IL LOMBARDIA 2022: UNA CORSA, TRE MONUMENTI pubblicato il 27/09/2022
IL LOMBARDIA 2022: UNA CORSA, TRE MONUMENTI
Vincenzo Nibali e Alejandro Valverde chiuderanno la carriera l’8 ottobre nell’ultima Classica Monumento della stagione. “Per me sarà una grande emozione e un grande onore chiudere al Lombardia che è una delle corse che ho amato di più nella mia carriera”, ha detto lo Squalo dello Stretto. “L’Italia è un Paese che ho sempre amato e dove mi è sempre piaciuto correre e chiudere col ciclismo agonistico al Lombardia mifa immenso piacere”, le parole di Valverde. Partenza da Bergamo e arrivo a Como dopo 253 km. Negli ultimi 60 chilometri in sequenza si affronteranno il Ghisallo, il San Fermo della Battaglia, il Civiglio, ancora il San Fermo prima del traguardo sul Lungolago di Como.


(Foto: Sprint Cycling Agency)
 
Como, 27 settembre 2022 – Sarà un’edizione molto speciale de Il Lombardia presented by Eolo quella che si svolgerà sabato 8 ottobre con partenza da Bergamo e arrivo a Como dopo 253 km. Due grandissimi campioni, che hanno fatto la storia del ciclismo, chiuderanno la carriera nell’ultima Classica Monumento della stagione: Vincenzo Nibali e Alejandro
Valverde
.


IL PERCORSO DE IL LOMBARDIA PRESENTED BY EOLO



Partenza da Bergamo in direzione val Seriana per un breve tratto pianeggiante prima di affrontare una serie di salite nelle Prealpi attorno alla città. Si concatenano senza respiro il Forcellino di Bianzano (Valle Rossa), la salita di Ganda, il Passo della Crocetta a Dossena, la Forcella di Bura e il Colle di Berbenno che conclude questa prima serie di asperità coprendo
oltre il 50% del dislivello complessivo della corsa. Segue una breve pianura che immette nella zona del Lago di Como che viene risalito da Lecco per arrivare a Bellagio dove inizia la salita classica del Ghisallo. Salita con pendenze fino al 14% su strada ampia con diversi tornanti. La discesa, molto veloce, si svolge per lunghi rettilinei termina a Maglio. Tratto tutto in leggera discesa per raggiungere Como dove la corsa percorrerà un circuito finale di 22 km. Si supera l’abitato di Como per affrontare una prima volta San Fermo della Battaglia (m 397), discendere su Como (percorrendo così quelli che al secondo passaggio saranno gli ultimi km) e transitare sul traguardo. Circa un chilometro dopo si affronta la dura salita verso Civiglio (614 m) con pendenze praticamente sempre attorno al 10% per ridiscendere e riattraversando Como superare per la seconda volta la salita di San Fermo della Battaglia.

Ultimi km
Ultimi 10 km che iniziano dentro l’abitato di Como, si seguono larghi vialoni fino al sottopasso ferroviario dove inizia la salita finale di San Fermo della Battaglia. La pendenza è attorno al 7% (max 10%) con carreggiata ristretta e fondo stradale ruvido. Si superano diversi tornanti fino allo scollinamento che avviene attorno ai 5 km dall’arrivo. La discesa su strada larga, ben pavimentata incontra due gallerie ben illuminate e due ampie rotatorie,
termina all’ultimo chilometro. Ai 600 m dall’arrivo ultima ampia curva verso sinistra.




LE SQUADRE AL VIA
25 squadre, 18 UCI World Teams e 7 UCI Pro Teams, da 7 corridori ciascuna

AG2R CITROEN TEAM
ASTANA QAZAQSTAN TEAM
BAHRAIN VICTORIOUS
BORA - HANSGROHE
COFIDIS
EF EDUCATION - EASYPOST
GROUPAMA - FDJ
INEOS GRENADIERS
INTERMARCHÉ - WANTY - GOBERT MATÉRIAUX
ISRAEL - PREMIER TECH
JUMBO-VISMA
LOTTO SOUDAL
MOVISTAR TEAM
QUICK-STEP ALPHA VINYL TEAM
TEAM BIKEEXCHANGE - JAYCO
TEAM DSM
TREK - SEGAFREDO
UAE TEAM EMIRATES

