Giro d’Italia 2016 - 99a edizione della corsa rosa


6 - 29 maggio 2016




Il Giro d'Italia 2016 sarà il 99° da Apeldoorn in Olanda a Torino, dal 6 al 29 maggio. Il via dai Paesi Bassi e l'arrivo nel capoluogo piemontese


 



 
EXPO Milano, 5 ottobre 2015 - Il Giro 2016 ha svelato le sue carte presso l'Auditorium in EXPO Milano, con una presentazione che ha visto presenti fra gli altri la nostra Francesca Lugeri, la Geologa del Giro che ha iniziato la sua avventura rosa grazie a BIKENEWS.IT

Si parte il 6 maggio da Apeldoorn nei Paesi Bassi e si arriva il 29 maggio a Torino, dopo 3.383 km e 21 tappe.
La 99esima edizione della corsa rosa targata Gazzetta-Rcs Sport si può riassumere in due crono individuali (prima e nona tappa), una cronoscalata (15esima tappa), quattro tappe di alta montagna.

Presentiamo le altimetrie concesse dall'organizzazione, che descrivono tutte le tappe e i dettagli in 3D delle salite più impegnative.

 






 

Il Giro d'Italia 2016 si svolge dal 6 al 29 maggio. Il percorso totale è lungo 3468 km
LE TAPPE
1ª tappa,  venerdì 6 maggio, Apeldoorn (Crono individuale), 9,8 km 
2 ª tappa, sabato 7,               Arnhem-Nijmegen, 190 km 
3 ª tappa, domenica 8,           Nijmegen-Arnhem, 190 km 
Lunedì 9, riposo 
4 ª tappa , martedì 10,            Catanzaro-Praia a Mare, 200 km 
5 ª tappa,  mercoledì 11,         Praia a Mare-Benevento, 233 km 
6 ª tappa giovedì 12,             Ponte-Roccaraso (Aremogna) 157 km 
7 ª tappa,  venerdì 13,             Sulmona-Foligno, 210 km 
8 ª tappa,  sabato 14,              Foligno-Arezzo, 186 km 
9 ª tappa,  domenica 15,         Chianti Classico (Crono individuale), 40,5 km 
Lunedì 16, riposo 
10 ª tappamartedì 17,            Campi Bisenzio-Sestola, 219 km 
11 ª tappa, mercoledì 18,        Modena-Asolo, 212 km 
12 ª tappa, giovedì 19,            Noale-Bibione, 182 km 
13 ª tappa, venerdì 20,            Palmanova-Cividale del Friuli, 170 km 
14 ª tappa, sabato 21,             Alpago (Farra)-Corvara, 210 km 
15 ª tappa, domenica 22,        Castelrotto-Alpe di Siusi (Crono individuale), 10,850 km 
Lunedì 23, riposo 
16 ª tappamartedì 24,            Bressanone-Andalo, 132 km 
17 ª tappa, mercoledì 25,        Molveno-Cassano d’Adda, 196 km 
18 ª tappagiovedì 26,            Muggiò-Pinerolo, 244 km 
19 ª tappavenerdì 27,            Pinerolo-Risoul, 162 km 
20 ª tappa, sabato 28,             Guillestre-Sant’Anna di Vinadio, 134 km 
21 ª tappadomenica 29,        Cuneo-Torino, 163 km 
Totale 3468,15 km    


Alejandro Valverde, Peter Sagan campione del mondo di RIchmond, Alberto Contador, ultimo vincitore del Giro 2015 e Vincenzo Nibali








 

IL GIRO D’ITALIA 2016 SVELATO A EXPO MILANO

La Corsa Rosa, per la prima volta nella storia una Grande Gara a tappe, è stata presentata ad una Esposizione Universale – EXPO MILANO 2015. La Grande Partenza sarà dai Paesi Bassi, dodicesima volta per il Giro d’Italia dall’estero. Il percorso prevede 3 cronometro individuali, 7 tappe per velocisti, 7 di media montagna di cui 2 con arrivo in salita, 4 di alta montagna di cui 3 con arrivo in salita per un totale di 3.383 chilometri e 42.200 metri di dislivello. Enel è il nuovo sponsor della Maglia Rosa.







 
Milano, 5 ottobre 2015 – Il Giro d'Italia 2016, organizzato da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport in programma dal 6 al 29 maggio, è stato svelato oggi a EXPO MILANO 2015, prima volta di una Grande Gara a Tappe ad una Esposizione Universale.

Sono stati oltre 1.000 gli ospiti che hanno gremito la platea dell’Auditorium di EXPO MILANO 2015. A fare gli onori di casa il Commissario Unico di EXPO MILANO 2015, Giuseppe Sala. Sono intervenuti inoltre l'Amministratore Delegato di RCS Sport, Raimondo Zanaboni, il Presidente dell’Unione Ciclistica Internazionale, Brian Cookson, oltre a molti campioni delle due ruote a partire dalla nuova Maglia Iridata, Peter Sagan. Insieme a lui anche il vincitore dell’ultimo Giro d’Italia, Alberto Contador, Vincenzo Nibali, Alejandro Valverde, Philippe Gilbert, Tom Dumoulin, Marcel Kittel, Elia Viviani e Ivan Basso (vincitore della Corsa Rosa nel 2006 e 2010) che nell’occasione ha ricevuto un premio speciale alla carriera. Inoltre sono intervenuti, in maniera cospicua, anche rappresentanti del mondo delle Istituzioni, degli Sponsor e dei Media.




Raimondo Zanaboni, a nome di RCS Sport, ha detto: "È un piacere essere all’Expo e ha un significato particolare perché Expo è stato un evento di grande successo, vetrina dell’Italia migliore. Anche il Giro sempre di più, oltre ad essere un evento sportivo, vuole essere vetrina e rappresentare i migliori valori del nostro paese."

"È la 99esima edizione quella del 2016, precede la grande edizione del centenario. Il Giro è un evento che ormai è un pezzo di storia d’Italia, di grande tradizione ed è il principale evento di RCS Sport. Un evento internazionale organizzato da una società che sempre di più guarda al di fuori dei confini italiani. Infatti giovedì partirà l’Abu Dhabi Tour, organizzato da RCS Sports and Events. La stessa RCS Sport fa parte di un più grande sistema, composto da Gazzetta dello Sport, dalla sua gemella Marca in Spagna e da Last Lap, società di eventi sportivi spagnola, e sempre di più si proietta verso una dimensione internazionale."

"A sottolineare questo la Grande Partenza del 2016 sarà al di fuori dei confini italiani, nei Paesi Bassi e per la precisione nella Regione del Gelderland".


