JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA pubblicato il 18/03/2019



 

ALAPHILIPPE SPRINTA VERSO LA MILANO-SANREMO

Dopo aver vinto sullo strappo di Pomarance, il francese si ripete a Jesi battendo tutti i velocisti.

Jesi, 18 marzo 2019 – Il vincitore della seconda tappa Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step) si è ripetuto sul traguardo della Verdicchio Wine Stage, 195 km da Matelica e Jesi, dove ha conquistato un successo a sorpresa. Il transalpino ha sfruttato l'accelerazione di Richeze sul rettilineo finale, in leggera ascesa, per imporsi nella volata di gruppo su Davide Cimolai (Israel Cycling Academy) e sul compagno di squadra Elia Viviani. La Tirreno-Adriatico NamedSport si conclude domani con una sfida contro il tempo individuale. Racchiusi in 35" ci sono tre corridori: il leader della corsa Adam Yates, il secondo della Generale Primoz RoglicJakob Fuglsang.

Il primo corridore a partire sarà Phil Bauhaus (Bahrain - Merida) alle 13:25, l'ultimo Adam Yates (Mitchelton-Scott) alle 16:03.
 L'ordine di partenza della cronometro è disponibile a questo link.


DATI MONITORATI OGGI
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale. 
I dati sono disponibili a questo link.

DOWNLOAD

RISULTATO FINALE
1 - Julian Alaphilippe (Deceuninck - Quick-Step) - 195 km in 4h42’11”, media 41,462 km/h
2 - Davide Cimolai (Israel Cycling Academy) s.t.
3 - Elia Viviani (Deceuninck - Quick-Step)​ s.t.

CLASSIFICA GENERALE

1 - Adam Yates (Mitchelton - Scott)
2 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) at 25"
3 - Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) at 35"

MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom - Adam Yates (Mitchelton - Scott)
  • Maglia Arancione, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful - Mirco Maestri (Bardiani CSF)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel - Alexey Lutsenko (Astana Pro Team)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Open Fiber - Sam Oomen (Team Sunweb)

CONFERENZA STAMPA 
Il vincitore di tappa,  Julian Alaphilippe, ha dichiarato: 
"È stata una sorpresa per me alzare le braccia, stavo lavorando per Elia [Viviani]. Ero a ruota di Max Richeze che ha fatto una accelerata pazzesca. Quando ho visto il cartello dei 200 metri, ho dato tutto fino al traguardo. Sono contento di aver vinto ma è davvero un grande successo di tutta la squadra, abbiamo lavorato tanto tutto il giorno. Siamo stato davanti a controllare quando c'era fuori la fuga per poi andare a riprendere gli attaccanti. Domani farò la cronometro a tutta ma il grande obiettivo per me e la squadra è la Milano-Sanremo: non sarà facile vincere. Sto molto bene, come tutti i miei compagni: è fantastico essere in forma per i grandi obiettivi. Abbiamo anche Elia in caso di una volata di gruppo: tante carte diverse da giocare ma un solo obiettivo: vincere la prima Classica Monumento dell'anno". 

La Maglia Azzurra,  Adam Yates, ha detto: "Le frazioni come quella di oggi sono sempre difficili. Molte squadre erano nervose perché c'era molto vento. I miei compagni di squadra si sono presi cura di me, hanno fatto un ottimo lavoro e sono arrivato al traguardo senza problemi. Adesso resta solo la cronometro di domani. Per vincere la Tirreno-Adriatico dovrò fare una prestazione-sorpresa. Non sono uno specialista della cronometro e il mio vantaggio non è rassicurante. Farò comunque del mio meglio.” 
  

STATISTICHE

  • Prima di Julian Alaphilippe, l’unico francese ad aggiudicarsi due tappe alla Tirreno-Adriatico NamedSport era stato Jean-Claude Leclercq, allora portacolori della Helvetia e ormai noto commentatore di ciclismo in TV in lingua tedesca, che vinse la terza tappa da Amalfi a Ravello (cronoscalata individuale) e la sesta da Porto Recanati a Monte Urano nel 1990.
  • Davide Cimolai (2°) è al suo primo podio alla Tirreno-Adriatico NamedSport. Il suo ultimo podio in una gara WorldTour era stato un 2° posto alla Volta Catalunya del 2017 tre giorni dopo aver vinto la prima tappa.
  • Cinque volte in Maglia Azzurra, il britannico Adam Yates raggiunge il suo connazionale Mark Cavendish per numero di gioni come leader della Corsa dei Due Mari. Nessun britannico ne conta tante.

