ROGLIC VINCE la 54a TIRRENO-ADRIATICO con 31 centesimi di secondo su YATES pubblicato il 19/03/2019
 





PER UN SOFFIO, PRIMOZ

Per soli 31 centesimi di secondo lo sloveno si aggiudica la Corsa dei Due Mari davanti a Yates. Campenaerts vince la cronometro individuale finale di San Benedetto del Tronto.

San Benedetto del Tronto, 19 marzo 2019 – A distanza di poco più di due settimane dal successo nella Generale all'UAE Tour con cui aveva aperto la stagione, Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) è diventato il primo sloveno a vincere la Tirreno-Adriatico NamedSport, aggiudicandosi la 54a edizione della Corsa dei Due Mari con piccolissimo margine di appena 31 centesimi di secondo su Adam Yates (Mitchelton-Scott). Il campione europeo a cronometro Victor Campenaerts (Lotto-Soudal) ha vinto la cronometro di chiusura davanti all'italiano Alberto Bettiol (EF Education First) e all'olandese Jos van Emden (Team Jumbo-Visma).

DATI MONITORATI OGGI
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale.
 I dati sono disponibili a questo link.

DOWNLOAD

CLASSIFICA GENERALE
1 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) 
2 - Adam Yates (Mitchelton - Scott) a 1"
3 - Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) a 30"

RISULTATO DI TAPPA

1 - Victor Campenaerts (Lotto Soudal) 10km in 11’23”, media 53.235 km/h
2 - Alberto Bettiol (EF Education First) a 3"
3 - Jos Van Emden (Team Jumbo - Visma) a 4"

MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom -  Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma)  
  • Maglia Arancione, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful - Mirco Maestri (Bardiani CSF)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel - Alexey Lutsenko (Astana Pro Team)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Open Fiber - Sam Oomen (Team Sunweb) 

CONFERENZA STAMPA 
Il vincitore della 54esima Tirreno-Adriatico NamedSport Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) ha dichiarato in conferenza stampa:
La Tirreno-Adriatico era il mio grande obiettivo di questo inizio di stagione. È fantastico aver raggiunto questo risultato. All'inizio ero fiducioso che avrei potuto vincere ma durante la crono potevo solo controllare la mia prestazione, non sapevo come stesse andando Adam [Yates]. Ho dato il 100% e fortunatamente è stato abbastanza. Volevo arrivare al traguardo il più velocemente possibile. Questa è una grande vittoria per me. Il Giro d'Italia sarà una storia diversa, ci saranno grandi montagne ma tornerò in Italia molto motivato dopo l'allenamento in altura". 

Adam Yates (Mitchelton-Scott), secondo in Classifica Generale, ha dichiarato:Ho fatto del mio meglio. Avevo già detto che 25 secondi non erano sufficienti e così è stato anche se ho fatto una buona cronometro. Ho mantenuto la posizione da crono sulla bici il più a lungo che potessi, la sensazione era più o meno la stessa: sofferenza. Sapevo che questo percorso non si adattava bene alle mie caratteristiche, non c'è molto altro che avrei potuto fare. Questo è il ciclismo. Questo è sport ai più alti livelli. Sicuramente l'anno prossimo tornerò, spero più forte per poter vincere finalmente questa corsa". 

Jakob Fuglsang (Astana Pro Team), terzo assoluto della Generale:Dopo la cronometro a squadre sembrava molto difficile finire sul podio finale. Pensavamo che avremo dovuto puntare alle tappe e finiamo la Tirreno-Adriatico con due frazioni conquistate. Sono felice per il risultato che abbiamo ottenuto. Oggi non è stata una cronometro facile, c'era tanto vento". 

La Maglia Arancione, Mirco Maestri (Bardiani-CSF): Questa volta ce l'ho fatta. Ho sofferto molto perché ero in macchina con il [direttore sportivo] Roberto [Reverberi], guardavamo gli altri sul percorso incrociando le dita. Questa volta è andata bene. Due anni fa ero molto vicino a Peter Sagan che vinse questa speciale classifica, mi ha anche regalato la sua Maglia Arancione con una dedica speciale 'la prossima volta sarà tua'. È andata proprio così, sono felice. Potrei faro lo stesso con Peter e regalargli la mia maglia". 

La Maglia Verde, Alexey Lutsenko (Astana Pro Team):È stata una gara davvero bella. Abbiamo vinto due tappe, il mio amico Jakob [Fuglsang] è sul podio finale e io ho la Maglia Verde. Possiamo essere felici con questi risultati. Oggi è stata molto difficile anche se la prova era di soli 10 km. Sono soddisfatto di essere qui, dopo la doppia caduta del giorno in cui ho vinto la tappa. Dopo domani andrò in montagna per far allenamento in altura prima delle Classiche delle Ardenne". 

