CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA pubblicato il 30/05/2019




 

Santa Maria di Sala, 30 maggio 2019 - É Damiano Cima a vincere davanti a Pascal Ackerman, la 18a tappa del Giro d'Italia, Valdaora-Santa Maria di Sala, l’ultima occasione per i velocisti di aggiudicarsi allo sprint una delle poche giornate valide per la classifica a punti di questa corsa rosa.
Il neo professionista della Nippo-Vini Fantini-Fanzané, è stato protagonista di una fuga a tre che il gruppo dei velocisti non è riuscito a chiudere per pochi metri.

Se il velocista della Bora-Hansgrohe avesse avuto solo 5 metri in più, sarebbe stato lui, Ackerman, a vincere oggi la 18a tappa e per la rabbia dell'occasione persa, il campione di Germania ha sbattuto i pugni sul manubrio passando sotto traguardo.

Ribaltone nella classifica a punti grazie al secondo posto di Ackerman ed all'ottavo piazzamento di Arnaud Demare, il francese che perde così la maglia ciclamino a favore di Pascal Ackerman.
Il tedesco della Bora-Hansgrohe porterà a Verona la maglia ciclamino del Giro d'Italia 102.

Domani si torna a salire con la Treviso-San Martino di Castrozza di 151 km, per le ultime due tappe di montagna, prima del finale con la cronometro di 17 km che terminerà nel Teatro del Ciclismo, quale si presenterà alla maglia Rosa 2019 l'Arena di Verona. 

dalla Sala Stampa di Santa Maria di Sala 
Redazione BIIKENEWS.IT

 

CIMA HA VINTO LA TAPPA 18 DEL GIRO D’ITALIA
CARAPAZ RIMANE IN MAGLIA ROSA

Il corridore italiano Damiano Cima (Nippo - Vini Fantini - Faizané) ha vinto davanti a Pascal Ackermann (Bora - Hangrohe) e Simone Consonni (UAE Team Emirates). Carapaz resta il leader della Classifica Generale.

Santa Maria di Sala, 30 maggio 2019 – Il corridore italiano Damiano Cima (Nippo - Vini Fantini - Faizané) ha vinto la diciottesima tappa del centoduesimo Giro d'Italia, da Valdaora / Olang a Santa Maria di Sala di 222 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Pascal Ackermann (Bora - Hangrohe) e Simone Consonni (UAE Team Emirates).

Richard Carapaz (Movistar Team) rimane la Maglia Rosa di leader della classifica generale.

RISULTATO FINALE

1 - Damiano Cima (Nippo - Vini Fantini - Faizané) - 222 km in 4h56’04”, media 44,989 km/h
2 - Pascal Ackermann (Bora - Hangrohe) s.t.
3 - Simone Consonni (UAE Team Emirates) s.t.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel -  Richard Carapaz (Movistar Team)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Pascal Ackermann (Bora - Hangrohe)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Giulio Ciccone (Trek - Segafredo)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team)

CLASSIFICA GENERALE
1 - Richard Carapaz (Movistar Team)
2 - Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) a 1'54"
3 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) a 2'16"
4 - Mikel Landa (Movistar Team) a 3'03"
5 - Bauke Mollema (Trek - Segafredo) a 5'07"

Il vincitore di tappa Damiano Cima, subito dopo l'arrivo, ha dichiarato:
"Non posso credere a quello che è appena successo. Ho passato tanti chilometri in fuga durante questo Giro.Pensavo che non ce l'avrei mai fatta, ma oggi ho vinto io.
È pazzesco. È il sogno di una vita".

Il trionfatore della 18a tappa a Santa Maria di Sala, ha ringraziato due volte nel corso della conferenza stampa, gli sponsor del Team Nippo-Vini Fantini-Fanzané, che gli hanno permesso di partecipare al Giro d'Italia.
Riguardo alla volata Cima ha dichiarato:
"Ho cercato di rimanere calmo ed ho deciso di non girarmi mai a vedere a che punto era il gruppo con uno scatenato Ackerman ed ho impostato la mia volata esclusivamente sugli altri miei compagni di fuga Maestri e Denz, lanciandomi verso il traguardo senza pensarci due volte!

