions Černý and Gradek to test their form. A Giro d’Italia in October will be special and the weather can definitely play a big role in shaping the race so we will see what happens the further north we go. We are motivated to race aggressively and hopefully come away with a stage win by the time we reach Milan.”
 
CCC Team at the Giro d’Italia (3-25 October):
 
Josef Černý (CZE) - 2019
 
“I am really happy and motivated to participate in the Giro d’Italia as it’s always a big honor to line up at a Grand Tour. Obviously, it’s a different Giro d’Italia than last year with the COVID situation and a different date than usual. I hope to achieve some good results and show the CCC Team jersey in the best way possible. I already have some stages in my mind but I need to discuss them with Marco Pinotti and the Sport Directors, and we will see how the race develops. For sure, I want to show my national time trial jersey as there are three time trials, and feature in some of the breakaways.”
 
Víctor de la Parte (ESP) - 2017-19
 
“I am really excited to take part in this year’s edition that looked impossible a few months ago. It looks like it will be a really hard race, especially as we are all extra motivated and hope the weather is on our side. My goal is to continue with the level I have had at the races before and enjoy the Giro d’Italia as I usually do.”
 
Kamil Gradek (POL) - 2019
 
“To have a Grand Tour in October is definitely something new for everyone but for me, it will be only the second time starting in such a race so May or October probably won't make much difference. My motivation is really high especially as we haven’t raced much this year. A lot of the recent races and the last few weeks have been used to polish the form for the World Championships and the Giro d’Italia. It’s hard to talk about any specific goals but, of course, winning a stage would be a dream. But whether the legs will allow it, the race will show. We have three time trials so I am definitely wanting to do well in those and try my luck in a few breakaways. The third week is really hard and definitely not suited to me so I will almost treat the race as a two-week Grand Tour and give it my best."
 
Pavel Kochetkov (RUS) - 2015-17
 
“First of all, I am happy that the Giro d’Italia will take place this year and, of course, I am happy to participate in my first Grand Tour with CCC Team. Despite the interruption in the race season, my preparation was almost the same as always with big blocks of training, and some good races which were all really hard and fast after the season restarted. I’m looking forward to working for the team and hopefully we can come away with some nice results.”
 
Kamil Małecki (POL) - First participation
 
“Lining up at the Giro d’Italia is a dream come true. I have always wanted to race a Grand Tour and I am very happy to have the chance this year. I think my form is good going into the Giro. I trained very hard at home because It’s my favorite płace to train and I was feeling good so I hope that at the Giro it will be even better. My goal is to help my teammates as much as possible and, of course, I also want to fight and go in the breakaways. We will see what happens in the race and when the best opportunities come.”
 
Joey Rosskopf (USA) - 2016-17
 
“I’m really excited that we’ve made it this deep into the new season, and even more so to keep the momentum rolling into the Giro d’Italia. Of course it’s peculiar to be starting this race in October, but maybe cycling can benefit from a little change in routine once in a while. I was able to start off with plenty of race days in August and felt like I was on the upswing the whole time. Since then my time at home has turned into more of a search for the balance between training and staying healthy. Regardless, I can’t wait to link up with the team in Palermo and start this race off aggressively, seizing any opportunity that comes our way.”
 
Attila Valter (HUN) - First participation
 
"Racing the Giro d’Italia is the biggest thing in my career to date. Even a year ago, I couldn't expect this step so early. It was more than a decade ago since the last Hungarian started in a Grand Tour, so it's a huge thing for the country as well. I trained hard in the winter to be at the Grande Partenza in my home city, Budapest, and although the pandemic crushed this dream, I'm happy I proved good enough to start this iconic race, despite it not starting in Hungary this year. I am ready, the shape is good, and I want to make this debut Grand Tour one to remember with good results and a nice experience. I'm definitely nervous as I think everyone who starts their first Grand Tour is. Most of the stages look hard which can be great for me as there are many opportunities for climbers and breakaways. I think we have a great roster so it will be a super month with the team and I'm ready to learn from my teammates."
 
Ilnur Zakarin (RUS) - 2015 (Winner stage 11), 2016-17, 2019 (Winner stage 13)
 
“I am happy to participate in the Giro d’Italia this year because this is the race where my professional career really began. During the Tour de France I broke a rib so it will be hard for me at the beginning of the Giro as I need to get back into the race rhythm and see how it is. But from the second week I hope to be in good shape and will try to win a stage.”
 
