Giro d'Italia 2015

Sabato 9 maggio / Domenica 31 maggio 2015

Il 98° Giro d'Italia, tutte le tappe Ventuno frazioni dal 9 al 31 maggio per un totale di 3.486 km. Si parte da Sanremo, si arriva a Milano.   GIRO D'ITALIA 2015: UN PERCORSO EQUILIBRATO E MODERNO Presentata l’edizione 98 con 1 cronosquadre, 1 cronometro individuale, 5 tappe di alta montagna, 7 tappe pianeggianti e 7 di media montagna. Partenza dalla Riviera dei Fiori e conclusione a Milano dove, a maggio, inizierà ufficialmente l’Expo 2015. Il Giro d’Italia ricorderà Alfredo Martini. L’omaggio del Giro a Evans. Sulle strade della Corsa Rosa anche una gran fondo per amatori. Il saluto del Presidente dell’UCI, Cookson. Milano, 6 ottobre 2014. E’ stata presentata oggi a Milano l’edizione numero [...]

Continua »
Tappa/Stage 6

Andre' Graipel vince la 6a Tappa tappa del Giro d'Italia MONTECATINI TERME - CASTIGLIONE DELLA PESCAIA di 183km
Download:   altimetria  -  planimetria  -  classifica  
data: 14/05/2015 - partenza: Montecatini Terme - arrivo: Castiglione della Pescaia - lunghezza: 183 km - dislivello: Pianeggiante m



Altimetria 6a tappa
Altimetria generale


Panorama su Castiglione della Pescaia
 
Tappa n. 6 – MONTECATINI TERME - CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – 183km

Percorso
Tappa quasi completamente piatta salvo un breve tratto centrale dove è posto il GPM di giornata. Primi 80 km sostanzialmente pianeggianti attraverso il territorio Pisano per giungere, dopo Saline di Volterra, alle Colline Metallifere che vengono superate attraverso Pomarance (GPM), Larderello (zona rifornimento fisso) e Castelnuovo Val di Cecina. Segue il tratto finale piatto fino all’arrivo su strade prevalentemente rettilinee.

Ultimi km
Ultimi 8 km perfettamente piatti con due sole curve a 2,7 e 2,3 km dall’arrivo, seguite da un lungo percorso lievemente in curva fino ai 1.000 m dove diventa il rettilineo finale (asfalto, larghezza 7,5m). Da segnalare ai 1.500 m un dosso con traiettoria di passaggio rettilinea.

98° GIRO D’ITALIA: BUONGIORNO DA MONTECATINI TERME
183km da Montecatini Terme a Castiglione della Pescaia.
Tappa corsa interamente su suolo toscano e dedicata ad Alfredo Martini.

 


 
Montecatini Terme, 14 maggio 2015 - Buongiorno dalla sesta tappa del 98° Giro d'Italia, tappa in linea da Montecatini Terme a Castiglione della Pescaia di 183km, tappa con probabile arrivo in volata corsa interamente in Toscana.

La tappa di oggi è dedicata ad Alfredo Martini, grande figura del nostro ciclismo e grande amico del Giro. Ex corridore professionista ai tempi di Bartali e Coppi, poi direttore sportivo e infine storico commissario tecnico azzurro (dal 1975 al 1997), fu uomo saggio e appassionato, ben voluto e rispettato in particolare dai “suoi” corridori. Un maestro di vita, indimenticabile.

Il gruppo, forte di 190 corridori, ha attraversato il km 0 alle ore 12.55. 

