TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA pubblicato il 08/10/2021

POGAČAR VINCE IL LOMBARDIA SULLE ORME DEI GRANDI CAMPIONI
Lo sloveno eguaglia Merckx che era riuscito a vincere Liegi, Tour de France e Il Lombardia nello stesso anno. In questa stagione Pogačar ha vinto anche Tirreno-Adriatico, UAE Tour e Giro di Slovenia. Un grande Fausto Masnada si arrende al fenomeno sloveno solo nella volata a due.
A completare il podio Adam Yates, che regola il gruppetto dei primi inseguitori. Quarto Roglič. Quinto Valverde.


 

 
Bergamo, 9 ottobre 2021 – Dopo i successi dello UAE Tour, Tirreno-Adriatico, Liegi-Bastogne-Liegi, Giro di Slovenia e Tour de France, Tadej Pogačar chiude la stagione in bellezza vincendo Il Lombardia, la Classica delle Foglie Morte, alla sua prima partecipazione. Il giovane sloveno ha attaccato a 36 km dall’arrivo nella seconda metà del Passo di Ganda, dopo aver seguito l'allungo di Nibali. Lungo la discesa il bergamasco Fausto Masnada è riuscito a raggiungere lo sloveno. I due hanno proseguito insieme fino all'arrivo di Bergamo, dove Pogačar ha avuto la meglio nella volata finale. Adam Yates ha regolato il gruppo dei primi inseguitori. 


RISULTATO FINALE
1 - Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) - 239 km in 6h01'39" alla media di 39.652km/h 
2 - Fausto Masnada (Deceuninck-Quick Step) s.t.
3 - Adam Yates (Ineos Grenadiers) a 51''


 


DOWNLOAD

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Tadej Pogačar è primo vincitore sloveno de Il Lombardia. La Slovenia è la 14^ nazione vincente nella storia della corsa, dopo la Danimarca (Jakob Fuglsang, 2020) e la Colombia (Esteban Chaves, 2016).
  • Tadej Pogačar è il primo corridore a vincere il Tour de France e Il Lombardia nello stesso anno da Bernard Hinault, nel 1979. Prima di lui, solo Eddy Merckx aveva vinto Liegi-Bastogne-Liegi, Tour de France e Il Lombardia nello stesso anno (1971, 1972).
  • Fausto Masnada è il quarto bergamasco a salire sul podio de Il Lombardia a Bergamo dopo Eddy Mazzoleni (3° nel 1999), Paolo Lanfranchi (2° nel 1997) e Felice Gimondi (1° nel 1966 e 1973 - anche lui salito sul podio in altre tre occasioni ma con arrivo a Como).
  • Adam Yates è il secondo britannico a salire sul podio de Il Lombardia dopo Tom Simpson che lo vinse nel 1965 (Max Sciandri, italiano anche lui di nazionalità britannica, arrivò terzo nel 1993).

Pogačar ha dedicato la vittoria di oggi alla fidanzata Urska Zigart, che prossimamente sposerà


DICHIARAZIONI

Il vincitore Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) ha dichiarato in conferenza stampa: “Questa stagione è stata pazzesca dall'inizio alla fine. Non potrei essere più felice di concluderla così. Mi sono goduto ogni momento con la UAE Team Emirates e la nazionale slovena. Tutti mi dicono che oggi ho fatto la storia. Ma io non voglio pensarci troppo. Quando Fausto Masnada mi ha ripreso, ho capito che la corsa si faceva dura ma non potevo fare altro che continuare a tirare, perché avevamo solo 30-40'' di vantaggio sul gruppo degli inseguitori. Arrivato il momento della volata finale sapevo di dover dare il massimo. Le gare di quest’ultima parte della stagione mi hanno dato la motivazione per cercare la vittoria a Il Lombardia”.

Fausto Masnada (Deceuninck-Quick Step), secondo sul podio, ha detto: “Sono soddisfatto del mio secondo posto. È stata una corsa difficile. Tutta la squadra ha lavorato molto bene e siamo arrivati ​​in finale che ero ben piazzato. Per un attimo ho pensato che Alaphilippe potesse riprenderci, ma Tadej [Pogačar] è stato davvero forte. Ha tirato fino alla fine e sull'ultima salita ha cercato di staccarmi. È un sogno per me poter essere sul podio. Vivo qui, sono cresciuto su queste strade”.

