Criterium du Dauphiné: Daniel Martin trionfa a Valmorel pubblicato il 08/06/2018
 
 

 

Dopo il 2° posto di giovedì, l'irlandese dell'UAE Team Emirates conquista la 5^frazione

News | Criterium du Dauphiné - Friday 8 June, 2018

 

 
 

 

 

Salita, avversari di alto livello e corsa combattuta: tutti ingredienti che stimolano l’appetito di successi di Daniel Martin, il quale infatti è stato protagonista vincente della 5^tappa del Criterium du Dauphiné, 130,5 km con partenza da Grenoble e arrivo in quota a Valmorel.
L’irlandese dell’UAE Team Emirates ha preceduto di 4″ Geraint Thoman (Team Sky) e di 15″ Adam Yates (Mitchelton-Scott).
Per Martin, il primo successo nel 2o18 giunge dopo il convincente 2° posto ottenuto nella tappa di ieri.
 
Corsa caratterizzata da una partenza in salita, con due Gpm di 2^categoria da affrontare nei primi chilometri di gara che hanno favorito la nascita di una fuga di 9 atleti, tra i quali Edward Ravasi.
Il giovane scalatore italiano ha saputo mantenere la testa della corsa fino alle prime rampe della salita finale (12,7 km al 7%), arrendendosi ai -6 km alla rimonta del gruppo.
 
Il capolavoro di Martin prende vita ai -3,5 km: un allungo di Soler e un attacco di Adam Yates hanno favorito lo scatto dell’irlandese, un’azione decisa e proficua che lo ha portato a scavare tra sè e gli altri big sufficiente per giungere solitario al traguardo (foto Bettini).
 
Queste le parole di Martin, ora 14° in classifica generale (+2’26” dal nuovo leader Thomas): “Ieri avevo attaccato ma non avevo vinto, oggi ha funzionato.
Sapevo che, se avessi provato l’allungo, avrei avuto meno controllo rispetto ad altri corridori, dato che in classifica non sono a ridosso della vetta, quindi ho provato a cogliere questa opportunità quando ho notato che i miei avversari stavano recuperando dopo l’attacco di Yates.
 
Questo successo mi regala sensazioni fantastiche, arriva dopo un secondo posto e dopo un periodo di ambientamento nella nuova squadra, è il culmine di un processo di reciproca conoscenza.
La squadra è perfetta, i compagni pure, anche quando le vittorie non arrivavano siamo sempre stati un gruppo unito e ho percepito un supporto costante. E’ per tutto ciò che ora provo una soddisfazione aggiuntiva nel poter ripagare con il successo il lavoro di tutti.
 
Non mi aspettavo di essere già così a buon punto per quanto riguarda la mia condizione, nonostante sapessi di essermi allenato molto bene nelle scorse settimane. Comunque, meglio così che trovarsi in difficoltà nell’avvicinamento al Tour de France“.
 
Domani si affronterà la 6^tappa, la più corta di questa edizione con i suoi 110 chilometri, che porterà i corridori da Frontenex ai 1850 metri di La Rosiere. Due salite Hors Categorie (Montée de Bisanne, 12,4 km all’8,1% di media, e Col du Pré, 12,6 km al 7,6 %), una di seconda (Comet de Roselend, 5,7 km al 6,4%) e l’ultima ascesa di prima coi suoi 17,6 km al 5,8% nel menù di giornata.
 
Ordine d’arrivo 5^tappa
1 Daniel Martin (UAE Team Emirates) 3h21’19”
2 Geraint Thomas (Team Sky) 4″
3 Adam Yates (Mitchelton-Scott) 15″
 
Classifica generale dopo la 5^tappa
1 Geraint Thomas (Team Sky) 17h16’53”
2 Damiano Caruso (BMC) 1’09”
3 Gianni Moscon (Team Sky) s.t.
14 Daniel Martin (UAE Team Emirates) 2’26”

 




 ;

THIBAUT PINOT VINCE IL 112o IL LOMBARDIA RAIN MAN COLBRELLI, UN FULMINE AL GRANPIEMONTE THIBAUT PINOT VINCE LA 99a MILANO-TORINO Toms Skujins wins Tre Valli Varesine