MAGLIE
MAGLIA ROSA – BALOCCO – Alberto Contador (TINKOFF SAXO)
MAGLIA ROSSA – ALGIDA – 
Elia Viviani (TEAM SKY)
MAGLIA AZZURRA – BANCA MEDIOLANUM – 
Jan Polanc (LAMPRE - MERIDA)
MAGLIA BIANCA – EUROSPIN – 
Fabio Aru (ASTANA PRO TEAM)

METEO
Montecatini Terme, 12.55: Soleggiato, luminoso, nuvole alte, 26°C. Vento: moderato - WSW 20-29 km/h.
Castiglione della Pescaia, 17.00: Qualche nuvola, 22°C. Vento: moderato - SSE 26-30 km/h.
PERCORSO
Tappa quasi completamente piatta salvo un breve tratto centrale dove è posto il GPM di giornata. Primi 80km sostanzialmente pianeggianti attraverso il territorio Pisano per giungere, dopo Saline di Volterra, alle Colline Metallifere che vengono superate attraverso Pomarance (GPM), Larderello (zona rifornimento fisso) e Castelnuovo Val di Cecina. Segue il tratto finale piatto fino all’arrivo su strade prevalentemente rettilinee.

Ultimi km
Ultimi 8km perfettamente piatti con due sole curve a 2,7 e 2,3km dall’arrivo, seguite da un lungo percorso lievemente in curva fino ai 1.000m dove diventa il rettilineo finale (asfalto, larghezza 7,5m). Da segnalare ai 1.500m un dosso con traiettoria di passaggio rettilinea.

I CINQUE SENSI
Il Giro d’Italia vive oramai da oltre cent’anni e, giunto alla sua 98esima edizione, rappresenta l’incarnazione dell’italianità tutta attraversando i quattro angoli del Bel Paese. E in quanto incarnazione esso ha ormai acquisito tutti i cinque sensi dell’essere umano. Attraverso la vista, l’udito, l’olfatto, il gusto ed il tatto del Giro d’Italia vogliamo darvi informazioni utili affinché possiate prendere spunto per raccontare l’Italia attraversata dalla Corsa Rosa, la corsa più dura del mondo nel paese più bello del mondo.

PHOTO CREDIT: ANSA / DAL ZENNARO - ZENNARO - PERI

 
  

La vittoria di André Greipel nella 6a tappa a Castiglione della Pescaia © Photo Bettini
 
Volata vincente di Greipel a Castiglione della Pescaia con caduta che ha coinvolto Daniele Colli ed anche la maglia rosa Alberto Contador
Castiglione della Pescaia, 14 maggio 2015 - Andrè Greipel domina la volata al termine della 6a tappa del Giro d'Italia, che a visto fino a 14 km dall'arrivo la fuga di giornata con due romagnoli, Malaguti e Marangoni fra i partecipanti.

Purtroppo l'ennesima caduta ha rischiato di provocare uno sconquasso nella corsa per le conseguenze subite da Daniele Colli, venuto a contatto con uno spettatore che si e sporto dalle transenne con una macchina fotografica e scatenando una carambola di ciclisti fra i quali anche Alberto Contador.
Nella caduta il capitano del Team Tinkoff-Saxo ha subito un violento colpo alla spalla sinistra e sul palco delle premiazioni, dolorante, non ha potuto indossare la maglia rosa, ne stappare la bottiglia di spumante.

Nulla di invariato in classifica, tranne che per la maglia rossa della classifica a punti, passata di mano da Elia Viviani al tedesco André Graipel.

Ci auguriamo che Daniele Colli che si è dovuto ritirare ed è stato portato all'Ospedale di Grosseto per accertamenti, torni presto a pedalare e che Alberto Contador, non riporti conseguenze che possano inficiare la  sua performance in questo Giro d'Italia.

In questo momento Contador è stato trasportato dall'organizzazione del Giro in ospedale, per accertamenti, seguirà il bollettino medico diramato dall'organizzazione.

IL VIDEO DELL'ARRIVO RIPRESO A FIANCO DELLA LINEA DEL TRAGUARDO 


L'arrivo di Greipel in un fotogramma del video ripreso dalla nostra Geologa del Giro Francesca Lugeri 
​che potete visualizzare dal canale YouTiube cliccando sulla stessa foto.
 

