Giro d'Italia 2015

Sabato 9 maggio / Domenica 31 maggio 2015

Il 98° Giro d'Italia, tutte le tappe Ventuno frazioni dal 9 al 31 maggio per un totale di 3.486 km. Si parte da Sanremo, si arriva a Milano.   GIRO D'ITALIA 2015: UN PERCORSO EQUILIBRATO E MODERNO Presentata l’edizione 98 con 1 cronosquadre, 1 cronometro individuale, 5 tappe di alta montagna, 7 tappe pianeggianti e 7 di media montagna. Partenza dalla Riviera dei Fiori e conclusione a Milano dove, a maggio, inizierà ufficialmente l’Expo 2015. Il Giro d’Italia ricorderà Alfredo Martini. L’omaggio del Giro a Evans. Sulle strade della Corsa Rosa anche una gran fondo per amatori. Il saluto del Presidente dell’UCI, Cookson. Milano, 6 ottobre 2014. E’ stata presentata oggi a Milano l’edizione numero [...]

Continua »
Tappa/Stage 7

Diego Ulissi ha vinto la 7a tappa del Giro d'Italia GROSSETO - FIUGGI di km 264. Contador in rosa.
Download:   altimetria  -  planimetria  -
data: 15/05/2015 - partenza: Grosseto - arrivo: Fiuggi - lunghezza: 264 km - dislivello: Pianeggiante m


Altimetria 7a tappa
Altimetria generale

Tappa n. 7 – GROSSETO - FIUGGI – 264 km

Percorso
È la tappa più lunga del Giro 2015 con i suoi 264 km. Sostanzialmente priva di vere asperità altimetriche, ma caratterizzata da una parte finale abbastanza mossa. Primi 70 km sulla strada a scorrimento veloce Aurelia per entrare nella strade maremmane dopo Montalto di Castro e attraversare lungo dolci ondulazioni gli abitati di Tuscania e Vetralla e contornare l’agglomerato metropolitano di Roma. A Monterotondo su un breve strappo è posto il GPM. Superata Tivoli (nella frazione di Ponte Lucano) si affrontano gli ultimi 60km piuttosto articolati e mossi sia altimetricamente che planimetricamente che portano lungo la via Prenestina all’arrivo di Fiuggi.

Ultimi km
Dopo l’abitato di Piglio a circa 15km dall’arrivo da segnalare una svolta a U che immette in una breve discesa (strada a volte leggermente ristretta) portando la corsa sulla strada nuova Anticolana dove si affrontano gli ultimi 10km caratterizzati da leggere salite. Superata la galleria di Monte Porciano (672m – rettilinea in leggera salita) dove sono situati i 5km all’arrivo, si raggiunge la statale Prenestina per strade larghe e ben pavimentate sempre in leggera salita. All’ingresso dell’abitato di Fiuggi svolta a sinistra e pendenze attorno al 2% fino all’ultimo chilometro, dove la strada si fa leggermente più ripida. La retta di arrivo di 350m è larga 7m su asfalto in leggera salita (3-4%).

 

Diego Ulissi
 
Onore a Diego Ulissi che con un urlo di sfogo vince la durissima volata di Fiuggi - Contador in rosa nonostante la spalla dolente
 
 Fuiggi 15 maggio 2015 - Diego Ulissi ha vinto al temine di una volata strepitosa, davanti a Juan Jose Lobato (Movistar) e Simon Gerrans (Orica GreenEDGE) la 7a tappa Grosseto/Fiuggi di 264 km, la più lunga del 98° Giro d'Italia.

Maglia rosa sempre sulle spalle di Alberto Contador, che dopo la caduta di ieri ha preso parte regolarmente alla frazione.

