GIRO100

5/5 - 28/5 2017

GIRO 100: LE AMBIZIONI DEL CAMPIONE IN CARICA Le prime conferenze stampa delle squadre che parteciperanno al Giro 100 si sono svolte oggi. Tra i top riders in gara hanno parlato il campione in carica Vincenzo Nibali, l'olandese Tom Dumoulin, il decano dei velocisti André Greipel e lo scalatore italiano Domenico Pozzovivo. Alghero, 3 maggio 2017 – Il Giro d'Italia edizione 100, in programma dal 5 al 28 maggio ed organizzato da RCS Sport / La Gazzetta dello Sport, entra nel vivo con le prime conferenze stampa delle squadre che parteciperanno alla Corsa Rosa. Il campione in carica Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) ha dichiarato: “Mi sento abbastanza bene. Il clima qui in Sardegna è eccezionale. Non vedo [...]

Continua »
17a tappa

TIRANO - CANAZEI (Val di Fassa) 219 Km in linea - ROLLAND COGLIE LA PRIMA AL GIRO - DUMOULIN IN MAGLIA ROSA
Download:   altimetria  -  planimetria  -  tabella orari  -
data: 24/05/2017 - partenza: TIRANO - arrivo: CANAZEI - lunghezza: 219 km - dislivello:  m



Pierre Rolland ad Oropa © Photo Andrea Magnani



Mercoledì 24 maggio - 17a tappa GIRO100  - TIRANO  / CANAZEI (Val di Fassa)   219 km 


altimetria 17a tappa Tirano - Canazei (Val di Fassa)



salite 17a tappa Tirano - Canazei (Val di Fassa)

altimetria ultimi km 17a tappa Tirano - Canazei (Val di Fassa)


in allegato download delle altimetrie e la cronotabella con gli orari dei passaggi



 

ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA
DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA

Il corridore francese ha preceduto sul traguardo Rui Costa e Izaguirre

Canazei (Val di Fassa), 24 maggio 2017 – Il corridore francese Pierre Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team) ha vinto in solitaria la diciassettesima tappa del 100º Giro d'Italia, Tirano-Canazei (Val di Fassa) di 219 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Rui Alberto Faria Da Costa (UAE Team Emirates) e Gorka Izaguirre (Movistar Team).

Tom Dumoulin indossa ancora la Maglia Rosa di leader della classifica generale della corsa.

RISULTATO FINALE

1 - Pierre Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team) - 219 km in 5h42’56”, media 38,316 km/h
2 - Rui Alberto Faria Da Costa (UAE Team Emirates) a 24"
3 - Gorka Izaguirre (Movistar Team) s.t.

CLASSIFICA GENERALE

1 - Tom Dumoulin (Team Sunweb)
2 - Nairo Quintana (Movistar Team) a 31"

3 - Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) a 1'12"
4 - Thibaut Pinot (FDJ) a 2'38"
5 - Ilnur Zakarin (Team Katusha Alpecin) a 2'40"


Il vincitore di tappa Rolland, subito dopo l'arrivo, ha dichiarato: "Sono felicissimo, abbiamo atteso questo momento per così tanto tempo... Ho avuto una stagione complicata l'anno scorso. Avevo provato a vincere tantissime volte, ci avevo creduto sempre. Ero nella prima fuga di giornata oggi, ma alla fine aspettare quella successiva è stata una buona decisione, mi ha permesso di attaccare dopo due salite. Alla fine è stata una questione di coraggio. Ho scelto il momento giusto, è un gran sollievo."

La Maglia Rosa Dumoulin ha dichiarato: "Ho virtualmente perso la Maglia Rosa ad un certo punto oggi ma non mi sono mai preoccupato. Abbiamo solo dovuto inseguire più duramente di quanto programmato. Sapevo che altre squadre avrebbero dovuto difendere le loro maglie e ci avrebbero aiutato, solo che prima di cominciare a tirare hanno aspettato a lungo. È stata una loro scelta. Polanc ha scavalcato un bel po' di corridori in Generale. La mia squadra ha fatto un lavoro fantastico per tenere la mia Maglia Rosa al sicuro."

