Carlo Calcagni si laurea doppio Campione Italiano di Ciclismo Para-Cycling Cat. Triciclo: Cronometro e in linea pubblicato il 28/06/2015


Carlo Calcagni
CARLO CALCAGNI CAMPIONE ITALIANO CAT. TRICICLO a LEVICO TERME

Levico Terme, (Trento) 27 giugno 2015 - Il maggiore dell'Esercito Carlo Calcagni, si è affermato oggi a Levico Terme,  Campione Italiano di Ciclismo su Strada a cronometro Cat. Triciclo paralimpico.

Calcagni ha dominato la prova lungo il percorso molto tecnico e impegnativo, con 6 km di salita, unico concorrente ad andare sotto i 20 minuti di tempo, anticipando di ben 2'13" il secondo classificato.

Domani domenica, è in programma nella località turistica della Val Sugana, la prova tricolore di ciclismo in linea lungo il circuito da ripetere più volte a seconda della categoria dei partecipanti.

 




BIS TRICOLORE di CALCAGNI: a Pergine Valsugana il campione di CAMPIONE ITALIANO CAT. TRICICLO in Llnea a PERGINE VASUGANA

Pergine Valsugana (Trento), 27 giugno 2015 - Carlo Calcagni ha concesso il bis tricolore oggi a Pergine Valsugana nei Campionati Italiani di Ciclismo Paralimpico nella categoria riservata al triciclo.

Il campione leccese di
Guagnano, ha risposto all'attacco sferrato da Giorgio Farroni al primo dei quattro giri di 6,1 chilometri in programma. I due atleti sono andati avanti di comune accordo per un paio di giri, ma visto che prima dell'arrivo era prevista una lunga e tecnica discesa, a tutto vantaggio dell'esperto portacolori del gruppo sportivo Forestale, medaglia d'argento alle ultime paralympiadi di Londra, Calcagni  ha deciso di forzare l'andatura all'inizio della salita del terzo giro, acquisendo un vantaggio determinante che gli ha permesso di affrontare in tranquillità l'ultima discesa.

Discesa che terminava con una curva insidiosa posizionata a soli cento metri dal traguardo; quella curva a gomito, come ci ha raccontato lo stesso campione leccese, che se affrontata con un testa testa fra due o più concorrenti,  poteva provocare anche il ribaltamento del mezzo a tre ruote,  una difficoltà non da poco.
Così il neo campione italiano all'indomani del tricolore nella cronometro di Levico Terme, si è presentato tutto solo all'arrivo, riuscendo nell'impresa di bissare il successo di specialità al campionato italiano paralympic, tagliando così il traguardo con un distacco di ben 2'03" su Giorgio Farroni (
G.S. sportivo Forestale Cicli Olympia Vittoria), medaglia d'argento e 2'16" su Livio Raggino (G.S. Sportabili Alba Onlus Asd), medaglia di bronzo.


Abbiamo chiesto a Carlo Calcagni, Colonnello in congedo dell'Esercito Italiano, che da anni lotta contro una malattia contratta in missione in Bosnia, quali sono le emozioni che ha provato in questa due giorni tricolore:
Carlo Calcagni"Dedico questo doppio successo senza dubbio ai miei figli, ai miei commilitoni, alle famiglie dei colleghi che non ci sono più e a tutte le persone militari e non, che lottano, soffrono e che sono sul punto di arrendersi... Arrendersi MAI !! "

"L'emozione è sempre incontrollabile, così come l'importanza ed il valore della medaglia non cambia perché dietro ad ogni medaglia - non solo quella d'oro - ci sono tanti allenamento e sacrifici di ogni genere! "


La redazione di BIKENEWS.IT e sicuramente i suoi lettori augurano a Calcagni tante soddisfazioni a venire e vittorie nella vita come nello sport.
 

 

Dal Diario di Carlo Calcagni
27 e 28 giugno 2015 - Levico Terme - Pergine Valsugana - Trentino
Campionati Italiani assoluti di Ciclismo Paralimpico.

HO VINTO! HO VINTO! HO VINTO! 
SANTO CIELO... HO PROPRIO VINTO!

Mano sul cuore... Inno di Mameli... e SONO SUL GRADINO PIÙ ALTO DEL PODIO!

Carlo CalcagniIl cuore sembra voler uscire dal mio petto... le lacrime scendono veloci... mio malgrado!
Non so come hanno fatto le mie gambe a muoversi così veloci.

Ripenso... rivivo ogni istante...