La Maglia Rosa Richard Carapaz ha dichiarato: "È stata una tappa tranquilla ma lunga e intensa, anche se solo nella prima parte. Ho avuto di nuovo un buon supporto dalla squadra. Domani sarà un test importante ma sono fiducioso di tenere la Maglia Rosa".

Seguiranno le dichiarazioni della conferenza stampa e altri materiali.

#Giro

Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi 

 
Image
 
Image

NIPPO VINI FANTINI FAIZANÈ: IMMENSO DAMIANO CIMA.VITTORIA DI TAPPA AL GIRO D'ITALIA.

All images can be used for editorial purpose only. Credits NIPPO - Vini Fantini - Faizanè & Bettini Photo.

172 km di fuga, quasi 1000 km di fuga totali al Giro per conquistare una vittoria proprio sulla linea del traguardo della tappa 18 del Giro d’Italia. Una vittoria ottenuta con grinta, determinazione, ma anche tanta lucidità nei metri finali nonostante la stanchezza. “Una vittoria per tutta la squadra, il DS e i compagni, una vittoria che abbiamo voluto fortemente e ottenuto tutti insieme lottando ogni giorno uniti per arrivare a questo risultato.”

Santa Maria di Sala, tappa 18 Giro d’Italia.

Damiano Cima è il vincitore della diciottesima tappa del Giro d’Italia n.102.

 

Una vittoria ottenuta con estrema lucidità seppur dopo 172km di fuga odierni e dopo quasi 1000 km di fuga totali al Giro d’Italia. Una vittoria ottenuta con una volata nella volata, con il gruppo che avanzava riassorbendo proprio pochi metri prima della linea i due compagni di fuga dell’atleta #OrangeBlue, ma non Damiano Cima, che oggi ha scritto una pagina di storia importante per lui e per tutta la sua squadra.

L’abbraccio con Marco Canola dopo il traguardo, le lacrime di Juan Josè Lobato, la fatica accumulata da tutti i compagni nelle 18 tappe di questo Giro d’Italia culminano nel miglior risultato della storia di questo team, una vittoria in una tappa World Tour, una vittoria nella corsa più importante della stagione: il Giro d’Italia.


LE PAROLE DEL VINCITORE.

Damiano Cima commenta così la sua vittoria, la quarta da professionista, la prima in Italia nella corsa più importante: “In fuga ho capito veramente che saremmo arrivati solo a 1km dall’arrivo è stato un finale davvero intenso dove ho cercato di tenere la calma e pensare agli ultimi 350 metri.  Ringrazio i miei compagni di fuga perchè abbiamo collaborato fino alla fine per poi giocarci le nostre chance. Sono davvero felice di essere riuscito a regalare una vittoria a tutte le persone che hanno creduto in me. Al team NIPPO Vini Fantini Faizanè, al DS Mario Manzoni che mi ha fortemente voluto e creduto in me, a tutti i compagni con i quali abbiamo lottato in questi giorni e con i quali avevamo puntato questa tappa. Il mio pensiero va anche alla mia famiglia che ha fatto sacrifici per farmi correre, alla mia fidanzata Veronica e due persone che non sono più qui ossia mio nonno grande appassionato di ciclismo e Pierino Farimbella.”


LE FUGHE, LA VITTORIA.

Giornata nervosa, attesi gli sprinter all’ultima grande volata e la fuga stenta a partire con attacchi e contro attacchi. Al km 50 parte il tentativo vincente con Damiano Cima, Mirco Maestri e Nico Denz. La fuga prende il largo ma pare essere tenuta sotto controllo dal gruppo che solo nei 20 km finali accelera notevolmente il ritmo, ma davanti i tre atleti sono bravi e intelligenti continuando a collaborare perfettamente fino ai 3km dal traguardo quando iniziano alcuni scatti e tentativi. Damiano Cima nonostante i quasi 1.000 km di fuga (circa 930) raccolti in 4 azioni corse davanti al gruppo. L’atleta bresciano classe 1993 e lanciato nel professionismo dal team NIPPO Vini Fantini Faizanè, è l’atleta che ha collezionato più km di fuga in questo Giro d’Italia, coronate e culminate oggi nel sogno più bello per ogni corridore: la vittoria nella Corsa Rosa.