Ulissi in realtà ha fatto tutto da solo, uscendo allo scoperto negli utimi metri sulla sinistra fra gli spinter, quando anche il compagno Sasha Modolo aveva desistito e la volata era ormai un testa a testa fra gli Orica Michael Matthews, Simon Garrans,  il velocista di Cesenatico Manuel Belletti  (Team Southeast) e lo spagnolo Jose Lobato (Movistar).

Diego UlissiUlissi rientrato dopo una discussa, quanto assurda squalifica per sabutamolo, durata 9 mesi da giungo 2014 a tutto marzo 2015, per una banale inalazione di antiasmatico, tra l'altro segnalato alla autorità di controllo per il doping, ha dichiarato all'arrivo:

"Dedico questa vittoria ai miei compagni di squadra che assieme a me hanno vissuto il difficile momento della squalifica ed ai miei amici e alla mia famiglia che mi sono stati vicini in questi mesi"


Alberto ContadorContador, la maglia rosa all'arrivo: "Sono contento perche' è terminata la tappa, subito alla partenza ho sentito dolore poi man mano pedalando, un po è diminuito e domani spero di essere nella condizione sufficiente per afffrontare la prossima impegnativa tappa".

"Ora l'unico mio desiderio è quello di mettere del ghiaccio sulla spalla e riposare".




 

DIEGO ULISSI VINCE LA SETTIMANA TAPPA DEL GIRO D'ITALIA 2015
ALBERTO CONTADOR MANTIENE LA MAGLIA ROSA

 
Fiuggi, 15 maggio 2015 - Il corridore italiano Diego Ulissi (LAMPRE - MERIDA) ha vinto in volata la settima tappa del Giro d'Italia 2015, da Grosseto a Fiuggi di 264 km. Il corridore spagnolo Alberto Contador (TINKOFF SAXO) ha mantenuto la Maglia Rosa di leader della classifica generale. Seguiranno le interviste della conferenza stampa.

RISULTATO FINALE
1 - Diego Ulissi (LAMPRE - MERIDA) in 7h22'21", media 35,808 km/h
2 - Juan Lobato (MOVISTAR TEAM) s.t.
3 - Simon Gerrans (ORICA GREENEDGE) s.t.

MAGLIE
MAGLIA ROSA – BALOCCO – 
Alberto Contador (TINKOFF SAXO)
MAGLIA ROSSA – ALGIDA –
Elia Viviani (TEAM SKY)
MAGLIA AZZURRA – BANCA MEDIOLANUM –
Jan Polanc (LAMPRE - MERIDA)
MAGLIA BIANCA – EUROSPIN –
Fabio Aru (ASTANA PRO TEAM)


Diego Ulissi
Il vincitore di tappa, Diego Ulissi, ha detto:
"Ci sono grandi velocisti qui e sapevo di non essere il favorito oggi, ma ho avuto grandi gambe. Sono partito in anticipo perché avevo paura di venire rimontato. Questa è una vittoria speciale per me dopo un anno difficile e voglio ringraziare la mia famiglia - mia moglie, i miei genitori e i miei suoceri - ed anche i miei amici per tutto il loro supporto."


Alberto Contador
La Maglia Rosa, Alberto Contador, ha detto:
"È stata una giornata dura per me e sono contento di essere qui. Dopo tre-quattro ore non sapevo bene cosa fare con il mio braccio ma spero e confido che con il passare dei giorni migliori. Domani è una di quelle tappe che mi ero segnato come obiettivo. Ora sarà difficile per me e mi aspetto attacchi. In questo momento sto solo pensando a riposare e mettere il ghiaccio sulla spalla. Poi vedremo."


LA TAPPA DI DOMANI
Tappa n. 8 – FIUGGI - CAMPITELLO MATESE – 186km
Percorso
Tappa di montagna caratterizzata dalle lunghe salite dei due GPM: Forca d’Acero (quasi 30km attorno al 4/5%) e Campitello Matese di quasi 16km attorno al 7%. Dopo la partenza si toccano su strade sostanzialmente pianeggianti Alatri, Veroli e Sora, dove inizia la lunga salita di Forca d’Acero che porta in Abruzzo e in rapida successione (dopo Ponte Zittola) in Molise. Da segnalare la lunga e pedalabile discesa fino a Isernia sulla nuova strada a scorrimento veloce SS17 con alcune gallerie in successione. Dopo Isernia ancora un tratto su strada larga e leggermente vallonata fino alla salita finale di Campitello Matese.