Seguiranno le dichiarazioni della conferenza stampa e altri materiali.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Tom Dumoulin (Team Sunweb)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Fernando Gaviria (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Mikel Landa Meana (Team Sky)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Bob Jungels (Quick-Step Floors)

#Giro100

PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada

 

LA CHANSON DE ROLLAND

Il francese vince da solo dopo una lunga fuga. Dumoulin difende la Maglia Rosa. Domani Tappone Dolomitico con cinque passi in diretta dalle ore 13.15

Canazei (Val di Fassa), 24 maggio 2017 – Pierre Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team) ha messo fine ad lungo digiuno di successi tornando alla vittoria nella tappa di oggi, la Tirano-Canazei (Val di Fassa) di 219 km. Uscito dal gruppo già al km 0, ha poi aspettato per un successivo contro attacco, prima di salutare definitivamente i suoi compagni di fuga quando mancavano 7 km al traguardo. La Maglia Rosa resta sulle spalle di Tom Dumoulin (Team Sunweb), dopo essere stata indossata virtualmente durante la tappa da Jan Polanç (UAE Team Emirates), anche lui in fuga e ora decimo nella Generale.

VOLANO GLI ASCOLTI IN TV E SUL WEB
La tappa di ieri, con le ascese del Mortirolo e due volte dello Stelvio, ha fatto registrare numeri da record per il Giro 100:

  • Su Rai 2 è stato registrato il più alto ascolto infrasettimanale del Giro degli ultimi 7 anni. Il "Giro all’arrivo" infatti (dalle 16.03 alle 17.09) ha raccolto il 22,99% di share pari a 2.515.600 telespettatori nel minuto medio e con picchi del 27,08% di share e quasi 3 milioni di telespettatori (2.915.509). Sempre nella giornata di ieri, nella propria fascia di messa in onda, il Giro risulta inoltre essere il secondo programma più visto della TV italiana
  • Sul sito giroditalia.it sono state oltre 5.000.000 le pagine uniche visualizzate con 745.000 utenti unici, mentre l'applicazione mobile ha avuto 3.000.000 di pagine uniche visualizzate con 140.000 utenti unici
  • Ieri il canale TV La Chaîne L’Equipe ha superato i propri record di ascolto, grazie alla tappa dello Stelvio: 640.000 ascoltatori in media dalle 12:32 alle 17:12, con share medio dello 7,9%. Impressionante il picco all’arrivo, con 1.100.000 telespettatori e il 16,5% di share, il che ha resto La Chaîne l’Equipe il canale TV più visto in Francia in quel momento

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Pierre Rolland ha vinto lo stesso giorno (24 maggio) del suo connazionale Antonin Rolland, vincitore di una tappa del Giro a Pescara nel 1957. I due Rolland non sono parenti
  • Questa è la 63esima vittoria di tappa per un corridore francese al Giro. L'ultima era stata la tappa 10 vinta da Nacer Bouhanni a Salsomaggiore Terme, al Giro del 2014
  • È la prima vittoria al Giro di Pierre Rolland, già vincitore di due tappe al Tour de France: la tappa 19 all'Alpe d'Huez nel 2011 e la tappa 11 a La Toussuire nel 2012. Quarto alla sua prima partecipazione al Giro d'Italia nel 2014
  • Eguagliato il record di corridori provenienti da undici differenti nazioni ad aver vinto un tappa nella stessa edizione del Giro. La Francia si va ad aggiungere a Austria, Germania, Colombia, Slovenia, Svizzera, Australia, Spagna, Paesi Bassi, Lussemburgo e Italia. Le undici nazioni del 2010 erano state: Australia, Belgio, Danimarca, Francia, Regno Unito, Germania, Italia, Russia, Svizzera, Svezia e Stati Uniti


DOWNLOAD

DATI MONITORATI OGGI
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale.
 I dati sono disponibili a questo link.