Brian Cookson, intervenuto nell'occasione parlando italiano per salutare la platea, ha detto: "Sono molto felice di essere qui a Milano. Il Giro sta diventando sempre più globale, poiché è fonte di ispirazione per tutti i tifosi in tutto il mondo. Sono sicuro che il vincitore del prossimo Giro sarà un corridore completo. Sono un grande tifoso e non vedo l’ora che il Giro abbia inizio."

"La stagione del WorldTour si è chiusa ieri con la vittoria di Vincenzo Nibali al Lombardia. La Spagna ha vinto la classifica generale con Valverde miglior corridore e Movistar migliore squadra. Manca solo un evento nel calendario internazionale, l’Abu Dhabi Tour, che si concluderà con L’UCI Gala. Voglio personalmente ringraziare RCS per il sostegno logistico che ha dato a questo evento e a tutto quello che fa per il movimento ciclistico, così come il presidente della FCI Renato Di Rocco".


Ivan Basso, dopo aver ricevuto il premio, ha detto: "Per me è un giorno molto particolare. È difficile ringraziare trent’anni di ciclismo, lo farò nel tempo. Mi ritiro dalle corse ma non è un giorno triste, perché il mio rapporto con il ciclismo continuerà e sono molto felice perché lavorerò nel mondo che amo. Il Giro d'Italia è stato l'apice della mia carriera e poter salutare tutti dal palco della presentazione è un vero onore". (Il video omaggio a Ivan Basso in allegato in fondo a questa pagina)

Il Giro partirà per la 12^ volta nella sua storia dall’estero e in particolare dai Paesi Bassi, nella Provincia del Gelderland.
 
GLI 11 PRECEDENTI DALL’ESTERO
1965 Repubblica di San Marino (vittoria finale di Vittorio Adorni); 1966 Principato di Monaco (Gianni Motta); 1973 Verviers – Belgio (Eddy Merckx); 1974 Città del Vaticano (Eddy Merckx); 1996 Atene – Grecia (Pavel Tonkov); 1998 Nizza – Francia (Marco Pantani); 2002 Groeningen – Olanda (Paolo Savoldelli); 2006 Seraing, Liegi – Belgio (Ivan Basso); 2010 Amsterdam – Paesi Bassi (Ivan Basso); 2012 Herning – Danimarca (Ryder Hesjedal); 2014 Belfast – Irlanda del Nord (Nairo Quintana).
GLI 11 PRECEDENTI DALL
1965 Repubblica di San Marino (vittoria finale di Vittorio Adorni); 1966 Principato di Monaco (Gianni Motta); 1973 Verviers –







 

IL PERCORSO
Si parte con tre giorni nei Paesi Bassi, nella Regione del Gelderland. Venerdì 6 maggio cronometro individuale di 9,8 km ad Apeldoorn con partenza all’interno del celebre velodromo. A seguire due tappe per velocisti da ArnehmNijmegen e da Nijmegen ad Arnhem rispettivamente di 190 e 189 km.
 
Lunedì 10 maggio primo giorno di riposo e trasferimento in Italia, nel sud del Paese, a Catanzaro. Dalla città calabrese partirà la quarta frazione che si concluderà a Praia a Mare (191 km) con alcune prime difficoltà altimetriche. Dalla costa tirrenica cosentina altra tappa con qualche insidia, ma con probabile volata di gruppo, da Praia a Mare – Benevento di 233 km. 6^ tappa da Ponte Roccaraso (Aremogna), 165 km, con il primo arrivo in salita del Giro. Si riparte da Sulmona per raggiungere, dopo una tappa mossa di 210 km, Foligno. Sabato 14 maggio il gruppo muoverà da Foligno per raggiungere Arezzo con all’interno due salite importanti e quella a ridosso dell’arrivo (Alpe di Poti) è per gli ultimi 6 km sterrata. Domenica 15 è il giorno della cronometro individuale nelle terre del Chianti Classico: 40,4 chilometri molto impegnativi senza un metro di pianura.
 
Secondo giorno di riposo a Campi Bisenzio da dove muoverà la 10^ tappa per raggiungere Sestola, secondo arrivo in salita della corsa, dopo 216 chilometri. Si riparte da Modena con traguardo ad Asolo (212 km). Tappa interamente piatta, quella di giovedì 19 maggio, da Noale a Bibione.
 
Inizia venerdì 20 maggio un week end all’insegna delle grandi salite.
 
Si parte con la tappa da Palmanova a Cividale del Friuli con quattro salite inedite e durissime (Montemaggiore, Crai, Cima Porzus e Valle). Il giorno seguente, sabato 21, ritorna il “tappone Dolomitico”. Da Alpago a Corvara con Passo Pordoi, Passo Sella, Passo Gardena, Passo Campolongo, Passo Giau e Passo Valparola. Domenica è il turno della terza e ultima cronometro individuale del Giro, una cronoscalata di 10,8 km da Castelrotto all’Alpe di Siusi.
 
Ultimo giorno di riposo a Bressanone da dove muoverà la 16^ tappa che si concluderà ad BressanoneAndalo con le salite del Passo della Mendola e Fai della Paganella. Il giorno seguente, da Molveno a Cassano d’Adda, tappa adatta alle ruote veloci del gruppo. La 18^ tappa, da Muggiò a Pinerolo - tappa più lunga del Giro con i suoi 234 km - avrà nel finale la salita di Pramartino e farà da apripista all’ultimo weekend della corsa.
 
Venerdì 27 maggio ecco la Pinerolo – Risoul con la Cima Coppi del Giro d’Italia (Colle dell’Agnello 2.744 metri) e l’arrivo in salita nella stazione sciistica francese. Sabato, penultima e decisiva tappa, da Guillestre a Sant’Anna di Vinadio con quattro salite da scalare: Col de Vars, Col de la BonnetteColle della Lombarda e la breve ascesa finale a SantSant’Anna di Vinadio. Ultima frazione e passerella per il vincitore, domenica 29 maggio, nella Cuneo – Torino (Capitale Europea dello Sport 2015).


ENEL NUOVO SPONSOR DELLA MAGLIA ROSA
Dopo tre anni di successi e di proficua collaborazione con BALOCCO la Maglia Rosa cambia sponsor. A partire dal 2016 e fino al 2018 sarà ENEL il marchio che comparirà sulla Maglia del leader della classifica generale del Giro d’Italia. RCS Sport, felice di avere a bordo un’azienda così prestigiosa come ENEL, le dà il benvenuto nella casa del Giro d’Italia e del ciclismo professionistico.