Ultimi km
Salita finale di oltre 15km. Dopo una prima parte in leggero falsopiano si attraversa l’abitato di San Massimo (ultimo centro prima dell’arrivo) con pendenze attorno al 10% per poi immettersi nella strada che porta all’arrivo larga, ben pavimentata con diversi ampi tornanti che culminano a circa 1km dall’arrivo. Dall’ultimo km lieve discesa fino ai 250m, dove la strada diventa pianeggiante con il rettilineo finale di asfalto largo 6,5m.
 

IL VIDEO DELL'ARRIVO RIPRESO A FIANCO DELLA LINEA DEL TRAGUARDO 

L'arrivo di Ulissi in un fotogramma del video ripreso dalla nostra Geologa del Giro Francesca Lugeri 
​che potete visualizzare dal canale YouTiube cliccando sulla stessa foto.

ULISSI VINCE LA TAPPA PIÙ LUNGA DEL GIRO D'ITALIA
CONTADOR CONSERVA LA MAGLIA ROSA

 

 
Fiuggi, 15 maggio 2015 - Diego Ulissi (Lampre - Merida) ha vinto la settima tappa del Giro d'Italia, battendo allo sprint, sul traguardo di Fiuggi, Juan Lobato (Movistar Team) e Simon Gerrans (Orica GreenEdge).

Alberto Contador (Tinkoff Saxo), più forte del dolore alla spalla infortunatasi ieri nella caduta finale, ha conservato la Maglia Rosa giungendo al traguardo nella pancia del gruppo. Elia Viviani (Team Sky), grazie ai punti conquistati nei traguardi individuali, ha riconquistato la Maglia Rossa della classifica a punti. Jan Polanc (Lampre - Merida) rimane in Maglia Azzurra di miglior scalatore, mentre Fabio Aru (Astana Pro Team) mantiene la Maglia Bianca di miglior giovane.

 

CONFERENZA STAMPA
Diego Ulissi (Lampre - Merida), Vincitore di Tappa
D: Come hai vinto la tappa?
R: 
Questa mattina mi sono svegliato e mi sono detto che ci dovevo provare. L'obiettivo erano i primi dieci e sarei stato contento così. La volata è andata esattamente come avevamo programmato. Il piano era che se Sacha (Modolo) fosse stato lì nel finale Polanc e Richeze gli avrebbero tirato la volata e io sarei stato sulla ruota degli altri. Ho seguito l'Orica, poi sono andato sulla ruota di Gilbert, ma quando ho visto che era male posizionato ho preso la ruota di Gerrans. Sono partito lungo perché avevo paura di rimanere bloccato, il resto per fortuna lo hanno fatto le gambe.

D: Paolo Bettini ha detto che abbiamo trovato un'altro Bettini. Cosa ne pensi?
R: I
o vedo Bartoli e Bettini come corridori lassù, da qualche parte, qualcosa di irraggiungibile. È vero che le mie caratteristiche sono simili alle loro, ma hanno un'altra classe. Se un giorno io dovessi solo andarci vicino sarebbe incredibile. Sono però contento di quello che sto facendo.

Q: Questo risultato ti fa rientrare in gioco per i Mondiali di Richmond?
A: 
Ho parlato di Richmond con Davide (Cassani, il CT della nazionale) ed entrambi pensiamo di si. Credo di aver mandato un grande messaggio oggi: 260 km in 7 ore e 20 minuti, nel caso in cui qualcuno avesse dubbi sulla mia resistenza nelle lunghe distanze.