CLASSIFICA TAPPA 18:

1 CIMA Damiano NIPPO Vini Fantini Faizanè

2 ACKERMANN Pascal BORA - hansgrohe

3 CONSONNI Simone UAE-Team Emirates

4 SÉNÉCHAL Florian Deceuninck - Quick Step

5 GIBBONS Ryan Team Dimension Data

6 BELLETTI Manuel Androni Giocattoli - Sidermec

7 CIMOLAI Davide Israel Cycling Academy

8 DÉMARE Arnaud Groupama - FDJ

9 BENNETT Sean EF Education First

10 MAESTRI Mirco Bardiani - CSF

 

Le vittorie in carriera:

2019: Tappa 18 - Giro d’Italia

2018: Tour of Xingtai - Classifica Generale

2018: Tour of Xingtai - Tappa 1

2018: Tour of China I - Tappa 6

Image
Image
Image
 
 


 
TEAM         R ACE CENTER         NEWS


30.5.2019

 Versione italiana 

GIRO: MAESTRI SFIORA L'IMPRESA (DICHIARAZIONI)

L’impresa tanto agognata da Mirco Maestri, cercata e voluta con ben 750 km di fuga dall’inizio del Giro d’Italia, si è quasi compiuta. Nella 18ma tappa, da Valdaora a Santa Maria di Sala (222 km), il reggiano è stato protagonista insieme a Cima e Denz di una strepitosa fuga, partita dopo 50 km, che ha regalato un finale da batticuore. Il gruppo impegnato nella rincorsa e loro, i tre fuggitivi, a menare a più non posso. Uno sforzo che, per una volta, è stato premiato, ma che ha altresì portato gioia solo in casa Nippo-Fantini. Nonostante la rimonta finale dei velocisti, Cima è riuscito a sprintare per la vittoria mentre Mirco ha dovuto accontentarsi del decimo posto.

“C’è tanto, tanto rammarico, perchè mai mi sono trovato così vicino a conquistare un traguardo così importante” ha affermato Maestri. “Avevo due strade: rischiare di perdere o provare a vincere. Io ho scelto la seconda. Denz era quello che aveva più gamba, lo si vedeva, Cima invece il più veloce. Quando il tedesco è partito non ho esitato a lanciarmi anche io. Il gruppo dietro arrivava forte e un’esitazione sarebbe stata fatale. Sapevo che Cima poteva passarmi, ma ho agito d’istinto. Trovarmi solo in testa a 300 mt dal traguardo è stata un’emozione bellissima. Spero di riprovarla presto”.

Nella volata finale Simion ha chiuso 12°. L’arrivo a ranghi compatti non ha visto nessun cambiamento in classifica generale, con Carapaz sempre in maglia rosa.

 
 

 
 
 

 

Bella volata per il velocista italiano

Giro d’Italia - Thursday 30 May, 2019

 

 
 

 

 

Simone Consonni ha dimostrato di aver digerito bene le fatiche proposte fino a ora dal Giro d’Italia, mostrando tutta la sua brillantezza nella volata della 18^frazione della corsa rosa (Valdaora-Santa Maria di Strada, 222 km) e cogliendo il 3° posto.
 
Tappa caratterizzata dalla fuga di tre uomini, ovvero Nico Deinz (AG2R La Mondiale), Mirco Maestri (Bardiani-CSF) e Damiano Cima (Nippo-Fantini), col gruppo a cercare una tardiva rimonta alla quale è riuscito a sfuggire il solo Cima, vincitore con una manciata di metri di vantaggio sugli inseguitori lanciati in volata.
Consonni ha tagliato il traguardo in terza posizione, preceduto da Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe).
 
Consonni: “Il terzo posto è un buon risultato, sono soddisfatto anche se il gruppo non è riuscito a chiudere sulla fuga.
Ho avvertito sensazioni positive in volata, nonostante si stia correndo la terza settimana di un Giro d’Italia che, per me, è stato impegnativo, considerando che ho lavorato all’inizio per Gaviria, per poi dare il mio contributo a Conti e a Polanc nei giorni in cui vestivano la maglia rosa.
 
E’ un ulteriore passo nella mia carriera, cerco sempre di migliorarmi, e questo mi risultato mi dà la giusta consapevolezza per trarre il massimo dalle prossime opportunità che la squadra mi darà“.
 