 Sports Directors: Gabriele Missaglia (ITA), Fabio Baldato (ITA)
 
 

 
EQS
Deceuninck – Quick-Step to Giro d’Italia
Our team for the Corsa Rosa (3-25 October) will be a mixture of youth and experience
30-Sep-2020: A hard opening weekend in Sicily, three individual time trials (one of which is scheduled in Milan, on the final day), and some iconic climbs, such as Monte Bondone, Madonna di Campiglio, Passo dello Stelvio, Colle dell’Agnello, Col d’Izoard or Sestriere – all these will make up the parcours of the 103rd Giro d’Italia, which our team will tackle with eight strong riders, all motivated to add to the team’s remarkable tally at the race. 

His first season in the World Tour has been more than just a learning experience for João Almeida, who finished on the overall podium at Vuelta a Burgos and Settimana Internazionale Coppi e Bartali, as well as coming close to a resounding victory at the Giro dell’Emilia. Now, the young Portuguese all-rounder will be at the start of his first three-week race – one of Deceuninck – Quick-Step’s two Grand Tour debutants, alongside Alvaro Hodeg, the Colombian speedster who posted a series of solid results in bunch sprints this year. 

 
 

Victorious on the final stage of the Tour de Pologne and runner-up at the Italian Championships, Davide Ballerini returns at the Corsa Rosa after two years, together with countryman Fausto Masnada, who impressed just a couple of weeks ago at Tirreno-Adriatico. Another rider to stand out at the “Race of the Two Seas”, James Knox will also be on Deceuninck – Quick-Step’s squad for the season’s second Grand Tour, which will be rounded out by Mikkel Honoré, 2015 stage winner Iljo Keisse and Pieter Serry. 

“We are looking forward to this Giro d’Italia, an unusual one taking place so late in the season. The start is going to be very hard, with many tricky and complicated stages, where it will be important to remain attentive. We have many young riders on the team and we won’t put any pressure on them, just take it day by day, see what happens and go for a stage win, which is our main goal at the race”, explained Deceuninck – Quick-Step sports director Davide Bramati.
 
03.10–25.10 Giro d'Italia (ITA) 2.UWT
 
Riders João Almeida (POR)
Davide Ballerini (ITA)
Alvaro Jose Hodeg Chagui (COL)
Mikkel Honoré (DEN)
Iljo Keisse (BEL)
James Knox (GBR)
Fausto Masnada (ITA)
Pieter Serry (BEL)
 
Sports Director Davide Bramati (ITA)
Klaas Lodewyck (BEL)
Geert Van Bondt (BEL)
 
Website www.giroditalia.it
 
Stages  
03.10.20 Stage 1 Monreale - Palermo 15.0 km (ITT)
04.10.20 Stage 2 Alcamo - Agrigento 150.0 km
05.10.20 Stage 3 Enna - Etna 150.0 km
06.10.20 Stage 4 Catania - Villafranca Tirrena 140.0 km
07.10.20 Stage 5 Mileto - Camigliatello Silano 225.0 km
08.10.20 Stage 6 Castrovillari - Matera 188.0 km
09.10.20 Stage 7 Matera - Brindisi 143.0 km
10.10.20 Stage 8 Giovinazzo - Vieste 200.0 km
11.10.20 Stage 9 San Salvo - Roccaraso 208.0 km
12.10.20 Rest Day    
13.10.20 Stage 10 Lanciano - Tortoreto 177.0 km
14.10.20 Stage 11 Porto Sant'Elpidio - Rimini 182.0 km
15.10.20 Stage 12 Cesenatico - Cesenatico 204.0 km
16.10.20 Stage 13 Cervia - Monselice  192.0 km
17.10.20 Stage 14 Conegliano - Valdobbiadene 34.1 km (ITT)
18.10.20 Stage 15 Base Aerea Rivolto - Piancavallo  185.0 km
19.10.20 Rest Day    
20.10.20 Stage 16 Udine - San Daniele del Friuli 229.0 km
21.10.20 Stage 17 Bassano del Grappa - Madonna di Campiglio  203.0 km
22.10.20 Stage 18 Pinzolo - Laghi di Cancano 207.0 km
23.10.20 Stage 19 Morbegno - Asti 251.0 km
24.10.20 Stage 20 Alba - Sestriere 198.0 km
25.10.20 Stage 21 Cernusco sul Naviglio - Milano 15.7 km (ITT)
 