Da sinistra: Andrea Monti (Direttore de La Gazzetta dello Sport), Carlo Tamburi (Country Manager Italia Enel) e Paolo Bellino (Direttore Generale RCS Sport)
PHOTO CREDIT: ANSA / CARCONI - PERI









 

99^ GIRO D’ITALIA: PRESENTATE A MILANO LE MAGLIE 2016
E LA NUOVA MADRINA, GIORGIA PALMAS

Presenti al vernissage anche Giacomo Nizzolo (vincitore della Maglia Rossa al Giro 2015), il pilota di moto Marco Melandri e gli ex Campioni del pedale, Paolo Bettini, Gianni Motta – che quest’anno festeggia i 50 anni dalla vittoria al Giro del 1966 – e Vittorio Adorni. Le quattro maglie saranno esposte per una settimana alle Librerie Rizzoli di Milano Galleria e New York oltre che nel Gelderland, sede della Grande Partenza.







 
Milano, 28 gennaio 2016 – A 99 giorni dal via del 99esimo Giro d’Italia, in programma dal 6 al 29 maggio, ecco svelate le maglie coi rispettivi Sponsor e la nuova madrina, la conduttrice televagna, a punti e dei giovani – saranno esposte per sette giorni a partire da oggi nelle Librerie Rizzoli di Milano Galleria e di New York oltre che nel Gelderland, da dove il Giro d’Italia prenderà il via venerdì 6 maggio.

GLI ABBINAMENTI MAGLIE – SPONSOR
MAGLIA ROSA – ENEL
MAGLIA AZZURRA – BANCA MEDIOLANUM
MAGLIA ROSSA – ALGIDA
MAGLIA BIANCA – EUROSPIN

LE CARATTERISTICHE DELLE MAGLIE
Le Maglie, che hanno fatto la storia della Corsa Rosa, sono disegnate e prodotte da Santini Maglificio Sportivo in collaborazione con Sitip che ne fornisce il tessuto tecnico.

Le caratteristiche cromatiche del 2016 prevedono sul colletto la scritta Giro d’Italia e il claim Fight for Pink mentre sulla manica destra è visibile #Giro, l’hashtag ufficiale della Corsa Rosa sui social media. La Maglia Rosa, poi, avrà come caratteristica peculiare il Trofeo senza Fine stilizzato su un fianco mentre le altre tre maglie saranno caratterizzate da un tulipano, sempre sul fianco, in omaggio alla Grande Partenza dall’Olanda.

L’EVENTO
In Sala Buzzati nel cuore di Milano - all’interno di una delle sedi storiche di RCS MediaGroup - sono stati numerosi i rappresentanti di sponsor, media, istituzioni e personaggi legati al mondo del ciclismo, che sono intervenuti alla presentazione.
 
In rappresentanza degli sponsor delle maglie sono intervenuti: Nicola Lanzetta, Responsabile Mercato Italia di Enel; Luca Lisoni, Responsabile Comunicazione e Marketing Clienti di Banca Mediolanum; Maurizio Ruvolo, “Io sono Algida” Country Project Leader per Algida; Luca Burgazzoli, Direttore Marketing Eurospin Italia e Monica Santini, Managing Director Santini Maglificio Sportivo.



 
DICHIARAZIONI
La Madrina di questa edizione, Giorgia Palmas, conduttrice televisiva, showgirl e compagna nella vita del funambolo della bici, Vittorio Brumotti ha detto: 
>.
 
Giacomo Nizzolo, corridore della Trek - Segafredo e vincitore della Maglia Rossa dedicata ai velocisti al Giro 2015, ha sottolineato: 
<<È stata una grande emozione vincere la classifica dei velocisti e indossare questa maglia sul podio di Milano, la mia città natale. Ho lottato per questa maglia giorno dopo giorno. Ci ripenso spesso e ho tanta voglia di centrare il bis. Sicuramente al Giro di quest’anno punterò di nuovo alla classifica a punti e la mia squadra, la Trek - Segafredo, sta organizzando un bel treno per supportarmi nelle volate. Saremo un bel gruppo al Giro d’Italia>>.
 
Marco Melandri, pilota di Moto GP e grande appassionato di ciclismo, ha raccontato il suo legame con le due ruote: 
Savoldelli quando vinse il Giro d’Italia, dal valore intrinseco molto forte anche per noi tifosi>>.
 
Il due volte Campione del Mondo, Campione Olimpico ed ex commissario tecnico della nazionale italiana, Paolo Bettini, ha sottolineato come: 
Maglia Rosa, sulle strade e ai ritrovi di partenza, ha un sapore unico. È il sogno che diventa realtà>>.
 
Per RCS Sport, l’Amministratore Delegato Raimondo Zanaboni ha dichiarato:
<<Il Giro d’Italia è uno dei prodotti di punta del Gruppo RCS che ha un prestigio e un valore a livello nazionale e internazionale che aumentano anno dopo anno. Questo è suffragato dall’entrata nella famiglia del Giro di nuovi partner – come è successo quest’anno per Enel, 3 Italia, Casa.it e nelle scorse edizioni da Algida e Eurospin – o da chi come Banca Mediolanum è con noi da oltre 10 anni. Abbiamo uno dei più rilevanti eventi sportivi nel Mondo e siamo orgogliosi di poter offrire ai nostri sponsor una manifestazione di tale livello che ci fa crescere, giorno dopo giorno, insieme a loro>>.

Da sinistra: Vittorio Brumotti, Marco Melandri, Giacomo Nizzolo, Paolo Bettini e Giorgia Palmas


 
 

99^ GIRO D’ITALIA: 15 GIORNI ALLA GRANDE PARTENZA
ECCO L’ELENCO DEGLI ISCRITTI



Milano, 25 aprile 2016
 – Mancano solo 10 giorni alla Grande Partenza del Giro d'Italia 2016 che scatterà dai Paesi Bassi – Provincia del Gelderland – con una cronometro individuale ad Apeldoorn venerdì 6 maggio, per concludersi domenica 29 a Torino. Per la 12^ volta la Corsa Rosa, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, partirà dell’estero.

GLI 11 PRECEDENTI DALL’ESTERO
1965 Repubblica di San Marino (vittoria finale di Vittorio Adorni); 1966 Principato di Monaco (Gianni Motta); 1973 Verviers – Belgio (Eddy Merckx); 1974 Città del Vaticano (Eddy Merckx); 1996 Atene – Grecia (Pavel Tonkov); 1998 Nizza – Francia (Marco Pantani); 2002 Groeningen – Paesi Bassi (Paolo Savoldelli); 2006 Seraing, Liegi – Belgio (Ivan Basso); 2010 Amsterdam – Paesi Bassi (Ivan Basso); 2012 Herning – Danimarca (Ryder Hesjedal); 2014 Belfast – Irlanda del Nord (Nairo Quintana).