La Maglia Rosa, Alberto Contador, ha parlato subito dopo il traguardo:
"È stata una giornata dura per me e sono contento di essere qui. Dopo tre-quattro ore non sapevo bene cosa fare con il mio braccio ma spero e confido che con il passare dei giorni migliori. Domani è una di quelle tappe che mi ero segnato come obiettivo. Ora sarà difficile per me e mi aspetto attacchi. In questo momento sto solo pensando a riposare e mettere il ghiaccio sulla spalla. Poi vedremo."


LA TAPPA DI DOMANI – I CINQUE SENSI
Tappa n. 8 – FIUGGI - CAMPITELLO MATESE – 186km

Gusto
Piatto tipico: Fusilli alla molisana
I fusilli appartengono alla categoria della pasta fresca lavorata a mano. Si stende l'impasto, se ne ricavano delle fettuccine larghe circa un centimetro che si attorcigliano intorno a un ferro da calza infarinato. Una volta cotti, i fusilli si condiscono con un ragù a base di carni di agnello e di vitello tagliate a pezzettini e di salsiccia sminuzzata. Un piatto saporito, nutriente e assolutamente da non perdere.
 
A cura della redazione di Oggi Cucino

Olfatto
Tintilia
Varietà rossa tipica del Molise. Nonostante il nome un po’ buffo, durante l’assaggio si mostra sempre molto riconoscibile, in quanto connotata da suggestioni, tipiche per questa varietà, di erbe officinali e pepe nero. I tannini non risultano mai eccessivi. Si abbina alla perfezione con i piatti a base di agnello.
Pentro Bianco Doc
Siamo nell’alto Molise. La versione ‘pallida’ di questa Doc è composta in prevalenza da Falanghina, completata da Trebbiano Toscano, Bombino e altre varietà bianche. In bocca il Pentro Doc risulta snello ma mai troppo ‘semplice’, in virtù di evidenti note agrumate, completate da un’invitante sapidità. Da mozzarella in carrozza.
A cura di Luca Gardini, Campione del Mondo Sommelier 2010

Udito
IL GIRO D’ITALIA È ANCHE… OPERA LIRICA
Isola del Liri (km 44): è a soli pochi chilometri da Arpino, villaggio di origine della famiglia di Ennio Morricone (anche se Morricone è nato a Roma). Compositore delle colonne sonore di grandi film per registi del calibro di Pier Paolo Pasolini, Bernardo Bertolucci, Quentin Tarantino e, come tutti ricordano, Sergio Leone, ha anche lavorato con il soprano italiano Alide Maria Salvetta.
Vi consigliamo l’ascolto di: 
Alide Maria Salvetta che canta la canzone di Morricone La califfa, dall’omonimo film del 1970 diretto da Alberto Bevilacqua.
A cura di Matt Rendell.

Vista
Uscendo da Fiuggi, da vedere il centro di Frosinone, sparso di parchi e ville rinascimentali, e l’Abbazia di Montecassino, scenario di una delle più crudeli battaglie della Seconda Guerra mondiale. Il Matese, area Montana tra Campania e Molise, si è rilanciato da poco come area active dove si fa trekking e cicloturismo tra i vecchi borghi d’Appennino. A Campitelo Matese d’inverno di scia, d’estate si può camminare lungo le strade che ospitano spesso il Giro d’Italia.
A cura della 
redazione di Dove.

Tatto
Celeberrimi i formaggi di capra delle campagne di Frosinone. In Ciociaria si trovano ancora i costumi tipici delle contadine carichi di pizzi (in particolare a Prata Sannita, Sant'Angelo d'Alife e Gallo Matese.
A cura della 
redazione di Dove.
PHOTO CREDIT: ANSA / DAL ZENNARO - ZENNARO - PERI
VIDEO CREDIT: ANSA / MENTUCCIA
 

 

98° GIRO D’ITALIA: BUONGIORNO DA GROSSETO
264km da Grosseto a Fiuggi, la tappa più lunga del Giro.
Contador regolarmente al via. Video con la Maglia Rosa alla partenza.