 

 

 
IL GIRO 2020 PROGRAMMA PRIMA DEL COVID
 

DA BUDAPEST A MILANO, ECCO IL 103^ GIRO D'ITALIA 

Milano, 24 ottobre 2019 – 3 cronometro individuali (per un totale di 58,8 km), 6 tappe di bassa difficoltà adatte ai velocisti, 7 di media difficoltà e 5 di alta difficoltà caratterizzeranno il percorso dell’edizione 103 del Giro d’Italia. Saranno 7 gli arrivi in salita, compresa la cronometro iniziale di Budapest. Frazione conclusiva, con una prova contro il tempo, da Cernusco sul Naviglio a Milano che per la 78esima volta ospiterà la tappa conclusiva.
La Cima Coppi sarà lo Stelvio con i suoi 2.758 metri. La Wine Stage di questa edizione sarà la cronometro del Prosecco Superiore da Conegliano a Valdobbiadene (territorio che dal 2019 è entrato a far parte del patrimonio Unesco). Per la prima volta nella storia della Corsa Rosa, una tappa partirà all’interno di una base militare, da Rivolto, sede del 2° Stormo dell’Aeronautica Militare. Un anno importante per la base friulana: nel 2020 si celebrerà anche la 60^ stagione della Pan (Pattuglia Acrobatico Nazionale) e delle Frecce Tricolori. L’arrivo a Rimini ricorderà il grande regista Federico Fellini nel centenario della nascita. 45.000 saranno i metri di dislivello totale della corsa. Quella dall’Ungheria sarà la 14^ partenza dall’estero per il Giro d’Italia e la prima da un Paese dell’Est Europeo.

21 tappe tra l’Ungheria e l’Italia (dal 9 al 31 maggio) per incoronare il vincitore del Giro d’Italia e mostrare al Mondo molti siti Patrimonio dell’Unesco e molte altre bellezze del territorio italiano, sia in partenza che in arrivo di tappa che lungo il percorso. Da Budapest con il suo quartiere del Castello fino a Milano con il Cenacolo di Leonardo passando per la seconda tappa ungherese con l’Abbazia di Pannonhalma e quindi per la Sicilia (con il Duomo di Monreale, la Valle dei Templi di Agrigento e l’Etna); la Puglia con il Monte Sant’Angelo e la Foresta Umbra; l’Emilia Romagna dove la corsa sfiorerà Ravenna; il Veneto con il sito di Arquà Petrarca e le Colline del Prosecco Superiore e infine con l’unicità delle Dolomiti che dal 2009 sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità e che interesseranno la corsa attraverso tre Regioni (Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige).    
 


Il video del percorso del Giro d'Italia 103

GRANDE PARTENZA DALL’UNGHERIA
Sarà l’Ungheria sabato 9 maggio, con la tappa di apertura a cronometro per le vie di Budapest di 8,6 km e due tappe per velocisti nel nord del Paese, a lanciare il Giro d’Italia 2020. La carovana rosa poi si trasferirà in Sicilia dove, martedì 12 maggio, inizierà la sua risalita verso il traguardo finale di Milano.

PRIMA SETTIMANA IN ITALIA
La Monreale–Agrigento di 136 km aprirà il trittico di tappe nella Regione Siciliana. Mercoledì 13 primo arrivo in quota del Giro con la Enna-Etna (Piano Provenzana 1.775 m) di 150 chilometri. Una salita inedita, già scalata in parte nel 2011, attaccata da nord (Linguaglossa) per giungere a Piano Provenzana. Giovedì 14 ultima tappa sull’isola da Catania a Villafranca Tirrena per poi ripartire il giorno successivo, in Calabria, da Mileto e giungere dopo 223 km a Camigliatello Silano (lunga salita finale di 22 km con pendenze dolci). Sabato 16 maggio frazione dedicata alle ruote veloci del gruppo da Castrovillari a Brindisi. Tappa mossa, la nona, soprattutto nella parte finale, che porterà il gruppo da Giovinazzo a Vieste (circuito finale di 12,7 km). Lunedì 18 ecco il primo giorno di riposo. 