Il terzo classificato Adam Yates (Ineos Grenadiers) ha dichiarato: "Se avessi avuto le gambe sarei andato con lui [Masnada]. Ma alla fine stavo soffrendo parecchio. Penso che anche molti altri corridori fossero sfiniti. Sono contento di finire bene la mia stagione in Italia. Di sicuro torneremo l'anno prossimo".



 

Tadej Pogačar sul podio con la Maglia Verde della Regione Lombardia



Primo al passaggio sul Ghisallo, Andrea Garosio (Bardiani-CSF-Faizanè) si è aggiudicato il Premio Todisco in memoria del giornalista de La Gazzetta dello Sport Pier Luigi Todisco scomparso nel 2011



#ILombardia

 


 
 
 

 

Lo sloveno aggiunge la Classica delle Foglie Morte ai successi di un 2021 fantastico

 Il Lombardia - Saturday 9 October, 2021

 

 
 

 

 

Esordio al Lombardia, attacco in salita ai -36,km e successo in una volata a due: è Tadej Pogačar il protagonista di questa trama che ha portato nel ricco palmares del ventitreenne sloveno anche la Classica delle Foglie Morte (partenza da Como e arrivo a Bergamo, 239 km).
 
Il talento dell’UAE Team Emirates ha dominato ancora una Classica Monumento, chiudendo così un 2021 di livello assoluto e vissuto in prima linea dall’inizio alla fine, un’annata nella quale spicca il successo alla Liegi-Bastogne-Liegi in primavera, il bis al Tour de France in estate e l’affermazione a Il Lombardia in autunno.
 
Come di consueto, Pogaçar ha firmato in maniera non banale l’ennesimo successo, attaccando a 36,6 km dal traguardo mentre il selezionato gruppo dei big stava affrontando il Passo di Gandia. Nessun avversario è riuscito a tenere le ruote delle sloveno, raggiunto poi in discesa da Fausto Masnada (Deceuninck-Quickstep).
 
Il duo, trascinato da Pogačar e complice anche il poco accordo tra gli inseguitori, ha toccato un vantaggio superiore a 1’ al momento di affrontare l’ultima asperità di giornata, la breve ma aspra ascesa di Colle Aperto. Un paio di rasoiate da parte del corridore dell’UAE Team Emirates hanno trovato la risposta da parte di Masnada, il quale però nulla ha potuto nella volata a due contro la maggiore freschezza, la superiore velocità e la potenza di Pogačar.
 
Quello odierno è il 13° successo stagionale per lo sloveno, 32 le affermazioni della formazione emiratina nel 2021.
 
Pogačar:
 “Sono senza parole, è una cosa pazza essere qui a festeggiare questo successo al termine di una stagione come questa. 
La corsa è stata molto dura, anche prima del mio allungo. Quando ho attaccato, pensavo che qualcuno venisse con me. In discesa mi ha raggiunto Masnada, sapevo che avrebbe guadagnato su di me nella parte tecnica della discesa dal Passo Ganda, dato che conosce benissimo queste strade, e sapevo che non avrebbe collaborato con me quando mi avrebbe raggiunto, ma ho avuto ancora forze e brillantezza per batterlo in volata.
 
In questa seconda parte di stagione, la mia forma è stata altalenante, con alcune giornate molto buone e altre meno brillanti: per fortuna oggi è la mia condizione era molto buona.
Ogni vittoria per me è importante, quella di oggi mi piace particolarmente perché essere alla partenza del Lombardia al fianco dei migliori ciclisti del mondo era un sogno, vincere al debutto è stato incredibile”.

 
Ordine d’arrivo

1. Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) 6h01’39”
2. Fausto Masnada (Deceuninck-Quickstep) s.t.
3. Adam Yates (Ineos-Grenadiers) +51”


 

 

 

 
 

TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA

Bergamo, 9 ottobre 2021 – Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) ha vinto la 115esima edizione de Il Lombardia presented by Eolo, da Como a Bergamo (239 km).
Sul traguardo ha preceduto, battendolo in una volata a due, Fausto Masnada (Deceuninck-Quick Step). Ha regolato il gruppetto dei primi inseguitori Adam Yates (Ineos Grenadiers).

RISULTATO FINALE

1 - Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) - 239 km in 6h01'39" alla media di 39.652km/h 
2 - Fausto Masnada (Deceuninck-Quick Step) s.t.
3 - Adam Yates (Ineos Grenadiers) a 51''

Il vincitore
Tadej Pogačar (UAE Team Emirates), dopo la linea del traguardo, ha dichiarato: "È pazzesco finire la stagione così. Sono un uomo senza parole. Sapevo che Masada conosceva abbastanza bene queste strade. Oggi è stata una buona giornata. Per me ogni vittoria è importante ma questa è speciale perché è da tempo che sognavo di correre e vincere Il Lombardia".