Ecco le 22 formazioni al via, composte da 9 corridori ciascuna, con i principali iscritti:
 
AG2R LA MONDIALE (FRA) – Pozzovivo, Péraud
ASTANA PRO TEAM (KAZ) – Nibali, Scarponi
BARDIANI CSF (ITA) – Colbrelli, Boem
BMC RACING TEAM (USA) – Gilbert, Atapuma
CANNONDALE PRO CYCLING TEAM (USA) – Uran, Formolo
ETIXX - QUICK STEP (BEL) – Kittel, Brambilla
FDJ (FRA) – Démare, Fischer
GAZPROM-RUSVELO (RUS) – Firsanov, Kolobnev
IAM CYCLING (SUI) – Haussler, Pelucchi
LAMPRE - MERIDA (ITA) – Ulissi, Modolo
LOTTO SOUDAL (BEL) – Greipel, Wellens
MOVISTAR TEAM (ESP) – Valverde, Visconti
NIPPO - VINI FANTINI (ITA) – Cunego, Bole
ORICA GREENEDGE (AUS) – Chaves, Ewan
SOUTHEAST - VENEZUELA (ITA) – Pozzato, Belletti
TEAM DIMENSION DATA (RSA) – Anton, Sbaragli
TEAM GIANT - ALPECIN (GER) – Dumoulin, De Backer
TEAM KATUSHA (RUS) – Zakarin, Porsev
TEAM LOTTO NL - JUMBO (NED) – Battaglin, Kruijswijk
TEAM SKY (GBR) – Landa, Viviani
TINKOFF (RUS) – Majka, Tosatto
TREK - SEGAFREDO (USA) – Cancellara, Hesjedal

 
DOWNLOAD

CSOC/PET Cod.UCI SOC/NOME NAZ
ALM   AG2R LA MONDIALE FRA
1 ITA19821130 POZZOVIVO Domenico ITA
2 FRA19870623 BONNAFOND Guillaume FRA
3 FRA19900807 DOMONT Axel FRA
4 FRA19801113 DUPONT Hubert FRA
5 GER19870407 GRETSCH Patrick GER
6 CAN19900927 HOULE Hugo CAN
7 FRA19860903 KADRI Biel FRA
8 ITA19840106 MONTAGUTI Matteo ITA
9 FRA19770522 PERAUD Jean Christophe FRA
D.S.   KASPUTIS Arturas  
       
AST   ASTANA PRO TEAM KAZ
11 ITA19841114 NIBALI Vincenzo ITA
12 ITA19850106 AGNOLI Valerio ITA
13 ITA19860613 CAPECCHI Eros ITA
14 DEN19850322 FUGLSANG Jakob DEN
15 EST19870311 KANGERT Tanel EST
16 KAZ19920328 KOZHATAYEV Bakhtiyar KAZ
17 ITA19870711 MALACARNE Davide ITA
18 ITA19790925 SCARPONI Michele ITA
19 KAZ19861214 ZEITS Andrey KAZ
D.S.   SHEFER Alexandr  
       
BAR   BARDIANI CSF ITA
21 ITA19870311 PIRAZZI Stefano ITA
22 ITA19930830 ANDREETTA Simone ITA
23 ITA19900304 BARBIN Enrico ITA
24 ITA19890927 BOEM Nicola ITA
25 ITA19900901 BONGIORNO Francesco Manuel ITA
26 ITA19941220 CICCONE Giulio ITA
27 ITA19900517 COLBRELLI Sonny ITA
28 ITA19911026 MAESTRI Mirco ITA
29 ITA19901214 RUFFONI Nicola ITA
D.S.   ZANATTA Stefano  
       
BMC   BMC RACING TEAM USA
31 BEL19820705 GILBERT Philippe BEL
32 COL19880115 ATAPUMA HURTADO Darwin COL
33 ITA19860519 DE MARCHI Alessandro ITA
34 SUI19900803 DILLIER Silvan SUI
35 SUI19931116 KUNG Stefan SUI
36 ITA19870113 OSS Daniel ITA
37 ITA19791030 QUINZIATO Manuel ITA
38 USA19890905 ROSSKOPF Joseph USA
39 GER19931207 ZABEL Rick GER
D.S.   PIVA Valerio  
       
CPT   CANNONDALE PRO CYCLING TEAM USA
41 COL19870126 URAN URAN Rigoberto COL
42 POR19840903 CARDOSO Andre Fernando S.M. POR
43 AUS19860718 CLARKE Simon AUS
44 USA19910512 DOMBROWSKI Joseph Lloyd USA
45 ITA19921025 FORMOLO Davide ITA
46 ITA19901225 MOSER Moreno ITA
47 LTU19880130 NAVARDAUSKAS Ramunas LTU
48 ITA19910627 VILLELLA Davide ITA
49 CAN19861012 WOODS Michael CAN
D.S.   GUIDI Fabrizio  
       
DDD   TEAM DIMENSION DATA RSA
51 ESP19830302 ANTON HERNANDEZ Igor ESP
52 ESP19900717 FRAILE MATARRANZA Omar ESP
53 AUS19890312 HAAS Nathan AUS
54 ERI19940123 KUDUS GHEBREMEDHIN Merhawi ERI
55 ITA19900508 SBARAGLI Kristian ITA
56 BLR19820809 SIUTSOU Kanstantsin BLR
57 RSA19860412 THOMSON Jay Robert RSA
58 RSA19910202 VAN ZYL Johann RSA
59 RSA19870213 VENTER Jacobus RSA
D.S.   HAMMOND Roger  
       
EQS   ETIXX - QUICK-STEP BEL
61 LUX19920922 JUNGELS Bob LUX
62 ITA19870822 BRAMBILLA Gianluca ITA
63 ESP19890506 DE LA CRUZ MELGAREJO David ESP
64 GER19880511 KITTEL Marcel GER
65 ITA19850218 SABATINI Fabio ITA
66 BEL19881121 SERRY Pieter BEL
67 ITA19890802 TRENTIN Matteo ITA
68 ESP19921104 VERONA QUINTANILLA Carlos ESP
69 POL19911207 WISNIOWSKI Lukasz POL
D.S.   BRAMATI Davide  
       