ANDRE GREIPEL VINCE LA SESTA TAPPA DEL GIRO D'ITALIA 2015
ALBERTO CONTADOR MANTIENE LA MAGLIA ROSA
 

 
Castiglione della Pescaia, 14 maggio 2015 - Il corridore tedesco André Greipel (LOTTO SOUDAL) ha vinto in volata la sesta tappa del Giro d'Italia 2015, da Montecatini Terme a Castiglione della Pescaia di 183km. Il corridore spagnolo Alberto Contador (TINKOFF SAXO) ha mantenuto la Maglia Rosa di leader della classifica generale, nonostante sia stato coinvolto in una caduta nella volata finale. Seguiranno le interviste della conferenza stampa.

RISULTATO FINALE
1 - André Greipel (LOTTO SOUDAL) in 4h19'42", media 42,279 km/h
2 - Matteo Pelucchi (IAM CYCLING) s.t.
3 - Sacha Modolo (LAMPRE - MERIDA) s.t.

MAGLIE
MAGLIA ROSA – BALOCCO – 
Alberto Contador (TINKOFF SAXO)
MAGLIA ROSSA – ALGIDA – 
André Greipel (LOTTO SOUDAL)
MAGLIA AZZURRA – BANCA MEDIOLANUM – 
Jan Polanc (LAMPRE - MERIDA)
MAGLIA BIANCA – EUROSPIN –
 Fabio Aru (ASTANA PRO TEAM)


Il vincitore di tappa, André Greipel, ha detto:
"Non è stato facile per me dopo un inizio difficile di Giro, ma eravamo qui per questo: vincere una tappa. Devo dire grazie alla mia squadra. Sander Armée ha passato tutto il giorno a tirare. La strategia era quella di essere davanti all'ultima curva, ed Adam Hansen è appunto andato a tirare il gruppo ai 1100m a tutto gas. Greg Henderson mi ha portato fino ai 600m. Di solito il traguardo è troppo lontano ma oggi ho tenuto lo stesso e abbiamo vinto. Siamo davvero contenti per questa vittoria."

Stefano Feltrin, General Manager della Tinkoff Saxo, ha detto:
"Stiamo verificando la natura delle condizioni di Alberto con il dottore della squadra. Nel frattempo è stato trattato con il ghiaccio per precauzione. Verificheremo le sue condizioni in mattinata."
 


LA TAPPA DI DOMANI
Tappa n. 7 – GROSSETO - FIUGGI – 264km
Percorso
È la tappa più lunga del Giro 2015 con i suoi 264km. Sostanzialmente priva di vere asperità altimetriche, ma caratterizzata da una parte finale abbastanza mossa. Primi 70km sulla strada a scorrimento veloce Aurelia per entrare nella strade maremmane dopo Montalto di Castro e attraversare lungo dolci ondulazioni gli abitati di Tuscania e Vetralla e contornare l’agglomerato metropolitano di Roma. A Monterotondo su un breve strappo è posto il GPM. Superata Tivoli (nella frazione di Ponte Lucano) si affrontano gli ultimi 60km piuttosto articolati e mossi sia altimetricamente che planimetricamente che portano lungo la via Prenestina all’arrivo di Fiuggi.

Ultimi km
Dopo l’abitato di Piglio a circa 15km dall’arrivo da segnalare una svolta a U che immette in una breve discesa (strada a volte leggermente ristretta) portando la corsa sulla strada nuova Anticolana dove si affrontano gli ultimi 10km caratterizzati da leggere salite. Superata la galleria di Monte Porciano (672m – rettilinea in leggera salita) dove sono situati i 5km all’arrivo, si raggiunge la statale Prenestina per strade larghe e ben pavimentate sempre in leggera salita. All’ingresso dell’abitato di Fiuggi svolta a sinistra e pendenze attorno al 2% fino all’ultimo chilometro, dove la strada si fa leggermente più ripida. La retta di arrivo di 350m è larga 7m su asfalto in leggera salita (3-4%).
 

 

VOLATA VINCENTE DI GREIPEL, CONTADOR CONSERVA LA MAGLIA ROSA 

 
Castiglione della Pescaia, 14 maggio 2015 - Il campione di Germania Andrè Greipel (Lotto Soudal) ha vinto la sesta tappa del Giro d'Italia, giungendo primo al traguardo in una volata di gruppo davanti a Matteo Pelucchi (IAM Cycling) e Sacha Modolo (Lampre - Merida).