 
Grosseto, 15 maggio 2015 - Buongiorno dalla settima tappa del 98° Giro d'Italia, tappa in linea da Grosseto a Fiuggi di 264 km, la più lunga dell'edizione della Corsa Rosa 2015.

La Maglia Rosa Alberto Contador, caduto ieri nella volata finale, è regolarmente partito.

Il gruppo, forte di 189 corridori, ha attraversato il km 0 alle ore 10.25. Non partito il numero 124 Daniele Colli.

MAGLIE
MAGLIA ROSA – BALOCCO – Alberto Contador (TINKOFF SAXO)
MAGLIA ROSSA – ALGIDA – André Greipel (LOTTO SOUDAL)
MAGLIA AZZURRA – BANCA MEDIOLANUM – Jan Polanc (LAMPRE - MERIDA)
MAGLIA BIANCA – EUROSPIN – Fabio Aru (ASTANA PRO TEAM)

METEO
Grosseto, 10.00: Nuvoloso, 20°C. Vento: moderato - SSE 18-22 km/h.
Fiuggi, 17.00: Qualche nuvola, 21°C. Vento: moderato - SSE 24-33 km/h.
PERCORSO
È la tappa più lunga del Giro 2015 con i suoi 264km. Sostanzialmente priva di vere asperità altimetriche, ma caratterizzata da una parte finale abbastanza mossa. Primi 70km sulla strada a scorrimento veloce Aurelia per entrare nella strade maremmane dopo Montalto di Castro e attraversare lungo dolci ondulazioni gli abitati di Tuscania e Vetralla e contornare l’agglomerato metropolitano di Roma. A Monterotondo su un breve strappo è posto il GPM. Superata Tivoli (nella frazione di Ponte Lucano) si affrontano gli ultimi 60km piuttosto articolati e mossi sia altimetricamente che planimetricamente che portano lungo la via Prenestina all’arrivo di Fiuggi.

Ultimi km
Dopo l’abitato di Piglio a circa 15km dall’arrivo da segnalare una svolta a U che immette in una breve discesa (strada a volte leggermente ristretta) portando la corsa sulla strada nuova Anticolana dove si affrontano gli ultimi 10km caratterizzati da leggere salite. Superata la galleria di Monte Porciano (672m – rettilinea in leggera salita) dove sono situati i 5km all’arrivo, si raggiunge la statale Prenestina per strade larghe e ben pavimentate sempre in leggera salita. All’ingresso dell’abitato di Fiuggi svolta a sinistra e pendenze attorno al 2% fino all’ultimo chilometro, dove la strada si fa leggermente più ripida. La retta di arrivo di 350m è larga 7m su asfalto in leggera salita (3-4%).

 
 
 
Team LAMPRE-MERIDA

La vittoria più attesa nella tappa più lunga: estasi Ulissi

the most awaited victory in the longest stage: Ulissi, pure joy

15 maggio 2015

Una vittoria emozionante nella tappa più lunga del Giro d'Italia, la Grosseto-Fiuggi di 264 km.
Lunga ma non tanto come il periodo che Diego Ulissi si è lasciato definitivamente alle spalle con il successo odierno, il 18° in carriera e il 4° al Giro d'Italia (il primo proprio nella tappa più lunga dell'edizione 2011 della Corsa Rosa).

Una volata di gambe, di freddezza, di astuzia, di fiducia nei compagni, di cuore e di adrenalina: la giusta proporzione di componenti che hanno permesso al venticinquenne toscano (foto Bettini) di precedere Lobato, Gerrans, Belletti e Battaglin.