FDJ   FDJ FRA
71 FRA19910826 DEMARE Arnaud FRA
72 FRA19890313 COURTEILLE Arnaud FRA
73 FRA19850806 DELAGE Mickael FRA
74 BRA19790616 FISCHER Murilo Antonio BRA
75 FRA19880416 GENIEZ Alexandre FRA
76 LTU19851208 KONOVALOVAS Ignatas LTU
77 FRA19930827 LE GAC Olivier FRA
78 FRA19850508 PINEAU Cédric FRA
79 FRA19820105 VAUGRENARD Benoit FRA
D.S.   GUESDON Frederic  
       
GAZ   GAZPROM - RUSVELO RUS
81 RUS19810504 KOLOBNEV Alexandr RUS
82 RUS19940406 ARSLANOV Ildar RUS
83 RUS19900307 ERSHOV Artur RUS
84 RUS19820703 FIRSANOV Sergey RUS
85 RUS19920308 FOLIFOROV Alexander RUS
86 RUS19860711 OVECHKIN Artem RUS
87 RUS19920306 SAVITSKIY Ivan RUS
88 RUS19821112 SEROV Alexander RUS
89 RUS19870203 SOLOMENNIKOV Andrey RUS
D.S.   DEVOTI Michele  
       
IAM   IAM CYCLING SUI
91 ITA19890121 PELUCCHI Matteo ITA
92 AUT19891207 BRANDLE Matthias AUT
93 AUS19840225 HAUSSLER Heinrich AUS
94 AUS19891018 HOWARD Leigh AUS
95 GER19860205 KLUGE Roger GER
96 AUS19840930 TANNER David AUS
97 USA19900628 WARBASSE Lawrence USA
98 SUI19860625 WYSS Marcel SUI
99 SUI19810509 ZAUGG Oliver SUI
D.S.   CHIESA Mario  
       
LAM   LAMPRE - MERIDA ITA
100 ITA19890715 ULISSI Diego ITA
101 ITA19930330 CONTI Valerio ITA
102 ITA19830309 FERRARI Roberto ITA
103 BLR19910320 KOSHEVOY Ilia BLR
104 ITA19870619 MODOLO Sacha ITA
105 SLO19941019 MOHORIC Matej SLO
106 ITA19800809 MORI Manuele ITA
107 POL19800411 NIEMIEC Przemyslaw POL
109 ITA19930504 PETILLI Simone ITA
D.S.   SCIREA Mario  
       
LTS   LOTTO SOUDAL BEL
111 BEL19910510 WELLENS Tim BEL
112 DEN19800116 BAK Lars Ytting DEN
113 BEL19911003 DE BIE Sean BEL
114 GER19820716 GREIPEL André GER
115 AUS19810511 HANSEN Adam AUS
116 NED19880616 LIGTHART Pim NED
117 BEL19830114 MONFORT Maxime BEL
118 BEL19850702 ROELANDTS Jurgen BEL
119 BEL19850219 VANENDERT Jelle BEL
D.S.   LEYSEN Bart  
       
MOV   MOVISTAR TEAM ESP
121 ESP19800425 VALVERDE BELMONTE Alejandro ESP
122 CRC19860829 AMADOR BIKKAZAKOVA Andrey CRC
123 GBR19881003 DOWSETT Alex GBR
124 ESP19851001 HERRADA LOPEZ José ESP
125 ESP19840718 MORENO BAZAN Javier ESP
126 ESP19850608 ROJAS GIL Jose Joaquin ESP
127 AUS19820208 SUTHERLAND Rory AUS
128 GER19921104 SÜTTERLIN Jasha GER
129 ITA19830113 VISCONTI Giovanni ITA
D.S.   GARCIA ACOSTA Jose Vicente  
       
NIP   NIPPO - VINI FANTINI ITA
131 ITA19810919 CUNEGO Damiano ITA
132 ITA19920205 BERLATO Giacomo ITA
133 ITA19850307 BISOLTI Alessandro ITA
134 SLO19850813 BOLE Grega SLO
135 ITA19860605 DE NEGRI Pier Paolo ITA
136 ITA19920117 FILOSI Iuri ITA
137 ROU19920904 GROSU Eduard Michael ROU
138 JPN19890606 KUBOKI Kazushige JPN
139 ITA19900305 ZILIOLI Gianfranco ITA
D.S.   GIULIANI Stefano  
       
OGE   ORICA GREENEDGE AUS
141 COL19900117 CHAVES RUBIO Johan Esteban COL
142 NZL19870722 BEWLEY Sam NZL
143 AUS19940711 EWAN Caleb AUS
144 AUS19910817 HEPBURN Michael AUS
145 AUS19920813 HOWSON Damien AUS
146 SLO19880627 MEZGEC Luka SLO
147 ESP19800229 PLAZA MOLINA Ruben ESP
148 CAN19770509 TUFT Svein CAN
149 ESP19821110 TXURRUKA Amets ESP
D.S.   WHITE Matthew  
       
TGA   TEAM GIANT - ALPECIN GER
151 NED19901111 DUMOULIN Tom NED
152 GER19911118 ARNDT Nikias GER
153 BEL19840402 DE BACKER Bert BEL
154 USA19880826 HAGA Chad USA
155 CHN19870715 JI Cheng CHN
156 SWE19940428 LUDVIGSSON Fredrik SWE
157 AUT19900617 PREIDLER Georg AUT
158 NED19850515 STAMSNIJDER Tom NED
159 NED19850613 TIMMER Albert NED
D.S.   REEF Marc  
       
KAT   TEAM KATUSHA RUS
161 EST19870424 TAARAMAE Rein EST
162 RUS19850109 BELKOV Maxim RUS
163 RUS19860307 KOCHETKOV Pavel RUS
164 RUS19890624 KUZNETSOV Viacheslav RUS
165 RUS19810114 LAGUTIN Sergey RUS
166 RUS19860221 PORSEV Alexander RUS
167 RUS19880625 SILIN Egor RUS
168 RUS19890705 TCATEVITCH Alexey RUS
169 RUS19890915 ZAKARIN Ilnur RUS
D.S.   AZEVEDO Jose  
       
TLJ   TEAM LOTTO NL - JUMBO NED
171 NED19870607 KRUIJSWIJK Steven NED
172 ITA19891117 BATTAGLIN Enrico ITA
173 BEL19911028 CAMPENAERTS Victor BEL
174 NED19880902 CASTELIJNS Twan NED
175 NED19880325 KEIZER Martijn NED
176 SLO19891029 ROGLIC Primoz SLO
177 NED19781203 TANKINK Bram NED
178 NED19771105 TJALLINGII Maarten NED
179 NED19850218 VAN EMDEN Jos NED
D.S.   BOVEN Jan  
       