Una caduta durante lo sprint ha visto coinvolto tra gli altri Alberto Contador (Tinkoff Saxo), che, grazie alla neutralizzazione dei tempi per la classifica generale negli ultimi 3 km, ha mantenuto la Maglia Rosa. Con la vittoria Greipel ha anche indossato la Maglia Rossa della classifica a punti. Jan Polanc (Lampre - Merida) e Fabio Aru (Astana Pro Team) mantengono rispettivamente la Maglia Azzurra di miglior scalatore e la Maglia Bianca di miglior giovane.

 
 


CONFERENZA STAMPA
André Greipel (Lotto Soudal), Vincitore di Tappa

D: Come ha fatto la tua squadra a domare il gruppo sin dai 2,5km dall'arrivo?
R: 
È andata come avevamo pianificato dal bus stamattina: stare davanti nel pezzo tortuoso dai 2 km alla linea d'arrivo. Non è stato facile mantenere le posizioni: l'intera squadra era concentrata al massimo per tenermi davanti. Fare gli ultimi due chilometri con quattro uomini è davvero impressionante. Adam Hansen ha tirato da 1,2 km ai 600 m, poi Greg Henderson ha preso il controllo delle operazioni e mi ha tirato quasi fino alla fine. Li sono partito. La squadra ha fatto un lavoro davvero eccellente per tenermi fuori dai guai e tirarmi la volata perfettamente.

D: Cosa è andato storto a Genova?
A: 
La linea del traguardo era troppo lontana! O, se preferite, son partito troppo presto. Era leggermente in salita, 2%, e ho sbagliato i tempi. Detto questo non dipende sempre e solo da me. Viviani e Hofland non sono mica lenti, sono stato battuto da grandi velocisti. È importante avere buoni velocisti al Giro e vedere belle volate.

Q: Quanto è pericoloso l'ultimo chilometro in una volata?
A: 
Vorrei dire una cosa: tutti devono rispettare il corridore al proprio fianco. Non ho visto cosa sia successo. Le cadute sono parte del nostro lavoro e spero solo che tutti possano ripartire domani. Auguro il meglio a Daniele Colli e spero in una sua pronta guarigione.

Stefano Feltrin, General Manager Tinkoff Saxo ha preso la parola al posto di Contador in conferenza stampa

Q: Dov'è Alberto ora?
A: 
Alberto sta andando in hotel dove il dottore della squadra, Pete Daniels, verificherà se ci sia qualche problema fisico e di che natura sia. Avete visto tutti la caduta: è caduto in una volata di gruppo a piena velocità piuttosto duramente. Abbiamo messo del ghiaccio sia sulle ginocchia che sulle spalle. Gomiti e ginocchia sembrano OK. Non sembra ci sia alcuna frattura ma in quel tipo di cadute non si può mai dire sin dopo gli esami.

Q: È possibile che non parta domani?
A: 
Si, è possibile. Fino all'esame del dottore non sapremo le conseguenze. Appena avremo informazioni certe, decideremo cosa fare domani mattina.

Q: Cosa succederà stasera?
A: 
Prima di tutto il nostro dottore valuterà la situazione, dopo di che prenderemo una decisione. L'organizzazione di corsa ha messo il proprio staff medico a nostra disposizione. C'è un ospedale qui vicino. Quando ne sapremo di più decideremo di conseguenza.


 

Lotto Soudal: André Greipel finishes off perfect teamwork

André GreipelGerman champion André Greipel finished off the teamwork of Lotto Soudal in the sixth Giro stage! The stage took the riders from Montecatini Terme to Castiglione della Pescaia over a distance of 183 kilometres, an ideal stage for a bunch sprint.