 

#ILombardia


 

BUONGIORNO DAL 115° IL LOMBARDIA
L'ultima Classica Monumento della stagione, da Como a Bergamo, con un percoso inedito e selettivo e tanti nomi di spicco del ciclismo mondiale come Alaphilippe, Pogacar, Roglic, Evenepoel, Yates, Nibali e Froome.
Sul nuovo portale internet della corsa ( https://www.ilombardia.it/ ) tanti contenuti dinamici, news, foto e un live dedicato, sia in italiano che in inglese.

Como, 9 ottobre 2021 – Buongiorno dalla 115^ edizione deI Il Lombardia presented by Eolo, organizzato da RCS Sport con partenza da Como e arrivo a Bergamo dopo 239 km.

Dopo la parentesi ferragostana del 2020, la "Classica delle Foglie Morte" torna nella sua collocazione originaria in autunno, con un percorso inedito, molto selettivo e che promette spettacolo. Saranno infatti ben 6 le salite da scalare dopo la partenza da Como, con lo strappo di Bergamo Alta prima dell’arrivo, per 4.500 metri di dislivello complessivo.

Tra i nomi di spicco al via: il Campione del Mondo Julian Alaphilippe, Tadej Pogačar, Primož Roglič, Chris Froome, Vincenzo Nibali, Aleksandr Vlasov, Thibaut Pinot, Tao Geoghegan Hart, Adam Yates, Romain Bardet, Simon Yates, Nairo Quintana, Alejandro Valverde, oltre a Remco Evenepoel, Rigoberto Urán e il vincitore dell'edizione 2019 Bauke Mollema. Presente anche Daniel Martin vincitore dell'edizione 2014, terminata a Bergamo.

Il gruppo, forte di 174 corridori, ha attraversato il km 0 alle ore 10:35. 
Non parte il dorsale no. 97, Whelan.

Il live della corsa è disponibile al sito https://www.ilombardia.it/live/

Potete trovare la lista completa dei corridori dotati del dispositivo per il monitoraggio dati in tempo reale di Velon oggi a questo link.

DOWNLOAD

METEO 
Como (Partenza) Coperto, 13°C. Vento: debole, 5 km/h ONO 
Bergamo (Arrivo): Nubi sparse, 15°C. Vento: debole, 7 km/h O 



IL PERCORSO 

Partenza da Como in direzione Cantù. Si scala il Ghisallo come prima asperità, ma dal versante Asso per scendere su Bellagio e raggiungere Lecco lungo la riva del Lago di Como. Entrati in provincia di Bergamo inizia un continuo succedersi di salite e discese quasi senza tratti pianeggianti tra una e l’altra. Si scala per prima la Roncola (Valico di Valpiana, pendenze fino al 17%). Seguono le salite di Berbenno, Dossena, Zambla Alta e Passo di Ganda che portano il dislivello complessivo sopra i 4400 m. Da Ganda si arriva a Selvino dove inizia la classica lunga discesa ritmata da 19 tornanti. Ci sono qui 9 km di avvicinamento alla città (gli unici pianeggianti di tutto il finale) e il classico passaggio della Città Alta fino all’arrivo.

Ultimi km
Ultimi chilometri attraverso Bergamo Alta salendo alla Porta Garibaldi e poi (con 200 m in acciottolato) a Largo Aperto. Nella prima parte le pendenze sono sempre sopra il 10% (max 12%). Ai 1800 m dall’arrivo svolta secca con breve strettoia per il superamento della Porta Sant’Agostino. Dopo l’ultimo chilometro ampia curva a sinistra per immettersi nel rettilineo che conduce all’arrivo.



Località di partenza - Como
Elegante e vivace, la città di Como si affaccia sull'estremità sud-occidentale del lago omonimo ed è circondata da verdi colline che creano uno panorama naturale senza pari. Grandi ville, palazzi e chiese mettono in risalto lo splendore della città, mentre vicoli intriganti e piazze colorate ne mostrano il fascino. Como, anche conosciuta come la città della seta, è il massimo centro produttivo in Italia. Era il 1400 quando Ludovico Sforza, duca di Milano, decise di piantare alberi di gelso intorno al lago di Como per nutrire i bachi da seta.
Il gioiello architettonico di Como è il suo Duomo, la cattedrale di Santa Maria Assunta, che fu iniziato nel 1396 e costruito nel corso di ben quattro secoli mescolando sapientemente lo stile gotico, rinascimentale e barocco. Como è famosa anche per le sue ville affacciate sul lago e i giardini, che hanno fatto della città uno dei principali centri del turismo del Nord Italia, ospitando anche grandi nomi del jet set italiano e internazionale. Una su tutte è la romantica Villa Olmo, un edificio neoclassico che risale al 1780, oggi sede prestigiosa per conferenze, eventi e mostre d'arte.