L'Inghilterra... l'ospedale... le terapie violente... immunoterapia... il mio corpo quasi arrostito da tutto quel calore dell'ipertermia nella speranza di uccidere le cellule impazzite... e tutto il necessario per liberarmi dei detriti tossici che avvelenano il mio corpo... e poi il freddo... i brividi... lo shock e la febbre alta per la setticemia. Ma io dovevo tornare a casa... non potevo mancare al mio appuntamento.

Tempo di disfare le valige... un ricovero veloce in ospedale... dovevano togliermi questo cavolo di catetere venoso centrale che mi ha provocato una grave setticemia... e invece non è stato possibile... non c'era l'anestesista giusto... dimissioni.
Non importa... la febbre... non importa la debolezza che sembra paralizzarmi le gambe... io devo andare... devo "esserci"!

E durante il viaggio... il lungo duro viaggio fino in Trentino... arriva la telefonata angosciata del mio medico... "i medici inglesi hanno telefonato... bisogna intervenire con urgenza!"

L'emocultura... l'esame microscopico del mio sangue è positivo! Si tratta di una setticemia grave.
Rassicuro la dottoressa... "tutto sotto controllo... sono già sotto copertura antibiotica... sto meglio... tranquilla... possiamo aspettare tranquillamente l'antibiogramma che ci indicherà l'antibiotico giusto... tranquilla.. lunedì arriverà... e ci vedremo... non ci sono problemi!"
E il viaggio continuava con le gambe che si inchiodavano sempre di più e con febbre... dolori e brividi a tenermi compagnia!

...stringiamoci a corte... siam pronti alla morte...

i miei bambini... capiranno un giorno che è anche per loro che corro questi rischi? 
E i miei commilitoni che si stanno lasciando morire... sentiranno il mio messaggio? 
Non voglio che i miei figli... i miei amici... mi considerino un contenitore di malattie... non voglio che il dolore la sofferenza fisica faccia soccombere il mio spirito oltre il mio corpo... pedalo... pedalo... pedalo... il cuore sembra uscire dal mio petto... il respiro si fa corto... ma quando la fatica arriva al culmine... ecco... finalmente STO MEGLIO!!!

...L'iTALIA CHIAMO'!!! 

Sono belle le lacrime... hanno un buon sapore! Sanno di libertà... sanno di gioia... SANNO DI VITTORIA!!!!

E dopo la vittoria di ieri nella cronometro individuale... cercherò di concedere il bis oggi nella gara in linea

Per tutti Voi

Carlo Calcagni

 

Angelo Rammazzo

Le due maglie tricolori di Calro Calcagni

Nel Team Calcagni del neo campione Italiano, corre anche un altro atleta: si tratta di Angelo Rammazzo che nella Handbike cat. MH4, ha ben figurato a questi campionati, ottenendo ieri il 6° posto nella cronometro e oggi nella prova in linea la 7a piazza.
 
 
I NEO CAMPIONI E I PODI

MH2: 1. Luca Mazzone (Circolo Canottieri Aniene) in 48’55”; 2. Ivan Sperone (Pol. Passo) a 2’58”; 3. Marco Toffanin (Anmil Sport Italia9 a 1 giro

MH1: 1. Andrea Conti (Gsc Giambenini) in 1h00’23”; 2. Fabrizio Cornegliani (Team Equa9 a 1’36”; 3. Marco Milanesi (Polha Varese) a 2’37”.

WH4: 1. Romina Modena (Active Asd) in 53’45”; 2. Valeria Corazzin (Brancacicloni Asd) a 4’35”; 3. Silvana Taravelli (Pol. Passo) a 1 giro.

WH3: 1. Francesca Porcellato (Gc Apre.Olmedo) un 50’10”; 2. Claudia Schuler (Gs Disabili Alto Adige) a 2’51”; 3. Francesca Fenocchio (Sportabili Alba Onlus) a 3'30”.

WH1: 1. Luisa Pasini (Team Equa) in 1h14’16”.

MT2: 1. Carlo Calcagni (Team Calcagni) in 49’06”; 2. Giorgio Farroni (forestale cicli Olympia) a 2’03”; 3. Livio Raggino (Sportabili Alba Onlus) a 2’16”.

MT1: 1. Leonardo Melle (Asd Peppe Molè) in 57’22”; 2. Fabio Nari (Vc sommese) a 4’10”; 3. Denis Tosoni (Basket e Non Solo) a 5’52”.

 M H3: 1. Paolo Cecchetto (Team Equa) in 1h26’43”; 2. Vittorio Podestà (Asd a Ruota Libera Chiavari) a 2”; 3. Saverio Di Bari (Sportabili Alba Onlus) a 8’10”.