 

The break of the day consisted of five riders. The sprint teams kept the gap stable, around five minutes. Lotto Soudal was riding very attentively in the front part of the peloton. Sander Armée was the first of the team to lead the chase. With fourteen kilometres to go the escapees were reeled in. Because of the crosswind there was a chance of echelons, but eventually that didn’t happen. When entering the last three kilometres Lotto Soudal took control, Lars Bak took the first position of the bunch. As planned Adam Hansen and Greg Henderson were the last men in front of André Greipel. Hendy did the perfect lead-out and Greipel finished it off. He beat Matteo Pelucchi and Sacha Modolo. This was the third stage win for the Gorilla in his third Giro. Greipel now leads the points classification.

 

André Greipel: “I’m really happy and relieved after this victory. And of course I’m immensely proud of the team, the guys did such an amazing job today. I’m really thankful. We took our responsibility today. We wanted to show ourselves from start to finish, so the others would know we were there. We didn’t make any mistakes. Sander Armée was the first rider who took control in the chase to keep the escapees close and to reel them in later. Grand Tour debutants Stig Broeckx and Louis Vervaeke also did their part of the job. With Lars Bak, Adam Hansen and Greg Henderson I had three riders in front of me when entering the last three kilometres. It all ran according to plan.”

 

“The beginning of this Giro is not at all like the other Grand Tours that I have done before, it was really tough the third and fourth day. I now have the points jersey. We’ll see what happens the next stages and how long I’ll keep it. It’s an honour to ride in it tomorrow, but it all depends on how the race develops. But now we have a first victory, we’ll definitely aim for a second one.”

ALBERTO CONTADOR E DANIELE COLLI: BOLLETTINO MEDICO 

 
Alberto ContadorCastiglione della Pescaia, 14 maggio 2015 - Il corridore n° 201 Alberto CONTADOR VELASCO (TCS) si è sottoposto a indagine radiografica ed ecografica della spalla sinistra, contusa durante la caduta. L’esame clinico presenta una leggera instabilità dell’articolazione sinistra rispetto alla controlaterale. Accusa un lieve dolore alla spalla.


Daniele Colli

Il corridore n° 124 Daniele COLLI (NIP) è stato sottoposto a esami radiografici che hanno confermato la presenza di una frattura scomposta dell’omero sinistro, mentre gli esami TAC hanno escluso altre lesioni fratturative o a carico degli organi interni a livello dell’addome e del torace.
 


Appello dei corridori al pubblico: tifateci ma rispettateci

In seguito agli incidenti occorsi al Giro d'Italia, in particolare nel finale della tappa di Genova e oggi in volata sul traguardo di Castiglione della Pescaia, i corridori italiani impegnati nella corsa rosa e non solo tramite l'ACCPI chiedono ai tifosi di porgere più attenzione nell'assistere alle gare.

Il ciclismo è già di per sè uno sport molto pericoloso, i girini chiedono al pubblico rispetto e maggiore riguardo per la loro sicurezza. Cadute dalle gravi conseguenze come quella che questo pomeriggio ha coinvolto tra gli altri Daniele Colli e la maglia rosa Alberto Contador possono essere evitate con un maggiore riguardo per i professionisti impegnati a svolgere il proprio lavoro, educazione e cultura sportiva.

I corridori, che anche nei prossimi giorni si augurano il pubblico sarà numeroso lungo le strade d'Italia, rinnovano l'invito agli appassionati di stare dietro alle transenne senza sporgersi, incitarli ma stando a bordo strada, evitando azioni rischiose, sia per loro stessi che per gli atleti, per mettersi in mostra.

La peculiarità del ciclismo è la vicinanza tra protagonisti e spettatori, questa va salvaguardata senza mancare mai di rispetto agli attori principali dello spettacolo.
I corridori vi aspettano alla partenza e all'arrivo di tappa per una stretta di mano e una pacca sulla spalla, durante la corsa per favore portate loro rispetto.

foto Graham Watson/BettiniPhoto©2015
 
 

NIPPO VINI FANTINI, BRUTTA CADUTA DI DANIELE COLLI COLPITO DA UN TIFOSO IN VOLATA. FRATTURA SCOMPOSTA ALL'OMERO SINISTRO, SARA’ OPERATO DOMATTINA. TUTTO IL TEAM E’ CON LUI.