Località di Arrivo - Bergamo
Bergamo è una piccola città lombarda ricca di storia e caratterizzata dalle splendide architetture e dai diversi livelli di altezza su cui è collocata. Infatti, Bergamo è divisa in due parti: la Città Alta, che è circondata da mura veneziane, è magnificamente conservata con belle strade in pietra e magnifici edifici medievali; e la Città Bassa, la zona moderna di Bergamo. Le due parti della città sono collegate da una funicolare.
L’attrazione più incantevole sono le mura veneziane, costruite nel XVI secolo dalla Repubblica di Venezia, quando Bergamo apparteneva a quello Stato, allo scopo di proteggere la città dalla Repubblica di Milano e dalla Francia durante il declino della Repubblica veneziana, quando stava perdendo il suo monopolio sul commercio marittimo. Oggi le mura sono un simbolo della ricca e orgogliosa storia di Bergamo e racchiudono una città da scoprire.


 
COPERTURA TV IL LOMBARDIA PRESENTED BY EOLO
I palinsesti internazionali de Il Lombardia presented by Eolo sono disponibili a questo link.


IL NUOVO SITO DE IL LOMBARDIA PRESENTED by EOLO
Nuovo portale internet per Il Lombardia presented by Eolo, con una veste grafica chiara e intuitiva, una navigazione ancora più veloce, tanti contenuti dinamici, news e foto, e una nuova sezione video con contenuti sempre più emozionanti per i nostri tifosi.
Il nuovo sito vuole essere ancora più vicino agli appassionati di ciclismo, soprattutto nei momenti chiave della corsa. Dalle prime ore del mattino gli utenti potranno trovare tutte le ultime info sulla corsa.
Scorrendo la pagina sarà possibile trovare la planimetria, i video, il media center e il rimando ai profili social.
Un live dedicato sia in italiano che in inglese. Scopri il nuovo sito: https://www.ilombardia.it/


#ILombardia

 

CAST STELLARE PER L'ULTIMA CLASSICA MONUMENTO DELLA STAGIONE
Il Lombardia partirà domani da Como per terminare a Bergamo dopo 239 chilometri. Al via 25 formazioni di 7 corridori ciascuna con alcuni dei migliori atleti del panorama internazionale. 
La corsa vivrà di una diretta integrale trasmessa nei cinque continenti.
Domenica, da Cantù a Cantù, con le salite di Ghisallo e Sormano, si disputerà la Gran Fondo Il Lombardia.

 

Como, 8 Ottobre 2021 - Annunciati i partenti della 115^ edizione de Il Lombardia, presented by Eolo. L’ultima Classica Monumento della stagione quest’anno partirà da Como per concludersi a Bergamo, dopo un percorso inedito, molto selettivo e che promette spettacolo con 6 salite e 4.500 metri di dislivello complessivo.

Al via ci saranno il Campione del Mondo Julian Alaphilippe, Tadej Pogačar, Primož Roglič, Chris Froome, Vincenzo Nibali, Aleksandr Vlasov, Thibaut Pinot, Tao Geoghegan Hart, Adam Yates, Romain Bardet, Simon Yates, Nairo Quintana, Alejandro Valverde oltre a Remco Evenepoel, Rigoberto Urán e il vincitore dell'edizione 2019 Bauke Mollema. Presente anche Daniel Martin vincitore dell'edizione 2014, terminata a Bergamo.


DOWNLOAD


IL PERCORSO 
Partenza da Como in direzione Cantù. Si scala il Ghisallo come prima asperità, ma dal versante Asso per scendere su Bellagio e raggiungere Lecco lungo la riva del Lago di Como. Entrati in provincia di Bergamo inizia un continuo succedersi di salite e discese quasi senza tratti pianeggianti tra una e l’altra. Si scala per prima la Roncola (Valico di Valpiana, pendenze fino al 17%). Seguono le salite di Berbenno, Dossena, Zambla Alta e Passo di Ganda che portano il dislivello complessivo sopra i 4400 m. Da Ganda si arriva a Selvino dove inizia la classica lunga discesa ritmata da 19 tornanti. Ci sono qui 9 km di avvicinamento alla città (gli unici pianeggianti di tutto il finale) e il classico passaggio della Città Alta fino all’arrivo.