RISULTATO FINALE
1 - Pierre Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team) - 219 km in 5h42’56”, media 38,316 km/h
2 - Rui Alberto Faria Da Costa (UAE Team Emirates) a 24"
3 - Gorka Izaguirre (Movistar Team) s.t.

CLASSIFICA GENERALE

1 - Tom Dumoulin (Team Sunweb)
2 - Nairo Quintana (Movistar Team) a 31"

3 - Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) a 1'12"
4 - Thibaut Pinot (FDJ) a 2'38"
5 - Ilnur Zakarin (Team Katusha Alpecin) a 2'40"

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Tom Dumoulin (Team Sunweb)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Fernando Gaviria (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Mikel Landa Meana (Team Sky)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Bob Jungels (Quick-Step Floors)


CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa, Pierre Rolland, ha dichiarato: 
"Mi sono svegliato alle 5 di mattina ieri, ero molto eccitato per la tappa con lo Stelvio. È per queste tappe che sono un corridore. Amo la storia del mio sport. Questo è il 100° Giro d'Italia. Amo le grandi tappe come ieri. Purtroppo ho avuto una brutta giornata e mi sono chiesto se la buona forma che avevo all'inizio del Giro fosse già in calo, ma non era questo il caso. Oggi mi sono sentito bene. Mi aspettavo di fare qualcosa ieri o domani, ma ho deciso di correre la tappa di oggi come se fosse l'ultima. Tutti erano stanchi dalla tappa di ieri. È stata una delle più dure che abbia mai fatto. Oggi era una questione di coraggio. Lo scorso inverno sono andato in Colorado per organizzare la mia stagione con Jonathan Vaughters, il mio team manager che è anche il mio allenatore. Abbiamo deciso di fare il Giro e il Tour puntando alle tappe. Questo è il tipo di ciclismo che mi piace veramente, più che correre per la Generale, che è stressante e non lascia molte occasioni per godersi la corsa. Questo sport è troppo difficile per non divertirsi. Oggi in bicicletta mi sono divertito molto!".


La Maglia Rosa, Tom Dumoulin, ha dichiarato: "Cerco di non pensare troppo a quanto grande sia l'eco dei fatti di ieri in Olanda. Stamattina mi sono sentito un po' insicuro. Ero un po' preoccupato all'inizio, ma poi è andato tutto bene durante la tappa. Sapevo che la seconda salita era molto distante dal traguardo. Sarei stato sorpreso se qualche corridore di classifica avesse provato un'azione da lontano. La Bahrain-Merida ha provato all'inizio, hanno fatto un buon lavoro perché abbiamo dovuto lavorare più di quanto speravamo. Domani ci potrebbero essere attacchi sin dall'inizio, dobbiamo essere pronti a tutto. Non sono qui per passare alla storia per averla fatta nei cespugli, sono qui per scrivere la storia, per vestire la Maglia Rosa Milano."


LA TAPPA DI DOMANI 
Tappa 18 – Moena (Val di Fassa)-Ortisei/St. Ulrich 137 km - dislivello 3.700 m 
Tappone dolomitico con 5 GPM: Passo Pordoi, Passo Valparola, Passo Gardena, Passo Pinei e Pontives (salita finale) tutti in successione senza tratti pianeggianti.

In 137 km si scalano poco meno di 4000 m di dislivello con pendenze medie attorno al 7% e punte fino al 15%. Le strade sono sempre di carreggiata media e con fondo prevalentemente buono.

Ultimi km
Ultimi 15 km interamente in salita. Primi 10 km molto ripidi sempre attorno al 9% con punte del 14%.


Al km 10.9 la strada spiana e scende leggermente per ricominciare a salire (si attraversa una galleria paravalanghe) con pendenze più moderate (max 8%). Ultimo km piuttosto articolato sempre leggermente a salire. Arrivo su ampia semicurva all’1.5% di 100 m, largo 6.5 m su asfalto.

#Giro100

PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada

 
 
 
 
Pierre Rolland solos to Giro d'Italia stage 17 win 
 
 

Pierre Rolland knew he had won stage 17 of the Giro d’Italia when he hit the flamme rouge with 27 seconds over his chasers.