 

SECONDA SETTIMANA
Si parte con una tappa mossa, in Abruzzo, tra San Salvo e Tortoreto Lido di 212 km. Tra le Marche e l’Emilia Romagna si snoda la tappa 11, mercoledì 20 maggio, da Porto Sant’Elpidio a Rimini. Il giorno successivo partenza e arrivo a Cesenatico con un percorso insidioso che ricalca quello della Gran Fondo Nove Colli giunta alla sua 50^ edizione. Da Cervia a Monselice per la tappa numero tredici; 190 chilometri che porteranno il gruppo dall’Emilia Romagna al Veneto dove, sabato 23 è in programma la cronometro da Conegliano a Valdobbiadene. Una prova contro il tempo molto impegnativa di 33,7 km (che prevede nella prima parte lo strappo duro di Ca’ del Poggio) tra le colline del Prosecco Superiore che da quest’anno sono diventate patrimonio dell’Unesco. Dalla base aerea di Rivolto, quella delle Frecce Tricolori, partirà domenica 24 una tappa chiave nell’economia della Corsa Rosa. L’arrivo è posto a Piancavallo (che sarà anche la Montagna Pantani) dopo aver scalato Sella Chianzutan, Forcella di Monte Rest e Forcella di Pala Barzana. Lunedì 25 è previsto il secondo e ultimo giorno di riposo a Udine.    


Il video promo ufficiale del Giro d'Italia 2020 

TERZA E ULTIMA SETTIMANA
Si entra nella settimana decisiva del Giro con una tappa che si sviluppa interamente nella Regione Friuli. Partenza da Udine e arrivo a San Daniele del Friuli con nel finale il Monte Ragogna - da scalare tre volte – compreso nei due giri di circuito di 27 km. Mercoledì 27 maggio partenza da Bassano del Grappa e arrivo a Madonna di Campiglio dopo 202 chilometri. Tappa che prevede oltre 5.000 metri di dislivello con l’inedita Forcella Valbona, il Monte Bondone dal versante di Aldeno e il Passo Durone prima del traguardo. La 18^ frazione da Pinzolo ai Laghi di Cancano (arrivo inedito) nel Parco Nazionale dello Stelvio risulterà una delle più dure della Corsa Rosa. Si parte subito in salita per affrontare Campo Carlo Magno, quindi Passo Castrin e il Passo dello Stelvio (Cima Coppi) dal versante di Prato allo Stelvio. Dopo la discesa si attacca subito la salita per i Laghi di Cancano. Venerdì 29 la tappa più lunga del Giro da Morbegno ad Asti, 251 km, strizza l’occhio per l’ultima volta ai velocisti. Tappa mozzafiato la 20^ da Alba a Sestriere (Tappa Bartali). Si parte subito con il naso all’insù verso i 2.744 m del Colle dell’Agnello. Sconfinamento in Francia per affrontare il Col d’Izoard. Rientro in Italia dal Monginevro per affrontare la salita finale di Sestriere dal versante di Cesana Torinese. Gran finale, domenica, con la cronometro individuale da Cernusco sul Naviglio, Città Europea dello Sport 2020, a Milano in Piazza Duomo sotto la Madonnina. Crono piatta di 16,5 chilometri per chiudere questa 103^ edizione.

GIRO D'ITALIA, LE 13 PRECEDENTI PARTENZE DALL'ESTERO

  • 1965    San Marino (Repubblica di San Marino)
  • 1966    Montecarlo (Principato di Monaco)
  • 1973    Verviers (Belgio)
  • 1974    Città Del Vaticano 
  • 1996    Atene (Grecia)
  • 1998    Nizza (Francia)
  • 2002    Groningen (Olanda)
  • 2006    Seraing (Belgio)
  • 2010    Amsterdam (Olanda)
  • 2012    Herning (Danimarca)
  • 2014    Belfast (Irlanda Del Nord)
  • 2016    Apeldoorn (Olanda)
  • 2018    Gerusalemme (Israele)

#Giro





 
 

PRESENTAZIONE 103^ GIRO D’ITALIA
All'evento hanno partecipato personaggi dello sport, cariche istituzionali, i rappresentanti dei Comitati di Tappa, sponsor e media.