Ultimi km
Ultimi chilometri attraverso Bergamo Alta salendo alla Porta Garibaldi e poi (con 200 m in acciottolato) a Largo Aperto. Nella prima parte le pendenze sono sempre sopra il 10% (max 12%). Ai 1800 m dall’arrivo svolta secca con breve strettoia per il superamento della Porta Sant’Agostino. Dopo l’ultimo chilometro ampia curva a sinistra per immettersi nel rettilineo che conduce all’arrivo.

 

 


 

COPERTURA TV 
Le grandi classiche autunnali del ciclismo di RCS Sport termineranno Sabato 9 ottobre con Il Lombardia che, come le precedenti, verrà trasmessa sugli schermi di tutto il mondo con una copertura televisiva in tutti e cinque i continenti. La copertura della gara sarà integrale. 

RAI, host broadcaster, sabato 9 ottobre trasmetterà Il Lombardia in chiaro su Rai Sport +HD dalle 10:00 alle 14:00, dopodiché la diretta si sposterà su RAI 2 fino alle 17:15.

Nel panorama europeo Eurosport offrirà la gara in diretta sui propri schermi dalle 10:10 alle 17:00 su Eurosport1, mentre su Eurosport Player dalle 10:10 alle 17:35. Sarà inoltre possibile vedere la gara dal Belgio, attraverso VTM e RTBF. Mentre in Svizzera sui canali SRF ZWEI e RSI LA2.

Oltreoceano, la gara sarà live in Messico e America Centrale su TUDN, mentre su ESPN in Sud America, sul canale ESPN 2 e sulla piattaforma STAR+. Inoltre verrà trasmessa in Sudafrica sugli schermi di Supersport.

In Giappone sarà possibile vedere la gara su J Sports mentre in Cina attraverso Zhibo TV. Nel Sudest Asiatico, sarà possibile seguire in diretta la gara su Eurosport Southeast Asia, mentre in Nuova Zelanda live dall’emittente Sky Sports.

La piattaforma streaming GCN trasmetterà in Europa, Sudest Asiatico, India, Nord America, Australia, Giappone, Medio Oriente e Africa.
 

PREMIO SPECIALE DELLA GAZZETTA DELLO SPORT IN MEMORIA DEL GIORNALISTA PIER LUIGI TODISCO
Anche quest’anno, in occasione della 115^ edizione de Il Lombardia, La Gazzetta dello Sport intende ricordare il collega giornalista Pier Luigi Todisco, scomparso tragicamente dieci anni fa, il 7 ottobre 2011, mentre in bicicletta stava raggiungendo il suo posto di lavoro nella redazione di Gazzetta.it, con un premio che sarà assegnato al corridore che, per primo, transiterà in cima al Ghisallo, montagna simbolo de Il Lombardia in cima al quale ci sono il Santuario della Madonna protettrice dei ciclisti e il “Museo del Ciclismo” dell’indimenticabile Fiorenzo Magni. Pier Luigi, grande appassionato di ciclismo, sognava di scalarlo in bici e si stava allenando per questo. Il trofeo sarà consegnato a Bergamo, sul podio premiazioni, al termine della gara.


DOMENICA DA CANTÙ A CANTÙ LA GRAN FONDO IL LOMBARDIA
È quasi tutto pronto per la Gran Fondo Il Lombardia di domenica 10 ottobre. La corsa per amatori prevede partenza da e arrivo a Cantù, con le salite iconiche del Ghisallo e di Sormano. La Gran Fondo si svolgerà il giorno dopo la Classica delle foglie morte mentre il villaggio aprirà i battenti già sabato per il ritiro pacchi gara. Maggiori informazioni sul sito 
www.gflombardia.it


#IlLombardia




 ;



Foto
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
TADEJ POGAČAR HA VINTO IL 115° IL LOMBARDIA © Photo RCS Sport
GIRO D’ITALIA 2022: GRAN FINALE A VERONA. ECCO IL PERCORSO COMPLETO PETER SAGAN HA VINTO IL GIRO D’ITALIA CRITERIUM GIRO D’ITALIA 2022: L’UNGHERIA RITROVA LA GRANDE PARTENZA DAVIDE TONEATTI INCANTA IL PARCO INCREA DI BRUGHERIO: VITTORIA DEL [...]