La tappa, oltre a presentare un chilometraggio notevole, ha posto i corridori di fronte a un forte vento, con conseguente dilatazione dei tempi di percorrenza: il cronometro si è fermato sulle 7h22'21".
La LAMPRE-MERIDA si è distinta ancora una volta per efficacia nell'approccio al chilometro finale, con Ferrari e Richeze a tenere il gruppo in fila: Modolo ha cercato di partire in velocità sul rettilineo in leggera ascesa di Fiuggi, ma ha lasciato il passo a Ulissi che, ben spalleggiato da Mori, aveva trovato un'ottima posizione a ruota di Gerrans e ha saputo esprimersi come meglio non avrebbe potuto.

"E' la vittoria della felicità, da condividere con chi mi è stato vicino in questi mesi: la famiglia, i compagni, i tifosi gli sponsor e una squadra che ha sempre avuto tanta fiducia in me e non mi ha mai fatto mancare il supporto - ha spiegato Ulissi - La tappa è stata lunghissima, così come lungo è stato lo sprint: dopo l'ultima svolta, ho visto che alcuni corridori già iniziavano la loro progressione, ma io ho preferito attendere e muovermi al momento giusto, sfruttando il grandissimo lavoro della squadra.

Dopo il traguardo l'emozione è stata tanta, soprattutto nel vedere compagni come Manuele Mori esultare come se avessero vinto un Mondiale. Ringrazio tutti, dal primo all'ultimo, stiamo correndo come una squadra unita e con grande affiatamento.

Sapevo che la mia condizione era in crescita, i tecnici mi dicevano di avere pazienza e io ho aspettato il mio giorno, lavorando e correndo con grinta per tornare a esprimere le mie qualità. La soddisfazione è enorme".


Jan Polanc ha conservato il primato nella classifica dei Gpm e vestirà la maglia azzurra anche nell'8^ tappa, la Fiuggi-Campitello Matese.

ORDINE D'ARRIVO
1- Ulissi 7h22'21"
2- Lobato s.t.
3- Gerrans s.t.
4- Belletti s.t.
5- Battaglin s.t.
31- Richeze 3", 52- Niemiec s.t., 66- Modolo s.t., 71- Polanc 17", 78- Mori 30", 108- Ferrari 1'21", 110- Grmay 1'32", 138- Xu 12'42"

CLASSIFICA GENERALE
1- Contador 27h48'00"
2- Aru 2"
3- Porte 20"
4- Kreuziger 22"
5- Cataldo 28"
27- Niemiec 5'10"



An emotional victory in the longest stage of the Giro d'Italia, the Grosseto-Fiuggi (264 km), but not enough to be compared to the long period to which Diego Ulissi put the end thanks to his success, the 18th in his career and the 4th in the Giro d'Italia (the first one was obtained in the longest stage of the 2011 edition of the Pink Race).

Legs, concentration, feeling with the team mates: everything in the sprint which allowed the twenty five years old Italian talent (photo Bettini) to precede Lobato, Gerrans and Belletti.

The LAMPRE-MERIDA was once again stunning in the approach to the final kilometer, thanks to Ferrari and Richeze who raised the pace of the bunch, trying to launch Modolo, who could not complete his action on the light hill final straight.
In that moment, Ulissi began his progression, after having exploited the perfect support by Mori: his sprint was amazing and the victory was impressive.

"It's such a joyful moment for me and I like to share it with the people who supported me in the past months: my family, my friends, my fans, the team mates, the sponsors and the team, which always gave me its help - Ulissi explained - The stage was very long and the sprint too: when we exit from the final bend, some riders began their action, but it was too early, I prefer to wait and to start to accelerate in a later moment, exploiting the work by my team mates.

What a great feeling after the arrival, something difficult to describe, especially when I saw all of my team mates celebrating as they had won a World title: Mori was so happy, he spent many days with me in the past months, I thank him and all the other team mates, we'll racing as an united team.