SKY   TEAM SKY GBR
181 ESP19891213 LANDA MEANA Mikel ESP
182 USA19910207 BOSWELL Ian USA
183 IRL19830907 DEIGNAN Philip IRL
184 COL19930805 HENAO GOMEZ Sebastian COL
185 COL19871210 HENAO MONTOYA Sergio Luis COL
186 GER19810305 KNEES Christian GER
187 ESP19810513 LOPEZ GARCIA David ESP
188 IRL19840703 ROCHE Nicholas IRL
189 ITA19890207 VIVIANI Elia ITA
D.S.   CIONI Dario  
       
TNK   TINKOFF RUS
191 POL19890912 MAJKA Rafal POL
192 ITA19870312 BOARO Manuele ITA
193 RUS19820129 BRUTT Pavel RUS
194 ESP19810928 HERNANDEZ BLAZQUEZ Jesus ESP
195 AUS19920908 MCCARTHY Jay AUS
196 POL19900506 POLJANSKI Pawel POL
197 RUS19870930 ROVNY Ivan RUS
198 RUS19780525 PETROV Evgeny RUS
199 ITA19740514 TOSATTO Matteo ITA
D.S.   CENGHIALTA Bruno  
       
TFS   TREK - SEGAFREDO USA
201 CAN19801209 HESJEDAL Ryder CAN
202 ITA19900809 ALAFACI Eugenio ITA
203 AUS19890713 BOBRIDGE Jack AUS
204 SUI19810318 CANCELLARA Fabian SUI
205 ITA19880822 COLEDAN Marco ITA
206 LUX19840719 DIDIER Laurent LUX
207 ITA19890130 NIZZOLO Giacomo ITA
208 NED19880118 VAN POPPEL Boy NED
209 AUT19880408 ZOIDL Riccardo AUT
D.S.   BAFFI Adriano  
       
STH   SOUTHEAST - VENEZUELA ITA
211 ITA19810910 POZZATO Filippo ITA
212 ESP19930812 AMERZQUETA MORENO Julen ESP
213 ITA19851014 BELLETTI Manuel ITA
214 ITA19920217 BERTAZZO Liam ITA
215 ITA19871220 BUSATO Matteo ITA
216 ITA19910914 CONTI Samuele ITA
217 ITA19940430 MARECZKO Jakub ITA
218 COL19960425 MARTINEZ Daniel COL
219 ESP19890911 SANZ Enrique ESP
D.S.   SCINTO Luca  
PHOTO CREDIT:  ARCHIVIO RCS SPORT
 
 

99° GIRO D’ITALIA: LE PAROLE DEI PROTAGONISTI


Apeldoorn, 4 maggio 2016 – Due giorni prima della tappa di apertura del 99° Giro d'Italia, le prime conferenze stampa hanno avuto luogo presso il Quartier Tappa nell'Omnisport Apeldoorn. Di seguito riportiamo una selezione delle principali dichiarazioni.
 
ASTANA PRO TEAM
Vincenzo Nibali: “Ho faticato un po' al Giro del Trentino, però dopo la mia ultima corsa, la Liegi-Bastogne-Liegi, ho recuperato bene. Mi sono preparato al meglio possibile per questo Giro d’Italia. Guardando agli ultime due anni quando non c’ero, Mikel Landa è il giovane che è migliorato di più. Sarà uno dei principali rivali, comunque ci saranno delle sorprese, magari Tom Dumoulin ed Esteban Chaves. Ci saranno delle sorprese anche per quanto riguarda il percorso. Dovremo sempre fare attenzione. La crono del Chianti ha dei tratti veloci in discesa e ci saranno dei cambi di ritmo in salita. Mi potrebbe favorire. Landa lo conosciamo bene, la crono è sempre stato il suo punto debole. Comunque non correremo solo su Landa ma anche su Alejandro Valverde e Tom Dumoulin.”




TEAM SKY
Mikel Landa: “Ho ricominciato a correre solo poco tempo fa, quindi non penso di aver già raggiunto il massimo della mia forma al Giro del Trentino. Sono convinto di poter ancora migliorare. Non è un problema avere anche un velocista (Elia Viviani) in squadra, perché se vincesse alzerebbe il morale di tutti. Per me è una grande opportunità essere il capitano del Team Sky al Giro d’Italia, però in gara c’è anche Vincenzo Nibali con cui ho corso all'Astana... È un corridore molto forte, sia in discesa sia in salita. È potente. Sarà difficile batterlo.”




TEAM GIANT - ALPECIN
Tom Dumoulin: "Una delle ragioni per cui ho deciso di correre il Giro d’Italia quest’anno è la Grande Partenza nei Paesi Bassi e la cronometro iniziale. Non ho svolto alcun allenamento in altura, che oramai sembra una necessità per andare forte nei grandi giri. La crono olimpica a Rio è il mio obiettivo principale della stagione. Al Giro punterò alle crono, dunque mi concentrerò sulla prima e la nona tappa, oltre che sulla cronoscalata che sembra adatta alle mie caratteristiche. Penso di essere un po' più rilassato rispetto all'anno scorso quando il Tour de France è partito da Utrecht. Ho imparato da questa esperienza. Venerdì penso che i miei più grandi rivali siano Fabian Cancellara, Jos van Emden e Vassil Kiryienka. Cancellara ha vinto la crono della Tirreno-Adriatico con un tempo che io probabilmente non riuscirò mai a fare... se si presenterà al Giro con la stessa forma sarà molto difficile batterlo anche se mi piacerebbe molto".




CANNONDALE PRO CYCLING TEAM
Rigoberto Uran: “Sono professionista da dieci anni. Ho sempre bei ricordi delle mie partecipazioni al Giro. Come ogni anno, sono motivato e proverò a vincere. La corsa dovrebbe decidersi sulle montagne dell’ultima settimana e, vedrete, la rivelazione di questo Giro sarà Davide Formolo! Ci sono sei Colombiani in gara (con Esteban Chaves, Carlos Betancur, Sebastian Henao, Darwin Atapuma e Daniel Martinez). Diremo sicuramente la nostra, anche se è un peccato che non ci sia più una squadra colombiana al via nelle corse in Europa”.




