Anche la Tre Valli Varesine nel palmares di Pogačar pubblicato il 04/10/2022
 
 

 

Lo sloveno regola in volata un gruppo di una ventina di corridori

kTre Valli Varesine - Tuesday 4 October, 2022

 

 
 

 

 

Dopo il 2° posto ottenuto sabato nel Giro dell’Emilia, Tadej Pogačar non manca il bersaglio grosso nella Tre Valli Varesine.
 
Il corridore dell’UAE Team Emirates ha iscritto il proprio nome nell’albo d’oro dei vincitori della prestigiosa corsa italiana regolando in volata un selezionato gruppo di 20 corridori, al termine di una gara interpretata in maniera perfetta dalla formazione emiratina.
 
Il copione della corsa ha visto l’UAE Team Emirates e la Movistar tenere sotto controllo una fuga di 10 corridori e, una volta neutralizzata questa azione a 47 km dal traguardo, le due compagini hanno spento ogni tentativo di ulteriore sortita.
L’ultimo passaggio sull’ascesa del Montello ha ridotto il gruppo a 25 atleti, corridori tra i quali ha cercato il successo con un allungo solitario Vincenzo Nibali (Astana), ma nulla ha potuto evitare l’epilogo allo sprint: la volata è stata vinta di potenza da Pogačar, al suo 15° successo stagionale (45^ vittoria per l’UAE Team Emirates), regolati nell’ordine Sergio Higuita (Bora-hansgrohe) e Alejandro Valverde (Movistar).
 
Pogačar“Sono felicissimo per la vittoria. E’ stata una corsa molto veloce, la squadra ha lavorato bene per tenere il gruppo unito nel finale, specialmente Diego Ulissi è stato eccezionale: la volata era la soluzione migliore per me nelle fasi conclusive di gara, è andato tutto alla perfezione.
E’ una bella prestazione in vista de Il Lombardia: sarà più difficile dell’anno scorso, ma proveremo come sempre a dare il massimo”.
 
Ordine d’arrivo
1. Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) 4h36’59”
2. Sergio Higuita (Bora-hansgrohe) s.t.
3. Alejandro Valverde (Movistar) s.t.


 

 

 

<a data-cke-saved-href="https://customer32629.musvc2.net/e/t?q=6%3dCY0UI%26I%3d7%26G%3dEf6Y%26y%3dXAcAb6%26N%3drQxI_2xWs_C8_vtcw_69_2xWs_BC1P7.Re84BeFoJmKkQiL.mLq_KazT_UpFx_KazT_UpMs0k0eK-3MvBxQw-0v4k8eLvR-4Oi-OkIpB-68v83Fr8_2xWs_BC%26h%3dF5Pz6B.KiM%26sP%3d5UCZD&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt" href="https://customer32629.musvc2.net/e/t?q=6%3dCY0UI%26I%3d7%26G%3dEf6Y%26y%3dXAcAb6%26N%3drQxI_2xWs_C8_vtcw_69_2xWs_BC1P7.Re84BeFoJmKkQiL.mLq_KazT_UpFx_KazT_UpMs0k0eK-3MvBxQw-0v4k8eLvR-4Oi-OkIpB-68v83Fr8_2xWs_BC%26h%3dF5Pz6B.KiM%26sP%3d5UCZD&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt" rel="noopener" style="color: rgb(60, 97, 170); caret-color: rgb(0, 0, 0); font-family: -apple-system, blinkmacsystemfont, " helvetica="" neue",="" "segoe="" ui",="" arial,="" sans-serif,="" "apple="" color="" emoji",="" ui="" symbol";="" text-align:="" center;="" word-break:="" break-word;="" text-decoration:="" none;="" line-height:="" 0;="" border:="" 0px;="" margin:="" padding:="" 0px;"="" target="_blank">


 ;

TIRRENO-ADRIATICO: RITORNA L'ARRIVO IN SALITA I ciclisti italiani piangono Davide Rebellin Philippe Gilbert conquista Monaco Giro Italia Ciclocross, tutte rosa le montagne di Ovindoli