I was aware that my form was improving, but I was also aware of the fact that it was important to wait for the best chance: the sport directors kept told me to be patient and they were right".

Jan Polanc detained the blue jersey as leader of the Kom classification.

STAGE RESULTS
1- Ulissi 7h22'21"
2- Lobato s.t.
3- Gerrans s.t.
4- Belletti s.t.
5- Battaglin s.t.
31- Richeze 3", 52- Niemiec s.t., 66- Modolo s.t., 71- Polanc 17", 78- Mori 30", 108- Ferrari 1'21", 110- Grmay 1'32", 138- Xu 12'42"

OVERALL CLASSIFICATION
1- Contador 27h48'00"
2- Aru 2"
3- Porte 20"
4- Kreuziger 22"
5- Cataldo 28"
27- Niemiec 5'10"

 
 
15 May, 2015
<upload.jpg>
GIRO D’ITALIA: 5° BATTAGLIN E 6° COLBRELLI NELLA 7° TAPPA

In un’importante tappa, la più lunga del Giro d’Italia con 264km da Grosseto a Fiuggi, casa dello sponsor Acqua & Terme di Fiuggi, il #Greenteam non ha deluso le aspettative sfoderando un’ottima prestazione di squadra.
Nicola Boem è stato protagonista insieme ad altri quattro atleti di una lunga fuga durata più di 220km. Poi nello sprint finale di circa ottanta corridori è toccato al duo Battaglin – Colbrelliessere protagonisti. Il primo ha conquistato al 5° posto, arrivando vicino a conquistare il podio, mentre Colbrelli ha chiuso alle spalle, 6° grazie soprattutto ad un’ottima rimonta negli ultimi 100 metri.
 
Classifica 7° Tappa Giro d’Italia, 264km
1. Diego Ulissi (LAM) 7:22:21
2. Juan Lobato (MOV) st.
3. Simon Gerrans (OGE) st.
4. Manuel Belletti (SHT) st.
5. Enrico Battaglin (BAR) st.
6. Sonny Colbrelli (BAR) st.
7. Fabio Felline (TFR) st.
8. Grega Bole (CCC) st.
 
DICHIARAZIONI
 
Enrico Battaglin:”Ai 150 metri quando ho iniziato a sprintare a centro strada ho pensato che il successo fosse possibile. La mia progressione era perfetta ma poi ai -50 mi sono spostato sulla sinistra, con Belletti ci siamo sfiorati e ho perso un paio di pedalate fondamentali. A quel punto Ulissi al centro strada era inarrivabile e alla fine ho chiuso quinto. Peccato perché era una buona occasione, però penso che complessivamente siamo andati bene. Ci sono ancora diverse tappe da qui in avanti per me e la concreta possibilità di fare sempre meglio”.
 
Sonny Colbrelli:”Ho perso diverse posizioni dentro all’ultimo chilometro e il varco giusto per sprintare mi è si è aperto soltanto alla fine. Ho seguito Enrico (Battaglin, n.d.r.) per un tratto, poi mi sono buttato a centro strada, rimontavo bene, molto forte ma la linea d’arrivo era troppo vicino”. 
 
Roberto Reverberi:”Avevamo segnato questa tappa con il circoletto rosso da tempo perché per una serie di ragioni era importante fare il massimo. Penso che sommando la lunga fuga di Boem al doppio piazzamento nei dieci di Battagli e Colbrelli, di poterci ritenere soddisfatti. Avevamo inoltre Pirazzi che arrivando a casa voleva tentare qualcosa sulla salita finale. La strada però era poco ripida ed il ritmo in testa troppo elevato. È stato intelligente a rimanere in gruppo perché domani con l’arrivo di Campitello Matese troverà le pendenze giuste per attaccare”. 
 
 
PROSSIMA TAPPA
L’ottava frazione presenta un nuovo arrivo in salita. Da Fiuggi il Giro d’Italia andrà a scalare prima Forca d’Acero e poi l’ascesa finale di Campitello Matese (12.5km), per un totale di 186km.
 