The Frenchman had time to savor the victory in Canazei. He flashed a huge smile, pointed to the sponsors on the front of his jersey and threw his hands in the air as he crossed the finish line.

He embraced Cannondale-Drapac soigneur Ricardo Pereira first and then communications director Matthew Beaudin. He hoisted his Cannondale Evo SuperSix high over his head. And then Rolland buried his face in his hands and he cried.

“I don’t have the word in English,” said Rolland. “It’s soulagment [relief]. I worked so hard for this, and I haven’t had the compensation for my work. I have tried to win so many times, and today I finally did. This is the reward for me and all my Cannondale-Drapac teammates.”

Rolland was part of an early breakaway of three riders that slipped away at the start of the 219-kilometer stage. The 30-year-old rode with Matej Mohoric (UAE Team Emirates) and Pavel Brutt (Gazprom) over the first two categorized climbs before opting to drop back to a 40-rider chase group that included Mike Woods.

“Sometimes after a hard stage, I go from the start,” said Rolland“I didn’t think there would be just three of us. I took the first climb easy, the second climb easy, and then I waited for the big group.

“Those big groups are never easy to manage,” Rolland added. “They’re like a big lottery.”

Rolland won this particular lottery with panache. Having marked several attacks in the finale, he launched one of his own with seven kilometers still to race. The gap opened with relative ease, and it was immediately clear Rolland had the legs to last the distance. In his wake, Quick-Step Floors and Dimension Data were late to organize the chase, and their efforts were stymied by Woods, who saw fit to play the role of the disrupter as the finish line loomed.

“Mike was a very effective and selfless teammate today,” said Slipstream Sports CEO Jonathan Vaughters“Without his intelligence and sacrifice, there would be no win.”

HOW IT HAPPENED

With two categorized climbs in the opening 60 kilometers on the heels of a huge general classification day on Tuesday, Giro d’Italia 17 offered the escape artists an enticing opportunity. Yet the anticipated hard-fought battle to be in the move of the day never materialized. RollandMohoric and Brutt were allowed to roll off the front from the start.

“The chase group set itself up in a really weird way, too,” noted Woods“It was a headwind going up a climb, and I think guys were a bit tired from yesterday. Some guys let go of the wheels, and all of a sudden we were just in a group.

“I had Alex Howes yelling at me in the radio: ‘Keep motivated. It’s a good group. This one is going to go.’ ”

It went.

By the mid-point of the stage, Rolland had dropped back to the chase group with Woods to save his energy for the second half of the stage.

Brutt cracked dramatically, leaving Mohoric alone out front. The young Slovenian was swept up by the chasers with 55 kilometers still to race.

The group had 11 minutes on the peloton heading into the final hour of racing.

“We didn’t have to talk too much because we both knew what we had to do,” said Woods. “Pierre is a good leader, and he gave me a bit of advice as to who we should follow. We had [sport director] Charley [Wegelius] in the car, saying we need to cover UAE, we need to cover Movistar. That’s what we did. We covered the key figures and the key moves in the race. We both had great legs.”

In Rolland and WoodsCannondale-Drapac had two distinct options. Rolland relishes any opportunity to go on the offensive, and Woods has proven capable in the hardest uphill sprints.

“I had a huge boost of adrenaline coming into the final,” said Woods“I’m always excited to be at the front of a race at a race of this significance. It was hard, but I didn’t even feel my legs. The finish suited us. With so many guys tired from yesterday, today, I was able to cover moves confidently, and that got me increasingly excited.”

As the chase group fractured and regrouped, Rolland and Woods always managed to put themselves on the right side of any split.

“In a race like this, at the end, everyone is dead,” noted Rolland“Every rider is tired. It’s an unbelievable fight. I followed some moves, and then in one moment, I thought: ‘Okay, it’s now.’ And I went. I attacked. I got 10 meters. 20 meters. 30 meters. I thought: ‘push! push! push!’ There’s nothing more to it than that.