LA TAPPA DI DOMANI 
Tappa 7 – San Benedetto del Tronto (Cronometro Individuale) 10 km 
Cronometro individuale di 10’050 m, su un percorso che ricalca in gran parte il circuito finale delle tappe conclusive degli ultimi anni 90 e 2000 ed è il medesimo dal 2015. La pedana di partenza è posta in viale Tamerici (Riva sud) da dove si procede verso Porto d’Ascoli lungo il mare. Da Piazza Salvo d’Acquisto (cronometraggio intermedio – km 4,4) si prosegue ancora circa 750 m prima di risalire fino a San Benedetto del Tronto dove la corsa termina sul traguardo tradizionale di viale Buozzi. Gli ultimi 2,5 km sono praticamente rettilinei. 

Ultimi km 
Ultimi 3 km su strade ampie e prevalentemente rettilinee. Si risale sul lungomare (carreggiata a monte) verso il traguardo. Ai 2,5 km dal traguardo una doppia curva immette sul rettilineo d'arrivo (2.500 m). Carreggiata di 8 m, fondo asfaltato. 


CURIOSITÀ 
San Benedetto del Tronto 
San Benedetto del Tronto è una città delle Marche, la quinta in regione per popolazione dopo Ancona, Pesaro, Fano e Ascoli Piceno. Costituisce il polo centrale di una regione metropolitana (FURs) che ingloba 23 comuni. 
Chiamata anche Riviera delle Palme, dicitura poi estesa anche alle località limitrofe della costa e dell'entroterra dopo la nascita del consorzio turistico, costituisce una delle principali località turistica delle Marche per numero di presenze. Dal 1999 la città viene insignita ininterrottamente della Bandiera Blu con stella, il riconoscimento che la FEE (Foundation for Environmental Education) rilascia alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto. 
Dalla seconda edizione del 1967 San Benedetto del Tronto è sede fissa dell'ultima tappa di quella che si è consolidata come la seconda corsa ciclistica a tappe d'Italia, dopo il Giro d'Italia. Anche il Giro d'Italia ha fatto tappa a San Benedetto: 1953 e 1964. 


COPERTURA TV 
I palinsesti della Tappa 7 della Tirreno-Adriatico NamedSport sono disponibili a questo link.
#TirrenoAdriatico
FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari 




JULIAN ALAPHILIPPE vince allo sprint la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO
ADAM YATES ancora in MAGLIA AZZURRA

Jesi, 18 marzo 2019 – Il corridore francese Julian Alaphilippe (Deceuninck - Quick-Step) ha vinto la Tappa 6 della Tirreno-Adriatico NamedSport, la Verdicchio Wine Stage, da Matelica a Jesi di 195 km. Sul traguardo ha preceduto Davide Cimolai (Israel Cycling Academy) e Elia Viviani (Deceuninck - Quick-Step)​. Adam Yates (Mitchelton - Scott) indossa ancora la Maglia Azzurra.

RISULTATO FINALE
1 - Julian Alaphilippe (Deceuninck - Quick-Step) - 195 km in 4h42’11”, media 41,462 km/h
2 - Davide Cimolai (Israel Cycling Academy) s.t.
3 - Elia Viviani (Deceuninck - Quick-Step)​ s.t.

CLASSIFICA GENERALE

1 - Adam Yates (Mitchelton - Scott)
2 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) at 25"
3 - Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) at 35"

MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom - Adam Yates (Mitchelton - Scott)
  • Maglia Arancione, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful - Mirco Maestri (Bardiani CSF)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel - Alexey Lutsenko (Astana Pro Team)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Open Fiber - Sam Oomen (Team Sunweb)

Il vincitore di tappa,  Julian Alaphilippe, subito dopo l'arrivo, ha dichiarato: “ Non sono un velocista ma so di poter essere pericoloso in uno sprint dopo una giornata dura come questa. A un giro dalla fine Elia Viviani mi ha chiesto se me la sentissi di provarci in volata, gli ho detto che gli avrei fatto da apripista. Poi allo sprint Max Richeze ha accelerato tanto e io non ho fatto altro che seguirlo e tenere fin sulla linea del traguardo. Sono davvero contento di questo incredibile successo”. 