Peter Sagan e Richard Carapaz con il Trofeo Senza Fine 

Milano, 24 ottobre 2019 – In allegato parole, foto e video dalla Presentazione del Giro d'Italia 103, tenutasi oggi a Milano.

DICHIARAZIONI

Il vincitore dell'ultimo Giro d'Italia, Richard Carapaz, ha detto: "La vittoria al Giro d’Italia del 2019 rappresenterà per sempre un momento importantissimo nella mia storia di corridore, il solo ripensarci mi emoziona. Devo tanto ai miei genitori e a tutte le persone che mi hanno aiutato a diventare il ciclista che sono oggi. Non mi stancherò mai di ripetere ai ragazzi che si avvicinano al ciclismo in Ecuador quanto sia importante inseguire i propri sogni. Spero veramente di essere al via del Giro nel 2020, ne parlerò sicuramente con la squadra poi prenderemo una decisione. È un percorso molto interessante con tappe che possono riservare tante sorprese. Nell’ultima settimana c’è molta montagna, lo Stelvio potrebbe essere decisivo, spero veramente di esserci".

Il tre volte Campione del Mondo Peter Sagan ha dichiarato: "È bello essere oggi qui alla presentazione del percorso del Giro d’Italia 2020 e posso annunciare che sarò al via da Budapest. So che tanti miei connazionali verranno a seguire il Giro visto che la Slovacchia è molto vicina all'Ungheria. So anche che avrò tantissimi tifosi sulle strade italiane perchè in Italia mi allenavo e ci abitavo fino a qualche anno fa. Il Giro è una corsa molto importante e la prima parte del percorso è quella più adatta alle mie caratteristiche ma vorrei tener duro fino alla fine".


da sx: Mauro Vegni, Paolo Bellino, Marcello Foa, Peter Sagan, Richard Carapaz e Urbano Cairo

Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, ha detto: "Il Giro d’Italia è parte della storia e della cultura italiana. Ogni giorno utilizziamo metafore, modi di dire, soprannomi che sono nati nei 110 anni che ci separano dal primo Giro del 1909. È una fonte inesauribile di ricordi, di storie, di passione che ha diviso il Paese in tifoserie, sane e divertite e allo stesso tempo lo ha unito grazie a grandi campioni e all’amore per la bicicletta. Il Giro ha saputo nei decenni ripagare l’affetto degli italiani in molti modi: tra questi mi piace ricordare l’iniziativa che coinvolge le scuole elementari educando le bambine e i bambini ai valori del Giro, al fair play, alla cultura della bicicletta e della mobilità sostenibile, passando per l’educazione stradale e alimentare”.

Urbano Cairo, Presidente ed Amministratore Delegato di RCS MediaGroup, ha dichiarato: "Il Giro d’Italia, così come tutto lo sport, è un asset di grande importanza per tutto il Gruppo RCS. Con la Rai abbiamo instaurato un rapporto di proficua collaborazione che permette di produrre una corsa di altissimo livello soprattutto sotto il punto di vista delle immagini che vengono diffuse nel mondo. Siamo molto contenti della presenza del Governo con il Ministro dello Sport Spadafora, qui oggi, come abbiamo apprezzato l’intervento del Presidente del Consiglio, Conte, nella tappa di Frascati dell’ultima edizione del Giro. Questa manifestazione, che unisce l’Italia da oltre cento anni, non può prescindere dalla collaborazione con le maggiori Istituzioni del nostro Paese visto che il Giro è una delle rappresentazioni più significative dell’Italia nel Mondo".

Paolo Bellino, Direttore Generale e Amministratore Delegato RCS Sport, ha sottolineato come: "Il Giro d’Italia è una manifestazione che travalica l’evento sportivo. Lungo il suo percorso, infatti, toccheremo molti siti patrimonio dell’Unesco - a partire da Budapest - e mostreremo nei cinque continenti le immagini di luoghi meravigliosi che incontreremo sia in partenza e arrivo di ogni tappa che lungo il percorso. Molto importante è la partnership che abbiamo stretto con Enit-l’Agenzia Nazionale del Turismo  perché il Giro d’Italia diffonde, con tutti i suoi canali mediatici, non solo una corsa di ciclismo di altissimo spessore ma anche l’immagine dell’Italia a 360 gradi. Nella prossima edizione, attraverso la copertura televisiva nel mondo, raggiungeremo quasi 800 milioni di telespettatori che aggiunti ai tanti appassionati che ci seguono – sia sulle strade che sui canali Rai – posizionano Il Giro nell’élite  degli eventi sportivi internazionali. Siamo certi che, grazie al supporto di tutti i nostri partner siano essi istituzioni, sponsor o media, anche il prossimo Giro d’Italia sarà un evento da non perdere".