“I had 10 seconds, 15 seconds, 20 seconds. 25 seconds. I understood Charley on the radio, and I was really connecting with him. We have a good connection from last year and Tour and our experiences there. That helped me today.”

Rolland has won two Tour de France stages. His victory in Canazei is his first Grand Tour win in five years, and his first win for Cannondale-Drapac.

Rolland had a deeply disappointing inaugural season with the American-registered squad. He put all his efforts into leading the team at the Tour de France only to crash heavily twice. The first crash eliminated his general classification hopes; the second crash his stage-hunting ambitions.

“During the winter, I went to Colorado to speak with Jonathan Vaughters, who is the manager of my team and also my coach now,” said Rolland“We considered my career. We realized that I’m not built for racing the general classification. It’s against my nature. I’m more of an attacker – so we decided I would go for stage wins at the Giro and the Tour.”

Back home in Colorado, Vaughters watched Rolland attack his way to victory.

“It was a great and very athlete win for Pierre,” said Vaughters. “He has such huge talent, and I’m just glad the world finally got to see it in full display today.

“He has been an open-minded and hard working student,” Vaughters added. “What we’ve done is vastly different than how he’s trained and eaten in the past. I’m thankful he’s continued to have faith in the training, even when things were a bit rough. Today it paid off, and I think this is only the beginning of the dividends.”

The Giro d’Italia continues tomorrow with a short but sharp stage. The peloton will cover five categorized climbs over 137 kilometers between Moena and St. Urlich.

“I’m feeling good,” said Woods“I think I’m improving every day. Pierre is flying. Davide [Formolo] is riding so well on the general classification. It’s gotten everyone motivated. We still have a lot left. We’re not done yet.”

Note: Feature image by Russ Ellis (@cyclingimages)

 
CONNECT WITH THE CANNONDALE-DRAPAC PRO CYCLING TEAM


 
 
 
 

News | Giro d'Italia - Wednesday 24 May, 2017


 

 
 
 

Rui Costa’s performance at the 17th stage of the Giro d’Italia secured UAE Team Emirates a podium position in Canazei whilst Jan Polanc successfully climbed up the General Classification standings to secure a placen in the top ten.
Pierre Rolland won the stage with Izagirre in third behind Rui Costa. Tom Dumoulin continues to retain the Maglia Rosa.
 
Commenting on his second place, Rui Costa said: “I missed the victory for the second time and it’s a pity because today my legs felt really good. I’m however very proud of the impressive team effort showen by UAE Team Emirates today, there were four of us in the main breakaway driving the pace of the leading group: myself, Polanc, Mohoric and Conti. Towards the end of the race there were a lot of attacks and it was not possible to keep up with them all. Overall I am happy with the results“.
 
Matej Mohoric, who crested the first climb solo, said of the team’s efforts: “I went clear of the peloton from the start and tried my best to help Polanc move up in the General Classification and supporr Rui to get the stage victory, which was unfortunatley won by Rolland. We are a strong team and I have not doubt that we will attack again“.
 
UAE Team Emirates worked together to push Polanc into thenth place in the GC.
Commenting on the results, the Slovenian rider said: “Right now my legs feel quite drained. I joined the breakaway because it was such a big group however it proved to be hard. Everybody was playing it safe after yesterdays’s dramatic stage and I really hope I didn’t overdo it today. 
I thank my teammates for helping me move into the top ten of the General Classification“.
 
Stage results
1 Rolland Pierre (Cannondale-Drapac) 5h42’56”
2 Rui Costa (UAE Team Emirates) 24″
3 Izagirre Gorka (Movistar) s.t.
4 Sutherland Rory (Movistar) s.t.
5 Busato Matteo (Wilier Triestina-Selle Italia) s.t.
 