L’UAE Team Emirates affronterà la 19^frazione, 151 km da Treviso all’arrivo in salita di San Martino di Castrozza, con Jan Polanc in 11^posizione nella classifica generale. La formazione emiratina sarà priva di Valerio Conti, non schieratosi al via della frazione odierna per un problema fisico, ovvero un nodulo del ciclista (igroma ischiatico).
 
Ordine d’arrivo 18^tappa
1 Damiano Cima (Ita) Nippo-Fantini 4h56’04”
2 Pascal Ackermann (Ger) Bora-hansgrohe s.t.
3 Simone Consonni (Ita) UAE Team Emirates s.t.
 
Classifica generale dopo la 18^tappa
1 Richard Carapaz (Ecu) Movistar 79h44’22”
2 Vincenzo Nibali (Ita) Bahrain Merida 1’54”
3 Primoz Roglic (Slo) Team Jumbo-Visma 2’16”
11 Jan Polanc (Slo) UAE Team Emirates 9’20”

 
 
 

CIMA ALL'ULTIMO RESPIRO, ACKERMANN SI PRENDE LA CICLAMINO, CARAPAZ SEMPRE IN ROSA

L'artista della fuga evita di essere inghiottito dal gruppo lanciato per la volata, Ackermann secondo torna in Ciclamino grazie anche all'ottavo posto di Demare. Carapaz è ancora in Rosa.


Santa Maria di Sala, 30 maggio 2019 – Damiano Cima (Nippo - Vini Fantini - Faizanè) ha compiuto una "missione impossibile", partendo dalla fuga di giornata ed evitando il ritorno del gruppo lanciato.
L'italiano ha tagliato il traguardo di Santa Maria di Sala precedendo di un soffio Pascal Ackermann (Bora - Hansgrohe) che si è piazzato secondo strappando la Maglia Ciclamino ad Arnaud Démare (Groupama - FDJ), ottavo nella 18esima tappa del 102esimo Giro d'Italia.
Richard Carapaz (Movistar Team) ha conservato la Maglia Rosa per il quinto giorno.


LE PILLOLE STATISTICHE

  • Prima vittoria al Giro per Damiano Cima. Finora il suo miglior risultato al Giro era stato un 96esimo posto a Ponte di Legno. L’unica vittoria da professionista per Damiano Cima fino ad oggi era stata la sesta frazione del Tour of China I il 19 settembre scorso. Vinse anche in Cina tappa e classifica finale al Tour of Xingtai 2018, corsa di categoria 2.2.
  • 5 vittorie italiane in questo Giro, le stesse dell’anno scorso. Nel 2017 non ci furono vittorie tricolori nella corsa Rosa. 5 atleti italiani (Masnada, Benedetti, Cataldo, Ciccone e Cima) vittoriosi al Giro: era accaduto per l’ultima volta nel 2016, quando i vincitori furono Ulissi, Brambilla, Ciccone, Trentin e Nibali.
  • Quinta Maglia Rosa per Richard Carapaz, le stesse di Primoz Roglic, leader nelle prime cinque frazioni di questo Giro.
Carapaz premiato dal Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia

DOWNLOAD

DATI MONITORATI OGGI
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale.
 I dati sono disponibili a questo link.

RISULTATO FINALE
1 - Damiano Cima (Nippo - Vini Fantini - Faizané) - 222 km in 4h56’04”, media 44,989 km/h
2 - Pascal Ackermann (Bora - Hangrohe) s.t.
3 - Simone Consonni (UAE Team Emirates) s.t.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel -  Richard Carapaz (Movistar Team)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Pascal Ackermann (Bora - Hangrohe)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Giulio Ciccone (Trek - Segafredo)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team)

CLASSIFICA GENERALE
1 - Richard Carapaz (Movistar Team)
2 - Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) a 1'54"
3 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) a 2'16"
4 - Mikel Landa (Movistar Team) a 3'03"
5 - Bauke Mollema (Trek - Segafredo) a 5'07"

 

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Damiano Cima ha dichiarato:
Dare visibilità alla mia squadra durante le fughe è stato uno dei ruoli che mi ha assegnato il mio team. Oltre alla visibilità, oggi ho vinto! Non è stato facile andare in fuga per i molti tatticismi legati alla Maglia Ciclamino. Eravamo in tre davanti e ringrazio i miei compagni di fuga per la buona collaborazione. Sono rimasto il più calmo possibile negli ultimi chilometri. Non ho mai guardato indietro. Ho aspettato il più possibile per dare tutto nelle ultime poche centinaia di metri. È un sogno che si avvera”.