 


Mauro Vegni, Direttore del Giro d’Italia ha detto: "Per la prima volta nella sua storia il Giro partirà da un Paese dell’Europa dell’Est e per la quattordicesima dall’estero. Questo dimostra ancora una volta l’appeal che la nostra manifestazione riscuote non solo a livello nazionale ma anche internazionale. Il percorso sarà impegnativo ma equilibrato con tre cronometro e sette arrivi in salita. L’ultima settimana tra le Dolomiti e le Alpi sarà decisiva e il ritorno dell’arrivo a Milano - con una cronometro individuale - lascerà comunque aperta la corsa fino all’ultimo giorno. Mi fa molto piacere l’annuncio fatto oggi da un corridore del livello di Peter Sagan, che il prossimo anno sarà al via del Giro, perché testimonia ancora una volta come gli atleti di spessore internazionale sono attratti dalla Corsa Rosa".

Il Presidente della RAI Marcello Foa ha dichiarato: "Lo sforzo della Rai per il Giro è un qualcosa di incredibile, una grande lavoro di una grande squadra. Ci sono due appuntamenti fissi che ogni anno sono seguiti da praticamente tutti gli italiani: il Festival di Sanremo e il Giro d’Italia. Proprio come il Festival di Sanremo, il Giro è  un evento cui nessun italiano vorrebbe rinunciare. È una tradizione parte della storia e dell'identità del nostro Paese. Una passione che viene trasmessa di generazione in generazione: un bel momento di unione nazionale".


Il Sindaco di Milano Giuseppe Sala

"È sempre una grande emozione vedere il Giro d'Italia terminare la sua corsa a Milano - ha dichiarato il Sindaco di Milano Giuseppe Sala -, forse perché è da qui che ebbe inizio la prima gara nel 1909 o perché, con il Giro 103, saranno ben 78 i vincitori premiati in Piazza del Duomo. Anche nel 2020 Milano e la città metropolitana saranno protagoniste di un'ultima tappa entusiasmante: una cronometro che, sono certo, saprà trasmettere la bellezza di questa competizione e di questo sport a migliaia di appassionati, turisti e curiosi".

Il video sui numeri del Giro d'Italia

#Giro

Foto Credit: LaPresse 



 

IL 24 OTTOBRE LA PRESENTAZIONE DEL 103^ GIRO D'ITALIA
DOVE SEGUIRLA IN TV E SUL WEB

Il vincitore del Giro d’Italia 2019 Richard Carapaz e il tre volte Campione del Mondo in linea Peter Sagan, insieme al Direttore del Giro d'Italia Mauro Vegni, saranno sul palco per rivivere le emozioni della passata edizione e analizzare il nuovo percorso.
Giovedi 24 ottobre, a partire dalle 16.50 diretta su Rai 2 e
 raiplay.it per il territorio italiano e su giroditalia.it e sulla pagina Facebook della Corsa Rosa per seguirla dall’estero
.

Milano, 21 ottobre 2019 – Giovedi 24 ottobre presso gli studi Rai di Milano, con diretta alle 16.50, verrà presentato nel dettaglio il percorso del Giro d’Italia 2020. L’edizione numero 103, che come annunciato partirà da Budapest (Ungheria) sabato 9 maggio, verrà svelata alla presenza del vincitore dell’ultima Corsa Rosa, Richard Carapaz e di Peter Sagan, oltre che dei rappresentanti di squadre, sponsor, media, istituzioni sportive e non.


Il video promo ufficiale del Giro d'Italia 2020 

Nel territorio italiano, la presentazione della “Corsa più dura del Mondo nel paese più bello del Mondo”, verrà trasmessa in diretta televisiva su Rai 2 dalle ore 16.50 e in diretta streaming su www.raiplay.it. All’estero, diretta streaming su www.giroditalia.it e sulla pagina Facebook della Corsa Rosa.