La Maglia Azzurra Adam Yates ha dichiarato: “ L'ultimo chilometro era in leggera salita, sappiamo che Alaphilippe può fare la differenza su un arrivo come questo. Forse un paio di anni fa avrei potuto farlo anche io ma non sono più così esplosivo. Spero di poter fare una prestazione-sorpresa domani. Non sono uno specialista della cronometro e il mio vantaggio non è abbastanza ma farò del mio meglio.” 

Seguiranno le dichiarazioni della conferenza stampa e altri materiali. 
LA TAPPA DI DOMANI 
Tappa 7 – San Benedetto del Tronto (Cronometro Individuale) 10 km 
Cronometro individuale di 10’050 m, su un percorso che ricalca in gran parte il circuito finale delle tappe conclusive degli ultimi anni 90 e 2000 ed è il medesimo dal 2015. La pedana di partenza è posta in viale Tamerici (Riva sud) da dove si procede verso Porto d’Ascoli lungo il mare. Da Piazza Salvo d’Acquisto (cronometraggio intermedio – km 4,4) si prosegue ancora circa 750 m prima di risalire fino a San Benedetto del Tronto dove la corsa termina sul traguardo tradizionale di viale Buozzi. Gli ultimi 2,5 km sono praticamente rettilinei. 

Ultimi km 
Ultimi 3 km su strade ampie e prevalentemente rettilinee. Si risale sul lungomare (carreggiata a monte) verso il traguardo. Ai 2,5 km dal traguardo una doppia curva immette sul rettilineo d'arrivo (2.500 m). Carreggiata di 8 m, fondo asfaltato.
#TirrenoAdriatico
FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari 





 
 

 

18.3.2019

MAESTRI RICONQUISTA LA MAGLIA A PUNTI DELLA TIRRENO-ADRIATICO: DECISIVA LA CRONO DI DOMANI

Ancora una fuga per Mirco che può così affrontare l’ultima tappa da leader

Mirco Maestri riapre la sfida per la maglia arancione alla Tirreno-Adriatico. Con la quarta fuga (170 km all’attacco oggi) su cinque tappe disponibili, il reggiano della Bardiani-CSF riconquista “di forza” il primo posto nella classifica a punti. Decisivi i 10 punti conquistati negli sprint intermedi della sesta frazione da Matelica a Jesi, che gli hanno permesso di portare il bottino a quota 31 e tenersi dietro Yates a 27, Alaphilppe 26, Fuglsang e Roglic a 22.

“Per attaccare oggi, dopo tutte le fatiche dei giorni precedenti, è servita tanta forza di volontà frutto, soprattutto, della speranza di conquistare un risultato molto importante per me e la squadra” ha spiegato Maestri.

“Rispetto a due anni fa, quando mi giocai la maglia a punti con un super Sagan, arrivo all’ultima tappa vestendo la maglia. Sono primo, ho dato tutto per essere lì, ora non posso far altro che affidarmi al destino e sperare di avere quel pizzico di fortuna necessaria a non farmi superare”.

Conti alla mano, sono cinque i corridori che possono matematicamente sfilare la maglia a Maestri domani nella cronometro di San Benedetto del Tronto (10 km): Yates, Alaphilippe, Fuglsang, Roglic e Viviani (sesto a 20 punti). Da regolamento l’arrivo di ogni tappa assegna 12 punti al primo, 10 al secondo, 8 al terzo, 7 al quarto e così a scendere fino al decimo che prende 1 punto.

Sulla carta, considerando il percorso di domani favorevole ai cronoman puri, l’avversario più temibile è Roglic, che deve però concludere almeno al primo o secondo posto per superare Mirco. Da non sottovalutare ovviamente neanche Yates, che deve comunque chiudere entro il sesto posto, mentre più remote appaiono le chance di Alaphilippe, Fuglsang e Viviani.

Il verdetto finale è così rimandato a domani, verso le 16.30, quando l’ultimo corridore, ovvero il leader della generale Yates, chiuderà la prova.