AG2R LA MONDIALE
Jean-Christophe Péraud: “Le due parole principali sono divertimento e concentrazione. Dopo aver corso la Vuelta e terminato secondo un Tour de France, voglio scoprire il Giro d’Italia perché so che in Italia il ciclismo è molto seguito. Finalmente al Giro del Trentino ho avuto buone sensazioni, dunque non sono qua solo per partecipare ma anche per centrare un buon risultato. Abbiamo due capitani in squadra (con Domenico Pozzovivo). Punto ai top 10 e se ci sarà una possibilità di fare ancora meglio non tirerò certo i freni. È diverso correre l’ultima stagione in carriera: c’è meno tensione e voglio approfittare di ogni momento”.




LOTTO SOUDAL
André Greipel: “Vedo sei o sette possibilità per noi velocisti e giocherò le mie carte ogni volta che si potrà vincere, come ho sempre fatto quando ho partecipato al Giro. Ci sono più o meno nove velocisti top in gara e c’è una nuova generazione molto forte. Caleb Ewan ha già vinto una tappa alla Vuelta e la settimana scorsa ho affrontato Jakub Mareczko in Turchia. Il Giro, però, è tutta un'altra cosa. Questi due giovani velocisti hanno sicuramente un grande futuro. Io ho avuto la mia peggiore primavera da quando ho cominciato a correre. Ora ho di nuovo una buona condizione. Ho vinto in Turchia, ho solo bisogno di fortuna e di non finire per terra.”




IAM CYCLING
Matteo Pelucchi: “L’anno scorso ho colto un secondo posto in volata, poi sono caduto e ho dovuto ritirarmi. Il Giro quest’anno è più adatto alle mie caratteristiche, cominciando con le tappe di sabato e domenica. Marcel Kittel e André Greipel sono velocisti di un livello superiore. Vedo bene anche Giacomo Nizzolo, così come Elia Viviani, anche se recentemente ha corso poco. Non dimentico inoltre Caleb Ewan. Sono uno dei papabili per la Maglia Rossa anche se proverò a vincere delle tappe e non solo ad accontentarmi dei piazzamenti.”




GAZPROM-COLNAGO
Sergey Firsanov: “Dall'inizio dell’anno mi sento bene (ha vinto la Settimana Coppi&Bartali e il Giro dell’Appennino). Il Giro d’Italia sarà la mia prima corsa di tre settimane.” Il team manager Renat Khamiloudine ha aggiunto: “Abbiamo portato una squadra completa con un leader per la classifica generale (Firsanov) e anche uomini veloci. Andremmo a caccia di tappe, daremo battaglia ogni giorno. Il nostro sponsor Gazprom è la 17a azienda al mondo per fatturato. Faremo di tutto per mantenerla nel ciclismo a lungo”.

PHOTO CREDIT: ANSA


 
 



 

99° GIRO D’ITALIA: DOMANI IL VIA, ECCO LA LISTA DEI PARTENTI


Apeldoorn, 5 maggio 2016 – Manca solo un giorno alla Grande Partenza del Giro d'Italia 2016, che scatterà domani dai Paesi Bassi – velodromo di Apeldoorn, Provincia del Gelderland – con una cronometro individuale per concludersi domenica 29 a Torino. Per la 12^ volta la Corsa Rosa, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, partirà dell’estero.

DOWNLOAD



GLI 11 PRECEDENTI DALL’ESTERO
1965 Repubblica di San Marino (vittoria finale di Vittorio Adorni); 1966 Principato di Monaco (Gianni Motta); 1973 Verviers – Belgio (Eddy Merckx); 1974 Città del Vaticano (Eddy Merckx); 1996 Atene – Grecia (Pavel Tonkov); 1998 Nizza – Francia (Marco Pantani); 2002 Groeningen – Paesi Bassi (Paolo Savoldelli); 2006 Seraing, Liegi – Belgio (Ivan Basso); 2010 Amsterdam – Paesi Bassi (Ivan Basso); 2012 Herning – Danimarca (Ryder Hesjedal); 2014 Belfast – Irlanda del Nord (Nairo Quintana).

Ecco le 22 formazioni al via, composte da 9 corridori ciascuna, con i principali partenti:

AG2R LA MONDIALE (FRA) – Pozzovivo, Péraud
ASTANA PRO TEAM (KAZ) – Nibali, Scarponi
BARDIANI CSF (ITA) – Colbrelli, Boem
BMC RACING TEAM (USA) – Atapuma, Oss
CANNONDALE PRO CYCLING TEAM (USA) – Uran, Formolo
ETIXX - QUICK STEP (BEL) – Kittel, Brambilla
FDJ (FRA) – Démare, Fischer
GAZPROM-RUSVELO (RUS) – Firsanov, Kolobnev
IAM CYCLING (SUI) – Haussler, Pelucchi
LAMPRE - MERIDA (ITA) – Ulissi, Modolo
LOTTO SOUDAL (BEL) – Greipel, Wellens
MOVISTAR TEAM (ESP) – Valverde, Visconti
NIPPO - VINI FANTINI (ITA) – Cunego, Bole
ORICA GREENEDGE (AUS) – Chaves, Ewan
TEAM DIMENSION DATA (RSA) – Anton, Sbaragli
TEAM GIANT - ALPECIN (GER) – Dumoulin, De Backer
TEAM KATUSHA (RUS) – Zakarin, Porsev
TEAM LOTTO NL - JUMBO (NED) – Battaglin, Kruijswijk
TEAM SKY (GBR) – Landa, Viviani
TINKOFF (RUS) – Majka, Tosatto
TREK - SEGAFREDO (USA) – Cancellara, Hesjedal
WILIER TRIESTINA - SOUTHEAST (ITA) – Pozzato, Belletti

PHOTO CREDIT: ANSA - PERI / DI MEO / ZENNARO



 
 

LANCIATO AD APELDOORN, IN UN BAGNO DI FOLLA, IL 99º GIRO D’ITALIA

Apeldoorn, 5 maggio 2016 – La presentazione delle squadre si è svolta questo pomeriggio nel centro di Apeldoorn - Provincia del Gelderland - tra una marea umana in festa. Il messaggio d'amore mandato al Giro da tutti i Paesi Bassi è stato unico. Le stelle locali - Tom Dumoulin e la squadra della Lotto NL-Jumbo - sono stati i più acclamati. 
Insieme agli altri grandi protagonisti del Giro d’Italia come Vincenzo Nibali, Fabian Cancellara, Alejandro Valverde e Marcel Kittel hanno tutti ricevuto un caloroso benvenuto alla vigilia della cronometro inaugurale di 9,8 km. La prima tappa scatterà all'interno del velodromo di Apeldoorn, già sede dei Mondiali su Pista del 2011.