 MH4: 1. Giovanni Achenza (Sportabili Alba Onlus) in 1h33’49”; 2. Giordano Tomasoni (Pol. Disabili Valcamonica) a 1 giro; 3. Stefano Girelli (uc Petrignano) a 1 giro.

MH5: 1. Diego Colombari (Pol. Passo) in 1h32’30”; 2. Fabrizio Bove (Anmil Sport Italia) a 1 giro; 3. Mirco Bressanelli (Pol. Disabili Valcamonica) a 1 giro.

TANDEM: 1. Emanuele Bersini (Pol. Disabili Valcamonica)/Riccardo Panizza (Yram Comobike) in 1h47’59”; 2. Oscar Lazzaroni (Wr Compisiti Racing)/Angelo Zanotti (idem) a 3’29”; 3. Lorenzo Genovese (Bikers For Ever)/Marco Pisano (Simion Yace Team) a 9’18”.

MC5: 1. Pierpaolo Addesi (Team Go Fast) in 1h50’43”; 2. Andrea Tarlao (Gs Fiamme Azzurre) st; 3. Fabio Farroni (Team go Fast) a 1 giro.

MC4: 1. Michele Pittacolo (Alé Cipollini Galassia) in 1h50’43”; 2. Gianluca Fantoni (Baby Team Iaccobike Sassuolo) st; 3.  Davide Borgna (Asd Civitavecchiese F.lli Petito) a 1 giro.

MC3: 1. Sebastiano Signorino (Asd La Bagarre Cicl. Lucchese) in 1h19’27”; 2. Fabio Anobile (Forestale Cicli Olympia) a 1”; 3.  Paolo Ferrali (Team regolo) a 1’48”.

MC2: 1. Fabrizio Topatigh (Sportabili Alba Onlus)

MC1: 1. Andrea Pusateri (Fly Cycling Team) in 1h26’44”; 2. Giancarlo Masini (Gs Fiamme Azzurre)

WC4: 1. Jenny Narcisi (Asd Tean Matè) in 1h26’46”.
 
 
TRICOLORI PARALIMPICI: Sabato la Crono a Levico Terme - 

Domenica i titoli della corsa in linea a Pergine Valsugana

I Campionati Italiani di Ciclismo Paralimpico 2015 in programma in Trentino dal 27 al 28 Giugno p.v., avranno luogo a Levico Terme, per quanto riguarda le gare a Cronometro, e a Pergine Valsugana per quelle in Linea.

La Società Organizzatrice dell’evento, l’A.S.D Veloce Club Borgo, con la collaborazione della APT Valsugana, ha trovato nelle Amministrazioni Comunali di Levico Terme Pergine Valsugana due validi partner e ha comunicato nei giorni scorsi ufficialmente alla F.C.I. la definitiva destinazione delle sedi di Gara.

Questo quindi il programma:

  • prova a Cronometro a Levico Terme (Sabato 27 giugno) prevede due percorsi, uno di 13,5 km per le categorie C e B, e l’altro di 12 per le categorie T e H

  • prova in Linea a Pergine Valsugana (Domenica 28 giugno), su un circuito di 6,1 Km da percorrersi più volte a seconda delle categorie.

 

SITO WEB

 
 



 ;



Foto
CARLO CALCAGNI CAMPIONE ITALIANO CAT. TRICICLO a LEVICO TERME
CARLO CALCAGNI CAMPIONE ITALIANO CAT. TRICICLO a LEVICO TERME
CARLO CALCAGNI CAMPIONE ITALIANO CAT. TRICICLO a LEVICO TERME
Carlo Calcagni si laurea doppio Campione Italiano di Ciclismo Para-Cycling Cat. Triciclo: Cronometro e in linea
Carlo Calcagni si laurea doppio Campione Italiano di Ciclismo Para-Cycling Cat. Triciclo: Cronometro e in linea
Carlo Calcagni si laurea doppio Campione Italiano di Ciclismo Para-Cycling Cat. Triciclo: Cronometro e in linea
Carlo Calcagni si laurea doppio Campione Italiano di Ciclismo Para-Cycling Cat. Triciclo: Cronometro e in linea
Carlo Calcagni si laurea doppio Campione Italiano di Ciclismo Para-Cycling Cat. Triciclo: Cronometro e in linea
IL MASTER CROSS SELLE SMP APRE CON LA VITTORIA DI DORIGONI E LECHNER Theuns thanks Trek-Segafredo with victory in final race PRESIDENTIAL TOUR OF TURKEY: VORACIOUS BENNETT DEVOURS HIS FOURTH Ulissi, tappa e maglia in Turchia