General classification
1 Dumoulin Tom (Team Sunweb) 76h05’38”
2 Quintana Nairo (Movistar) 31″
3 Nibali Vincenzo (Bahrain-Merida) 1’12”
10 Polanc Jan 6’33”
 
VERSIONE ITALIANA
Rui 2° a Canazei, Polanc sale al 10° posto in classifica
 
Quattro coraggiosi cavalieri del’UAE Team Emirates, ovvero Mohoric, Rui Costa, Polanc e Conti, hanno cercato di compiere l’impresa di vincere la 17^tappa del Giro d’Italia (Tirano-Canazei, 219 km con le salite dell’Aprica, del Tonale e di Giovo) lanciandosi in una attacco da lontano.
 
Mohoric è uscito dal gruppo subito dopo il via, raggiunto sul Tonale dai compagni Rui Costa, Conti e Polanc e da altri 40 atleti.
Il gruppo ha concesso un buon margine e, grazie al grande lavoro di Mohoric, Rui Costa e Conti sono arrivati nel finale a giocarsi il successo di tappa (2° posto per Rui Costa, preceduto da Rolland, autore dell’allungo vincente ai -7 km), mentre Polanc ha potuto balzare al 10° posto della classifica generale, con un ritardo da Dumoulin aggiornato a 6’33”.
 
Rui Costa (foto Bettini): “Mi è sfuggita la vittoria per la seconda volta in questo Giro, mi spiace perché avevo ottime gambe e la squadra ha lavorato in maniera eccezionale, portando quattro corridori nella fuga principale.
Negli ultimi chilometri si sono susseguiti tanti attacchi, non era possibile seguirli tutti“.
 
Conti: “Volevamo essere a tutti i costi nelle fughe, la squadra ha corso bene e, personalmente, ho avvertito buone sensazioni dopo un periodo difficile. Mi sono messo nel finale a disposizione di Rui, dispiace che Rolland abbia colto il momento giusto per allungare“.
 
Polanc: “Quando ho visto che si stava formando un folto gruppo di fuggitivi, ho provato a cogliere l’occasione e mi sono unito agli attaccanti. Con questa azione ho guadagnato posizioni nella classifica generale, spero di non aver speso troppe energie e di avere buone gambe per domani“.
 
Mohoric: “Era una tappa adatta alle fughe, così non ho perso tempo e ho attaccato subito, trovandomi anche da solo in testa alla corsa. Ripreso dai primi inseguitori, ho dato il massimo per aiutare Rui Costa, Conti e Polanc per provare a raggiungere i rispettivi obiettivi. Peccato che Rui abbia trovato un Rolland perfetto, ma ci riproveremo ancora“.
 
Ordine d’arrivo
1 Rolland Pierre (Cannondale-Drapac) 5h42’56”
2 Rui Costa (UAE Team Emirates) 24″
3 Izagirre Gorka (Movistar) s.t.
4 Sutherland Rory (Movistar) s.t.
5 Busato Matteo (Wilier Triestina-Selle Italia) s.t.
 
Classifica generale
1 Dumoulin Tom (Team Sunweb) 76h05’38”
2 Quintana Nairo (Movistar) 31″
3 Nibali Vincenzo (Bahrain-Merida) 1’12”
10 Polanc Jan 6’33”


 


 





















BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA

Tappa alpina di oltre 200 km, con varie salite nella parte iniziale e, dopo la lunga discesa della Val di Sole, una costante risalita verso l'arrivo di Canazei in Val di Fassa, per un totale di 3.500 m di dislivello.


Tirano, 24 maggio 2017 – Buongiorno dalla diciassettesima tappa del centesimo Giro d'Italia, in programma dal 5 al 28 maggio e organizzato da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, la Tirano-Canazei (Val di Fassa), di 219 km. Tappa alpina caratterizzata da lunghe salite nella parte iniziale e, dopo la lunga discesa della Val di Sole, dalla costante risalita verso l'arrivo di Canazei in Val di Fassa.

La corsa ha passato il km 0 alle ore 11.22 con il gruppo forte di 168 corridori. Non partito il numero 217, Daniel Martinez Poveda (Wilier Triestina - Selle Italia).