 
Sesta tappa del Giro d’Italia che si chiude con una brutta caduta di Daniele Colli per colpa di uno spettatore. Daniele è vigile e cosciente, per lui una frattura scomposta all’omero del braccio sinistro, sarà operato domani. Tutto il team si stringe intorno all’indomito Daniele che saluta e tranquillizza tutti gli amici e i fan dall’ospedale.

Protagonista di giornata lo è  suo malgrado, Daniele Colli, rimasto coinvolto in una brutta caduta in volata a pochi metri dal traguardo a causa dell’incoscienza di un tifoso con velleità da grande fotografo. Per lui brutto infortunio al braccio. L’ospedale di Grosseto, che sta svolgendo un grande lavoro, ci comunica una frattura scomposta dell’ omero sinistro, con sospetta frattura del capitello radiale scongiurata dalla TAC. I medici procederanno con riduzione della frattura e successiva operazione di osteosintesi con chiodo endomidollare già domani.

Le prime dichiarazioni di Daniele: “Sto bene, voglio tranquillizzare tutti anche chi ancora non ho potuto chiamare. Mi ricordo di essere stato colpito da qualcosa mentre ero in piena volata, e poi solo di essermi ritrovato per terrà, con il braccio girato al contrario. Ammetto di essermi davvero spaventato, anche perché non riuscivo a sentire il braccio, come non fossi più sensibile”.

Come potete vedere dalla sequenza di immagini tratta da Eurosport, il “qualcosa” è un enorme obiettivo fotografico che impatta sul braccio di Daniele sporgendosi oltre limite e forzatamente al di là delle transenne. Daniele si trova così a cadere in maniera scomposta e improvvisa. (Per le immagini e vi rimandiamo al video completo dell’accaduto visionabile a questo link: l)

Il General Manager Francesco Pelosi è fortemente amareggiato: “Il bello del ciclismo è che è uno sport in cui il pubblico è a diretto contatto con i campioni ed è proprio questa la sua  magia. Ma proprio per questo il pubblico e i fans devono essere i primi tutori della sicurezza e tranquillità degli atleti. La persona che ha causato la caduta di Daniele è un tifoso incosciente, incurante della sicurezza degli atleti è che fa solo male a uno sport che non vuole creare ulteriori barriere tra pubblico e corridori. A causa di questa persona oggi Daniele dovrà essere operato e avrà due mesi di convalescenza e non potrà concludere il suo Giro d'Italia, appuntamento costruito con 8 mesi di duro lavoro che avevano il loro culmine proprio nella corsa rosa. Le robuste barriere e transenne che fungono da protezione agli atleti non devono essere bypassate arbitrariamente dai fans perché altrimenti si mette a repentaglio la sicurezza dei corridori, eroi di fatica e dedizione allo sport".

Peccato per l’epilogo della tappa, perché tutta la squadra aveva lavorato bene in giornata con una lunga fuga con due uomini (Grosu e Malaguti) e con un lavoro di protezione a Daniele che, allo sprint, stava bene ed era pronto a sprintare fino all'ultimo metro.



  51_7_tappa_dettagli_tecnici_altimetria_06.jpg   51_7_tappa_dettagli_tecnici_planimetria_06.jpg   51_7_TA06 - Classifica Generale.xls   51_7_TA06 - Ordine arrivo.xls   51_7_TA06 - Classifica Generale.xls   51_7_TA06 - Classifica Giovani.xls   51_7_TA06 - Classifica GPM Generale.xls   51_7_TA06 - Classifica Punti Generale.xls
Video

 ;

 ;

 ;



Foto
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia
© Photo Ansa/RCS Sport 6a tappa Giro d'Italia Montecatini Terme/Castiglione della Pescaia


Articoli correlati

 MONTECATINI TERME - CASTIGLIONE DELLA PESCAIA km 183
 Andre' Graipel vince la 6a Tappa tappa del Giro d'Italia MONTECATINI TERME - CASTIGLIONE DELLA PESCAIA di 183km

« indietro