 
A seguire i nostri video selezionati
  1. Video - Il "Giro Sauro" di Francesca Lugeri la geologa del Giro, in onda su Anteprima Giro Rai Sport 1 ogni giorno di tappa.
  2. Video - Report di RCS Sport della 7a tappa vinta da Diego Ulissi del 98° GIro d'Italia.
  3. Video - RCS Sport: La maglia rosa Alberto Contador regolarmente alla partenza della 7a tappa Montecatini Terme - Castiglione della Pescaia.
  4. Video - Una delle esilaranti Sit Com di Guido Foddis "BikiPidia" con CT Cassani ed i Prof. romagnoli (Malaguti, Montaguti, Marangoni, Belletti)
BIKIPEDIA IL VENTAGLIO

Scarica le classifiche complete della tappa odierna del 98° Giro d'Italia
 


  52_7_tappa_dettagli_tecnici_altimetria_07.jpg   52_7_tappa_dettagli_tecnici_planimetria_07.jpg   52_7_TA07 - Ordine arrivo.xls   52_7_TA07 - Classifica Generale.xls   52_7_TA07 - Classifica Giovani.xls   52_7_TA07 - Classifica GPM Generale.xls   52_7_TA07 - Classifica Punti Generale.xls
Video

 ;

 ;

 ;



Foto
Foto all'arrivo scattate dall'inviato di Bikenews.it alla 7a tappa © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto all'arrivo scattate dall'inviato di Bikenews.it alla 7a tappa © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto all'arrivo scattate dall'inviato di Bikenews.it alla 7a tappa © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto all'arrivo scattate dall'inviato di Bikenews.it alla 7a tappa © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto all'arrivo scattate dall'inviato di Bikenews.it alla 7a tappa © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto all'arrivo scattate dall'inviato di Bikenews.it alla 7a tappa © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto all'arrivo scattate dall'inviato di Bikenews.it alla 7a tappa © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto all'arrivo scattate dall'inviato di Bikenews.it alla 7a tappa © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto all'arrivo scattate dall'inviato di Bikenews.it alla 7a tappa © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto all'arrivo scattate dall'inviato di Bikenews.it alla 7a tappa © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Diego Ulissi vince la 7a tappa Grosseto/Fiuggi © Photo Ansa/RCS Sport
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
Foto del podio della 7a tappa del Giro d'Italia scattate dall'inviato di Bikenews.it © Photo Matteo Spuri/Bikenews.it
7a tappa Grosseto/Fiuggi - PHOTO CREDIT: ANSA / DAL ZENNARO - ZENNARO - PERI
7a tappa Grosseto/Fiuggi - PHOTO CREDIT: ANSA / DAL ZENNARO - ZENNARO - PERI
7a tappa Grosseto/Fiuggi - PHOTO CREDIT: ANSA / DAL ZENNARO - ZENNARO - PERI
7a tappa Grosseto/Fiuggi - PHOTO CREDIT: ANSA / DAL ZENNARO - ZENNARO - PERI
7a tappa Grosseto/Fiuggi - PHOTO CREDIT: ANSA / DAL ZENNARO - ZENNARO - PERI
7a tappa Grosseto/Fiuggi - PHOTO CREDIT: ANSA / DAL ZENNARO - ZENNARO - PERI
7a tappa Grosseto/Fiuggi - PHOTO CREDIT: ANSA / DAL ZENNARO - ZENNARO - PERI
7a tappa Grosseto/Fiuggi - PHOTO CREDIT: ANSA / DAL ZENNARO - ZENNARO - PERI


Articoli correlati

 Diego Ulissi ha vinto la 7a tappa del Giro d'Italia GROSSETO - FIUGGI di km 264. Contador in rosa si cura con ghiaccio...

« indietro