Nella tappa di oggi, i seguenti corridori saranno dotati del dispositivo per il monitoraggio dati in tempo reale di Velon: 1 Vincenzo Nibali, 8 Kanstantsin Siutsou e 9 Giovanni Visconti (Bahrain - Merida); 41 Tejay Van Garderen, 43 Silvan Dillier e 47 Manuel Senni (BMC Racing Team); 54 Patrick Konrad e 58 Lukas Pöstlberger (Bora - Hansgrohe); 61 Pierre Rolland, 64 Davide Formolo e 68 Davide Villella (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team); 142 Igor Anton e 144 Omar Fraile (Team Dimension Data); 107 Tomasz Marczynski e 109 Maxime Monfort (Lotto Soudal); 111 Nairo Quintana 113 Andrey Amador e 117 Gorka Izaguirre (Movistar Team); 121 Adam Yates e 129 Carlos Verona (Orica - Scott); 131 Bob Jungels, 133 Laurens De Plus e 139 Pieter Serry (Quick-Step Floors); 161 Steven Kruijswijk e 162 Enrico Battaglin  (Team Lotto NL - Jumbo); 171 Mikel Landa Meana e 178 Diego Rosa (Team Sky); 181 Tom Dumoulin, 184 Chad Haga e 187 Georg Preidler (Team Sunweb); 191 Bauke Mollema, 198 Peter Stetina e 199 Jasper Stuyven (Trek - Segafredo); 201 Rui Alberto Faria Da Costa, 202 Valerio Conti e 209 Jan Polanc (UAE Team Emirates); 218 Cristian Rodriguez Martin (Wilier Triestina - Selle Italia); 98 Evgeny Shalunov (Gazprom - Rusvelo); 71 Jan Hirt (CCC Sprandi Polkowice). I dati in tempo reale possono essere visualizzati su www.giroditalia.it


METEO
Tirano (11.22 - Partenza): Parzialmente nuvoloso, 21°C. Vento: debole – 5 km/h.
Canazei (17.15 circa - Arrivo): Variabile, 23°C. Vento: debole – 7 km/h.

DOWNLOAD


PUNTI E ABBUONI IN PALIO
Durante la tappa ci saranno 13 secondi di abbuono massimo in palio per la classifica generale, 3 al secondo traguardo volante e 10 sul traguardo finale per il primo classificato. Vi sono inoltre 45 punti per la classifica della Maglia Ciclamino (classifica a punti) e 37 punti per la Maglia Azzurra di miglior scalatore.

CLASSIFICA GENERALE

1 - Tom Dumoulin (Team Sunweb)
2 - Nairo Quintana (Movistar Team) a 31"
3 - Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) a 1'12"

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Tom Dumoulin (Team Sunweb)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Fernando Gaviria (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Mikel Landa Meana (Team Sky)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Bob Jungels (Quick-Step Floors)


PERCORSO
Tappa 17 – Tirano-Canazei (Val di Fassa) 219 km - dislivello 3.500 m 
Tappa mossa. Prima parte con salite impegnative come Aprica e Passo del Tonale seguite dalla lunga discesa della Val di Sole.

Seconda parte sempre in ascesa con il GPM di Giovo all’inizio della risalita seguito da un lungo falsopiano sempre a salire fino all’arrivo.

Ultimi km
Ultimi 5 km tutti in leggera salita lungo strada ampia e ben pavimentata. Brevissima discesa ai 1000 m dall’arrivo. Rettilineo finale di 450m, su asfalto, largo 6.5 m.

#Giro100

PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada


  282_26_T17_Canazei_alt.jpg   282_26_T17_Canazei_plan.jpg   282_26_T17_Canazei_CR.pdf   282_26_T17_Canazei_ARR.jpg   282_26_T17_S02_03_alt.jpg   282_26_T17_Canazei_ukm.jpg
Video

 ;



Foto
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
BUONGIORNO DALLA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
ROLLAND HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA DUMOULIN ANCORA IN MAGLIA ROSA © PHOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada
PIERRE ROLLAND © PHOTO ANDREA MAGNANI BIKENEWS.IT
PIERRE ROLLAND © PHOTO ANDREA MAGNANI BIKENEWS.IT



« indietro