 

BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO

Oggi ultima frazione in linea, la Verdicchio Wine Stage, 195 km da Matelica a Jesi con un finale per le ruote veloci del gruppo.

Matelica, 18 marzo 2019 – Buongiorno dalla sesta tappa della Tirreno-Adriatico NamedSport, in programma dal 13 al 19 marzo e organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, la frazione in linea da Matelica a Jesi di 195 km, con un finale piatto adatto alle ruote veloci del gruppo. È la Verdicchio Wine Stage, un omaggio al Verdicchio, vino prodotto in quest'area delle Marche e famoso nel mondo.

La corsa ha passato il km 0 alle ore 11:42 con il gruppo forte di 144 corridori. Non partito il dorsale numero 192 - Jenthe Biermans​ (Team Katusha Alpecin​)​.

VELON
Potete trovare la lista completa dei corridori dotati del dispositivo per il monitoraggio dati in tempo reale di Velon oggi
 a questo link.

METEO
Matelica (11.50 - Partenza): Parzialmente nuvoloso, 16°C. Vento: brezza leggera – 11kmh, SO.
Jesi (16.25 - Arrivo): Variabile, 14°C. Vento: moderato – 16kmh, N.

DOWNLOAD

CLASSIFICA GENERALE
1 - Adam Yates (Mitchelton - Scott)
2 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) a 25"
3 - Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) a 35"

MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom - Adam Yates (Mitchelton - Scott)
  • Maglia Arancione, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful - Adam Yates (Mitchelton - Scott), indossata domani da Jakob Fuglsang (Astana Pro Team)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel - Alexey Lutsenko (Astana Pro Team)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Open Fiber - Sam Oomen (Team Sunweb)
PUNTI E ABBUONI IN PALIO 
Durante la tappa ci saranno 16 secondi di abbuono massimo in palio per la classifica generale, 3 a ciascun traguardo volante e 10 sul traguardo finale per il primo classificato. Vi sono inoltre 22 punti per la classifica della Maglia Arancione e gli ultimi 5 punti per quella di miglior scalatore
PERCORSO 
Tappa 6 – Matelica  - Jesi 195 km 
Tappa ondulata nella prima parte e in seguito pianeggiante, non particolarmente impegnativa adatta a un finale in volata. Da Matelica si attraversano Castelraimondo, San Severino Marche, Cingoli, Apiro, Moie e Morro d’Alba. Si arriva quindi a Jesi dove si percorreranno due giri di un circuito di 12,8 km. 
  
Ultimi km 
Circuito finale di 12,6 km. Completamente pianeggiante si svolge tra strade cittadine ampie e ben pavimentate e la campagna limitrofa dove si percorrono strade larghe con manto talvolta usurato. Ultimi 3 km interamente cittadini con ultima curva ai 1.000 m. Rettilineo di arrivo in leggera ascesa di 8,5 m, fondo asfaltato. 


CURIOSITÀ 
Jesi 
La storia sportiva di Jesi è legata alla scherma, in particolare il fioretto. La città è rappresentata dai campioni olimpici Stefano Cerioni, Giovanna Trillini, Valentina Vezzali (diventata nel 2012 l'atleta italiana con il maggior numero di medaglie d'oro vinte alle Olimpiadi) ed Elisa Di Francisca, tutti allievi del maestro Ezio Triccoli a cui è stato dedicato il locale palazzetto dello sport.

  
COPERTURA TV 
I palinsesti della Tappa 6 della Tirreno-Adriatico NamedSport sono disponibili a questo link
 
#TirrenoAdriatico
FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari 



 ;   9394_6a plan hight.jpg   9394_6a prof hight.jpg   9394_6a ult km.jpg   9394_ORD ARRI 6AT H.jpg   9394_CLASS 6A TA H.jpg



Foto
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
BUONGIORNO dalla 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
JULIAN ALAPHILIPPE sprinta verso SANREMO vincendo la 6a tappa della TIRRENO-ADRIATICO, ADAM YATES in MAGLIA AZZURRA © FOTO CREDIT: LaPresse - D'Alberto / Ferrari
Lotto Soudal: Caleb Ewan sprints to victory in Tour of Turkey! Cini e la Morri si impongono alla Granfondo Michele Scarponi Tempier non si ferma più: il francese sbanca anche Nalles Philippe Gilbert writes history at Paris-Roubaix