IN ALLEGATO

Foto Gallery della presentazione delle squadre



DICHIARAZIONI
Alejandro Valverde: “Sono felice di essere qui. La mia preparazione per il Giro d’Italia è stata perfetta. Non credo che sia molto diverso preparare questa corsa rispetto agli altri grandi giri che ho fatto. Sono concentrato, mi sento forte, ho la grinta e l’ambizione di far bene. Nelle prime tappe nei Paesi Bassi farò attenzione a tutto e dovrò sempre stare davanti. Il mio obiettivo principale è di arrivare in testa a Torino. Nel caso non accadesse potrei anche essere contento di un posto sul podio o di una vittoria di tappa. Dipende da come andranno le cose. Il percorso è adatto a me. Ci sono delle cronometro, è vero, ma con delle salite, dunque non dovrebbero essere troppo problematiche per le mie caratteristiche. Sono fiducioso”.

Esteban Chaves: “Siamo arrivati al Giro con tranquillità. Correremo le prime tappe per vincere le volate con Caleb (Ewan). La crono di domani è totalmente piatta e molto veloce. È adatta ai pistard. Abbiamo un corridore con queste caratteristiche in squadra (Michael Hepburn, campione del mondo ad Apeldoorn nel 2011). L'Orica-GreenEdge ormai ha più scalatori rispetto al passato. Mi sento forte e motivato. Spero che vedrete un Esteban Chaves molto competitivo, sono qui per fare classifica”.

Fabian Cancellara: “Sono dispiaciuto. Sono venuto qui con grandi speranze di vincere la prima crono e indossare la Maglia Rosa. Purtroppo la notte scorsa ho avuto la febbre, fortunatamente ora è acqua passata e prenderò il via domani, ma non è certo il miglior modo di centrare il mio obiettivo principale. Non sono andato in bici oggi e domani ci andrò solo per fare la crono. Per fortuna, non ci sono montagne all'inizio del Giro...”.



CONFERENZE STAMPA
Il giorno prima della tappa di apertura del 99° Giro d'Italia, le ultime conferenze stampa hanno avuto luogo presso il Quartier Tappa nell'Omnisport Apeldoorn. Di seguito riportiamo una selezione delle principali dichiarazioni.

TEAM LOTTO NL - JUMBO
Steven Kruijswijk: “Sono pienamente fiducioso nelle mia capacità di far bene al Giro d’Italia. Ho avuto una buona preparazione e so di essere nella forma giusta dopo l'ultima gara corsa la scorsa settimana (5° al Tour de Yorkshire). Ho ottenuto il mio miglior risultato al Giro l’anno scorso col 7° posto finale, di conseguenza è logico puntare di nuovo alla top 10, anche se in realtà ho l’ambizione di migliorare di alcune posizioni la classifica finale dello scorso anno. Sono nella stessa condizione fisica che un anno fa. Ho imparato molto dal Giro dell’anno scorso. Ormai so di essere capace di combattere coi big nell’ultima settimana in montagna. Prendere il via ad un grande giro nei Paesi Bassi non è per me una novità. Da neo professionista ho partecipato al mio primo Giro d’Italia che partiva da Amsterdam nel 2010. So quanto sia importante e quanto i fans ci aspetteranno sulle nostre strade. Il ciclismo è molto conosciuto in questa parte del mondo. Chiunque va in bici in Olanda. È un vantaggio per noi correre in casa ed è una grande opportunità per metterci in luce.”



ETIXX - QUICK STEP
Marcel Kittel: “Uno dei motivi per cui corro il Giro d’Italia quest’anno è il gran numero di potenziali volate, in particolare qui nei Paesi Bassi. La Grande Partenza ha una forte identità olandese. La gente di qui è veramente appassionata di ciclismo. Non so dire quante vittorie al Giro lo renderebbero un successo o meno, non lo faccio mai. Sono molto fiducioso. È difficile dire se ho raggiunto la forma migliore, sicuramente lotterò per vincere. Non sono un corridore di classifica e sarebbe bello portare la Maglia Rosa, quindi correrò la crono di venerdì al massimo per poi concentrarmi sulle volate. André Greipel ed io abbiamo delle caratteristiche simili, invece VivianiModolo e Démare vanno forte anche in salita e loro potranno puntare ad altre tappe. Correrò il Giro fino alla fine”.

PHOTO CREDIT: ANSA - PERI / DI MEO / ZENNARO
VIDEO CREDIT: ANSA - PERI


 



 


Le ALTIMETRIE delle TAPPE

1ª tappa,  venerdì 6 maggio, Apeldoorn (Crono individuale), 9,8 km 



2 ª tappa, sabato 7Arnhem-Nijmegen, 190 km 


3 ª tappadomenica 8Nijmegen-Arnhem, 190 km 

Lunedì 9, riposo 


4 ª tappa , martedì 10Catanzaro-Praia a Mare, 200 km 


5 ª tappa,  mercoledì 11Praia a Mare-Benevento, 233 km 


6 ª tappa,  giovedì 12Ponte-Roccaraso (Aremogna) 157 km 



7 ª tappa,  venerdì 13, Sulmona-Foligno, 210 km
 


8 ª tappa,  sabato 14Foligno-Arezzo, 186 km 


9 ª tappa,  domenica 15, Chianti Classico (Crono individuale), 40,5 km 

Lunedì 16, riposo 


10 ª tappamartedì 17Campi Bisenzio-Sestola, 219 km 



11 ª tappa, mercoledì 18Modena-Asolo, 229 km 


12 ª tappa, giovedì 19Noale-Bibione, 182 km 


13 ª tappa, venerdì 20Palmanova-Cividale del Friuli, 170 km 



14 ª tappasabato 21sabato 21,Alpago (Farra)-Corvara, 210 km 



15 ª tappa, domenica 22Castelrotto-Alpe di Siusi (Crono individuale), 10,850 km 



Lunedì 23, riposo 


16 ª tappamartedì 24Bressanone-Andalo, 132 km 



17 ª tappa, mercoledì 25,  Molveno-Cassano d’Adda, 196 km 


18 ª tappagiovedì 26Muggiò-Pinerolo, 244 km 


19 ª tappavenerdì 27Pinerolo-Risoul, 162 km 




20 ª tappasabato 28Guillestre-Sant’Anna di Vinadio, 134 km 



21 ª tappa,  tappa,domenica 29Cuneo-Torino, 163 km 
Totale 3.468,15 km  


  17_H G2016_generale_plan_mediagallery-page copia.jpg   17_G2016_generale_alt.jpg   17_CI0109PAR.02.XLS.xls
« indietro