Il miglior giovane, la Maglia Bianca Sam Oomen (Team Sunweb): È  stata davvero una frazione difficile. Non credo di aver fatto una buona prova oggi, non mi sentivo troppo bene. Sono felice di aver mantenuto la Maglia Bianca. È  stata una bella settimana alla Tirreno-Adriatico, continuerò ad allenarmi con per migliorarmi".​ 

Il vincitore della tappa 7 Victor Campenaerts (Lotto-Soudal) ha dichiarato in conferenza stampa: "Penso che oggi sono stato il miglior cronoman del mondo, tutti i migliori specialisti delle prove contro il tempo erano qui, mancava solo Michal Kwiatkowski. Battere il Campione del Mondo [Rohan Dennis] e il secondo classificato [Tom Dumoulin] è qualcosa di grande, ero arrivato terzo dietro di loro all'ultimo Mondiale. Questa vittoria è anche una grande iniezione di fiducia per il mio tentativo di battere il record dell'ora".​ 
  

STATISTICHE

  • Dopo esser stato il primo sloveno ad aggiudicarsi una tappa al Tour de France (la 17esima con arrivo a Serre-Chevalier, poi seguita dal successo nella 19a frazione sempre nel 2018, con arrivo a Laruns), Primoz Roglic è diventato il primo sloveno a vincere la Tirreno-Adriatico NamedSport. È nato in Yugoslavia nel 1989 prima dell'indipendenza della Slovenia (25 giugno 1991). Con Primoz corridori di 13 nazioni diverse hanno vinto la Corsa dei Due Mari.
  • 31 centesimi di secondo di differenza non è il gap più piccolo tra il primo e il secondo nella classifica finale della Tirreno-Adriatico NamedSpot: nel 2001, la differenza tra Davide Rebellin e Gabriele Colombo fu di soli 27 centesimi. 
  • L’ultimo belga a vincere una crono della Tirreno-Adriatico prima di Victor Campenaerts era stato Roger de Vlaeminck nel 1976, anche lui a San Benedetto del Tronto. De Vlaeminck è il recordman assoluto di successi finali: 6.
Alexey Lutsenko ha ricevuto la “Targa Mealli”, riconoscimento destinato al corridore piú combattivo durante l’arco dell’intera competizione e dedicato alla memoria dell’ideatore della Tirreno-Adriatico Franco Mealli. La targa è stata consegnata dal figlio Ercole.
  
#TirrenoAdriatico
FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari 












 

 

ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES
Victor Campenaerts si impone nella cronometro individuale finale di San Benedetto del Tronto.

San Benedetto del Tronto, 19 marzo 2019 – Il corridore sloveno Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) ha vinto la 54a edizione della Tirreno-Adriatico NamedSport. Il podio finale della Corsa dei Due Mari è completato da Adam Yates (Mitchelton - Scott), staccato di soli 31 centesimi e Jakob Fuglsang (Astana Pro Team). Victor Campenaerts (Lotto Soudal) vince l'ultima frazione, la cronometro individuale di San Benedetto del Tronto di 10 km.

CLASSIFICA GENERALE
1 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) 
2 - Adam Yates (Mitchelton - Scott) a 1"
3 - Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) a 30"

RISULTATO DI TAPPA

1 - Victor Campenaerts (Lotto Soudal) 10km in 11’23”, media 53.235 km/h
2 - Alberto Bettiol (EF Education First) a 3"
3 - Jos Van Emden (Team Jumbo - Visma) a 4"

MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom -  Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma)  
  • Maglia Arancione, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful - Mirco Maestri (Bardiani CSF)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel - Alexey Lutsenko (Astana Pro Team)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Open Fiber - Sam Oomen (Team Sunweb) 

Il vincitore della Tirreno-Adriatico Primoz Roglic, subito dopo l'arrivo, ha dichiarato: “ È incredibile, una vittoria di pochissimo. Mi sentivo bene mentre pedalavo, sopratutto nella seconda parte. Prima della partenza ero abbastanza fiducioso, sono felicissimo che sia finita così”. 

Il vincitore di tappa, Victor Campenaerts ha dichiarato: “ Ho fatto una cronometro perfetta. Sapevo che dovevo essere forte sopratutto nella seconda parte dove il vento era davvero forte in faccia. Questa vittoria, la mia prima nel World Tour, è importante anche per il morale verso la mia sfida al record dell'ora”. 

Seguiranno le dichiarazioni della conferenza stampa e altri materiali. 
  
#TirrenoAdriatico
FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari


















BUONGIORNO dalla 7a tappa della TIRRENO-ADRIATICO
Si conclude oggi con la cronometro individuale decisiva la Corsa dei Due Mari.
Questa mattina Andrea Piccolo ha vinto il 1º Trofeo Città di San Benedetto, disputatosi sul percorso della settima tappa.

San Benedetto del Tronto, 19 marzo 2019 – Buongiorno dalla settima ed ultima tappa della Tirreno-Adriatico NamedSport, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, la cronometro individuale di San Benedetto del Tronto di 10 km. La tappa sarà decisiva per la lotta in Classifica Generale, con le prime posizioni ancora in gioco. Racchiusi in 35" ci sono tre corridori: il leader della corsa Adam Yates, il secondo della Generale Primoz Roglic Jakob Fuglsang.

Il primo corridore, Phil Bauhaus (Team Sunweb), partirà alle ore 13:25. L'ultimo sarà la Maglia Azzurra Adam Yates (Mitchelton - Scott) che partirà alle 16:03.