#Giro

Foto Credit: LaPresse 
 


 

GIRO D’ITALIA 2020, SVELATE LE TRE TAPPE UNGHERESI

Dopo l’annuncio della Grande Partenza della Corsa Rosa dall’Ungheria, oggi a Budapest sono state svelate le prime tre tappe. Si parte sabato 9 maggio con una cronometro individuale di 9,5 km per le vie della Capitale. La seconda frazione, adatta ai velocisti, ripartirà sempre da  Budapest - domenica 10 - per raggiungere Györ dopo 193 km. Lunedì 11 maggio terza tappa da Szekesfehervar a Nagykanizsa (197 km). Quella ungherese sarà la 14esima partenza del Giro d’Italia dall’estero.

Budapest, 27 giugno 2019 – Una cronometro individuale per le vie della Capitale con finale in leggera salita e due tappe adatte ai velocisti. Sarà questa l’apertura del Giro d’Italia 2020 che prenderà il via sabato 9 maggio dall’Ungheria. Le prime due tappe avranno come luogo di partenza Piazza degli Eroi (Patrimonio Mondiale dell’Unesco) nel cuore di Budapest. L’arrivo della cronometro sarà nel distretto del Castello con gli ultimi 1.500 metri del tracciato in leggera ascesa (pendenza media del 4%). Il finale della prima tappa in linea, domenica 10 maggio, sarà a Györ, la principale città dell’Ungheria Nord Occidentale. La terza frazione partirà da Székesfehérvár, costeggerà il Lago Balaton, e si concluderà a Nagykanizsa dove saranno attesi ancora gli sprinter.

DOWNLOAD


TAPPA 1 – BUDAPEST ITT – 9.5 km

Cronometro cittadina piatta nella prima parte e in leggera salita nel finale. Partenza dalla Piazza degli Eroi per portarsi sul Danubio e costeggiare il Parlamento. Passato il Danubio si entra nella città vecchia e in Clark Ádám Tér inizia la salita finale di circa 1.5 km attorno al 4% che termina nel distretto del Castello, dove saranno aggiudicati GPM e arrivo.

TAPPA 2 – BUDAPEST - GYÖR – 193 km

Partenza da Budapest (Piazza degli Eroi) per portarsi sul Danubio scalando la breve e facile salita di Svábvár. Si prosegue lungo la pianura magiara con un susseguirsi di facili ondulazioni fino allo strappo (pendenze anche in doppia cifra) di Pannonhalma a 22 km dall’arrivo (sede di una nota abbazia). Si arriva quindi a Györ con un finale sui viali cittadini per una probabile volata.

TAPPA 3 – SZÉKESFEHÉRVÁR - NAGYKANIZSA – 197 km
Tappa praticamente pianeggiante con lievi, ma blande, ondulazioni lungo l’intero percorso. Gran parte della tappa costeggia il Lago Balaton con alcune incursioni nell’entroterra a Veszprém e Héviz. Segue l’avvicinamento – praticamente piatto – alla città di Nagykanizsa fino alla probabilissima volata per il gruppo compatto.


 

Giro d’Italia, le 13 precedenti partenze dall’estero

  • 1965    San Marino (Repubblica di San Marino)
  • 1966    Montecarlo (Principato di Monaco)
  • 1973    Verviers (Belgio)
  • 1974    Città Del Vaticano 
  • 1996    Atene (Grecia)
  • 1998    Nizza (Francia)
  • 2002    Groningen (Olanda)
  • 2006    Seraing (Belgio)
  • 2010    Amsterdam (Olanda)
  • 2012    Herning (Danimarca)
  • 2014    Belfast (Irlanda Del Nord)
  • 2016    Apeldoorn (Olanda)
  • 2018    Gerusalemme (Israele)

#Giro


 

Foto Credit: Lounge Design
 


  34_ef5e5872-5bd8-45c1-839c-b1f8c76e69d1.jpg   34_b547b881-f6e9-4ae9-a6c2-db98b6106d74.jpg   34_81468bb0-f6d5-4463-ab39-06cf05859097.jpg
« indietro