ALPECIN-DECEUNINCK
BARDIANI CSF FAIZANE
CAJA RURAL-SEGUROS RGA
DRONE HOPPER - ANDRONI GIOCATTOLI
EOLO-KOMETA CYCLING TEAM
TEAM ARKEA - SAMSIC
TOTALENERGIES


(Da sinistra Giorgia Gandossi, Consigliere della Provincia di Bergamo Delegata allo Sport, Mauro Vegni, Direttore Area Ciclismo RCS Sport, Vincenzo Nibali, vincitore de Il Lombardia nel 2015 e nel 2017, Alessandro Rapinese, Sindaco di Como e Alessandra Locatelli, Assessore alla Famiglia e alle Politiche sociali di Regione Lombardia)

DICHIARAZIONI

Vincenzo Nibali, vincitore de Il Lombardia nel 2015 e nel 2017 :
 
“Per me sarà una grande emozione e un grande onore chiudere al Lombardia che è una delle corse che ho amato di più nella mia carriera. Ricordo le vittorie di Bettini e Cunego nei miei primi anni da pro e sognavo un giorno di conquistare questa Monumento. Ci sono già riuscito due volte e sabato 8 ci riproverò ancora in quella che sarà la mia ultima corsa. Sono uscito bene da La Vuelta e ho delle buone sensazioni”. 



Mauro Vegni, Direttore Area Ciclismo RCS Sport"L'ultima Classica Monumento della stagione quest'anno è un po' più speciale del solito. Sarà infatti l'ultima volta che due grandi corridori come Vincenzo Nibali, che ha vinto questa corsa nel 2017 e nel 2015, e Alejandro Valverde, metteranno un dorsale sulla schiena. Siamo onorati che due grandi campioni come Vincenzo e Alejandro abbiano scelto Il Lombardia per chiudere le loro incredibili carriere. Dal punto di vista tecnico riproponiamo l'alternanza tra le due città di Bergamo, dove quest'anno verrà dato il via, e Como, che ospiterà l'arrivo. Un percorso caratterizzato da tante salite già nella prima nelle Prealpi attorno alla città di Bergamo: il Forcellino di Bianzano (Valle Rossa), la salita di Ganda, il Passo della Crocetta a Dossena, la Forcella di Bura e il Colle di Berbenno. Poi, dopo una breve pianura, ecco il finale esplosivo: negli ultimi 60 km i corridori dovranno affrontare le salite della Madonna del Ghisallo, San Fermo della Battaglia, Civiglio e un secondo passaggio sul San Fermo prima dell'arrivo a Como."

Alessandro Rapinese, Sindaco di Como: Sabato 8 ottobre 2022 la città di Como accoglierà l’arrivo del Giro di Lombardia.  Sarà una importante occasione per celebrare lo Sport, un segno di rinascita e di ritorno alla normalità dopo due anni segnati dalla pandemia. Molte realtà del territorio sono coinvolte nella preparazione e realizzazione di questo avvenimento sportivo di altissimo livello, cui il Comune di Como dà il patrocinio. “Il Lombardia” costituisce ogni anno l’occasione per mostrare al mondo - attraverso le immagini che vengono diffuse dai media - le bellezze paesaggistiche, artistiche e naturalistiche dell’Italia, del Lago e della nostra Como.
Sarà una giornata all’insegna della passione sportiva, un momento di vita comune e di festa.” 