Questa mattina la Tirreno-Adriatico NamedSport ha ospitato una gara a cronometro per la categoria juniores, con 48 ragazzi al via, disputatasi ​sullo stesso percorso dei professionisti.
A vincere è stao Andrea Piccolo (Team LVF), Campione italiano a cronometro tra gli Juniores​ e bronzo mondiale nel 2018 a Innsbruck.

Da sinistra, Antonio Tiberi (Team Franco Ballerini), Andrea Piccolo (Team LVF)​ e Gianmarco Garofoli (Team LVF Marche)​​

VELON
Potete trovare la lista completa dei corridori dotati del dispositivo per il monitoraggio dati in tempo reale di Velon 
oggi a questo link.

METEO
San Benedetto del Tronto (13:25 - Partenza primo corridore): Parzialmente Nuvoloso, 13°C. Vento: moderato – 13kmh, N.
San Benedetto del Tronto (16:20 - Arrivo ultimo corridore): Nuvoloso, 10°C. Vento: moderato – 13kmh, N.

DOWNLOAD

CLASSIFICA GENERALE
1 - Adam Yates (Mitchelton - Scott)
2 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) at 25"
3 - Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) at 35"

MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom - Adam Yates (Mitchelton - Scott)
  • Maglia Arancione, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful - Mirco Maestri (Bardiani CSF)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel - Alexey Lutsenko (Astana Pro Team)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Open Fiber - Sam Oomen (Team Sunweb)
PUNTI E ABBUONI IN PALIO 
Durante la cronometro nessun secondo di abbuono massimo in palio per la classifica generale. Sono invece in palio gli ultimi 12 punti per la classifica della Maglia Arancione di leader della classifica a punti.
PERCORSO 
Tappa 7 – San Benedetto del Tronto (Cronometro Individuale) 10 km 
Cronometro individuale di 10’050 m, su un percorso che ricalca in gran parte il circuito finale delle tappe conclusive degli ultimi anni 90 e 2000 ed è il medesimo dal 2015. La pedana di partenza è posta in viale Tamerici (Riva sud) da dove si procede verso Porto d’Ascoli lungo il mare. Da Piazza Salvo d’Acquisto (cronometraggio intermedio – km 4,4) si prosegue ancora circa 750 m prima di risalire fino a San Benedetto del Tronto dove la corsa termina sul traguardo tradizionale di viale Buozzi. Gli ultimi 2,5 km sono praticamente rettilinei. 

Ultimi km 
Ultimi 3 km su strade ampie e prevalentemente rettilinee. Si risale sul lungomare (carreggiata a monte) verso il traguardo. Ai 2,5 km dal traguardo una doppia curva immette sul rettilineo d'arrivo (2.500 m). Carreggiata di 8 m, fondo asfaltato. 



CURIOSITÀ 
San Benedetto del Tronto 
San Benedetto del Tronto è una città delle Marche, la quinta in regione per popolazione dopo Ancona, Pesaro, Fano e Ascoli Piceno. Costituisce il polo centrale di una regione metropolitana (FURs) che ingloba 23 comuni. 
Chiamata anche Riviera delle Palme, dicitura poi estesa anche alle località limitrofe della costa e dell'entroterra dopo la nascita del consorzio turistico, costituisce una delle principali località turistica delle Marche per numero di presenze. Dal 1999 la città viene insignita ininterrottamente della Bandiera Blu con stella, il riconoscimento che la FEE (Foundation for Environmental Education) rilascia alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto. 
Dalla seconda edizione del 1967 San Benedetto del Tronto è sede fissa dell'ultima tappa di quella che si è consolidata come la seconda corsa ciclistica a tappe d'Italia, dopo il Giro d'Italia. Anche il Giro d'Italia ha fatto tappa a San Benedetto: 1953 e 1964. 


COPERTURA TV 
I palinsesti della Tappa 7 della Tirreno-Adriatico NamedSport sono disponibili a questo link.
#TirrenoAdriatico
FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari 



 ;   9396_7a plan hight.jpg   9396_7a prof Hight.jpg   9396_7 ult km.jpg   9396_START LIST CRONO 7 TA19.jpg   9396_ORD ARRIVO 7A TA H.jpg   9396_CLASS GEN TA 19.jpg   9396_CLAASS PUNTI TA 19.jpg   9396_CLASS MAglia verde H.jpg   9396_CLASS MAGLIA BIANCA.jpg   9396_CLASS SQUADRE TA 19.jpg



Foto
BUONGIORNO dalla 7a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 7a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 7a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 7a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 7a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 7a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 7a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 7a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
ROGLIC VINCE LA 54a TIRRENO-ADRIATICO PER 31 CENTESIMI DI SECONDO SU YATES © LaPresse - D'Alberto / Ferrari
Lotto Soudal: Caleb Ewan sprints to victory in Tour of Turkey! Cini e la Morri si impongono alla Granfondo Michele Scarponi Tempier non si ferma più: il francese sbanca anche Nalles Philippe Gilbert writes history at Paris-Roubaix