 
Per il Comune di Bergamo il Sindaco Giorgio Gori, e Loredana Poli, Assessore allo Sport:
Da sempre Il Lombardia esercita su di me, ciclista nei miei spostamenti in città, un fascino del tutto particolare. Sarà il romanticismo della definizione “Classica delle Foglie Morte”, sarà il fatto che questa gara chiude di fatto la stagione del ciclismo professionista, sarà che si corre vicino a casa, fatto sta che non posso nascondere tutto il mio affetto e il mio entusiasmo nei confronti de Il Lombardia. Anche per questo sono orgoglioso del fatto che da 8 anni, praticamente da quando sono Sindaco di Bergamo, Il Lombardia è sempre partito o arrivato nella mia città: orgoglioso di poter mostrare la mia meravigliosa Bergamo alla carovana del “Giro” e ai tanti appassionati a casa, ma anche perché la nostra è terra di grande ciclismo, da sempre. Il Lombardia fa calare il sipario sulla stagione 2022, ma noi siamo già al lavoro sul prossimo anno: sarà infatti un grande 2023 per Bergamo e per il ciclismo, con Bergamo protagonista di un fitto calendario - che dal Giro d’Italia si snoderà fino a Il Lombardia – in occasione della Capitale Italiana della Cultura 2023."
 
Giorgia Gandossi, Consigliere della Provincia di Bergamo Delegata allo Sport
"L’ultima delle cinque Classiche Monumento consolida anche quest’anno un percorso che diventa sempre più riconoscibile per tutti gli appassionati di questo splendido sport. Bergamo e Como si palleggiano partenze e arrivi ormai da alcuni anni, in un duetto che a mio avviso fa molto bene a questa corsa e a questo sport. Bergamo è una delle città più belle e sportive d’Italia in cui lo sport in generale e il ciclismo in particolare sono valori riconoscibili e imprescindibili del territorio. La Classica delle Foglie Morte è di casa in Provincia di Bergamo e il doppio passaggio in città contribuisce a dare visibilità al nostro territorio a livello internazionale. Tutta l’Amministrazione esprime la sua più grande soddisfazione per questo evento di Sport, con l’auspicio che il gradino più alto possa tornare a vestire il nostro tricolore."

Alessandra Locatelli, Assessore alla Famiglia e alle Politiche sociali di Regione Lombardia: "Anche quest’anno Como ospita un grande evento storico quale è Il Lombardia. Lo sport è da sempre uno straordinario strumento di aggregazione e inclusione e per questo motivo come rappresentante di Regione Lombardia voglio portare il mio ringraziamento a tutti coloro che ogni anno con passione e professionalità si dedicano all’organizzazione di questo evento, portare il grande ciclismo sulle strade di Como è un’occasione per valorizzare ancora di più il nostro bellissimo territorio."

Antonio Rossi, Sottosegretario alla Presidenza per Sport, Olimpiadi 2026, Grandi Eventi della Regione Lombardia
“E’ sempre un piacere assistere alle corse nelle nostre zone, che hanno un profondo amore per il ciclismo e una cultura ciclistica radicata. Il Lombardia si prepara per l’edizione che si svolgerà il prossimo otto di ottobre. Da sempre la gara vuol dire spettacolo e calore della gente. La nostra regione è terra di sport, di passione, di atleti che non vedono l’ora di competere. Un percorso che da Bergamo fino al Lago di Como farà scoprire le bellezze della nostra Lombardia. Penso a quanta strada è stata fatta dalla prima edizione ad oggi. Servirà l’impresa per poter vincere. Lo sanno bene tutti i ciclisti che partecipano al Lombardia dove lo spettacolo è assicurato. Mi auguro che possano assistere il più gran numero di cittadini ed appassionati che amano questo sport. Gli organizzatori hanno lavorato affinché la gara si possa svolgere nelle migliori condizioni possibili sia per gli spettatori sia per i corridori.
Sono felice di poter salutare i partecipanti dell’edizione 2022. Spero che questa manifestazione regali, come ogni anno, opportunità, gioia ed entusiasmo, coinvolgendo i cittadini e gli amanti delle due ruote, continuando ad essere un esempio positivo per tutti coloro che amano lo sport e i suoi valori.”


(Tadej Pogacar, vincitore de Il Lombardia 2021)
 
#ILombardia
 
Photo Credits: LaPresse



 ;

TIRRENO-ADRIATICO: RITORNA L'ARRIVO IN SALITA I ciclisti italiani piangono Davide Rebellin Philippe Gilbert conquista Monaco Giro Italia Ciclocross, tutte rosa le montagne di Ovindoli