La Maglia Rosa Richard Carapaz ha dichiarato:Sono sereno... Sono nella mia miglior forma di sempre! Scherzando ma sapendo che stavo andando forte, ho chiesto una bici rosa ancora prima di prendere la Maglia Rosa ed è arrivata ieri per il mio compleanno. Sono fiducioso in vista delle ultime tre tappe. Sento forti emozioni perché ci sono molte montagne a venire. Spero di affrontarle nel miglior modo possibile. So che il mio paese ora è paralizzato a causa delle persone che guardano il Giro”.

LA TAPPA DI DOMANI
Tappa 19 – Treviso-San Martino di Castrozza 151 km - dislivello 2.850 m
Tappa corta di montagna con diverse ondulazioni nella prima parte fino al GPM del Passo di San Boldo, salita breve con chilometri finali ripidi con la caratteristica di superare gli ultimi cinque tornanti in galleria. Discesa e tratto pianeggiante fino a Feltre. Si scala quindi il breve GPM di Lamon prima di risalire la Val Cismon (serie di gallerie) fino a Fiera di Primiero dove inizia la salita finale.


Ultimi km
Dopo la biforcazione Passo Rolle-Passo Cereda si supera l’abitato di Siror dove, con due tornanti, inizia la salita effettiva. La strada, larga con fondo buono risale verso San Martino di Castrozza con una lunga serie di piccole curve che seguono il fianco della montagna intervallate in due occasioni da coppie di tornanti. La pendenza è sempre costante attorno al 5% con brevissimi tratti attorno al 10% attorno a metà salita. L’ultimo km si snoda nell’abitato di San Martino di Castrozza per spianare a 100 m dall’arrivo. Retta d’arrivo di 200 m, larghezza 5 m su asfalto.


COPERTURA TV
I palinsesti della Tappa 19 del Giro d'Italia 
sono disponibili a questo link.

#Giro

Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi 


LE CLASSIFICHE DELLA 18a TAPPA SCARICALE A QUESTO LINK QUI














BUONGIORNO dalla 18a TAPPA del GIRO D’ITALIA
Tappa quasi tutta in discesa, ultima occasione per le ruote veloci del gruppo


Valdaora / Olang, 30 maggio 2019 – Buongiorno dalla diciottesima tappa del centoduesimo Giro d'Italia, in programma dall'11 maggio al 2 giugno e organizzato da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, la Valdaora / Olang-Santa Maria di Sala di 222 km. Tappa quasi tutta in discesa,
l'ultima occasione per le ruote veloci del gruppo.

La corsa ha passato il km 0 alle ore 12:12 con il gruppo forte di 143 corridori. Non partito il dorsale 214, Valerio Conti (UAE Team Emirates).

Nella tappa di oggi, la lista dei corridori dotati del dispositivo per il monitoraggio dati in tempo reale di Velon 
può essere scaricata da questo link.

METEO
Valdaora / Olang (12:20 - Partenza): poco nuvoloso, 12°C. Vento: debole S – 8 km/h.
Santa Maria di Sala (17:15 - Arrivo):  poco nuvoloso, 19°C. Vento: moderato NNO – 13 km/h.

DOWNLOAD

PUNTI E ABBUONI IN PALIO
Durante la tappa ci saranno 13 secondi di abbuono massimo in palio per la classifica generale, 3 al traguardo volante e 10 sul traguardo finale per il primo classificato. Vi sono inoltre 70 punti in palio per la classifica della Maglia Ciclamino (classifica a punti - 155 punti rimasti) e 3 punti per la Maglia Azzurra di miglior scalatore (180 punti rimasti).

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Richard Carapaz (Movistar Team)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Arnaud Demare (Groupama - FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Giulio Ciccone (Trek - Segafredo)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team)

CLASSIFICA GENERALE
1 - Richard Carapaz (Movistar Team)
2 - Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) a 1'54"
3 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) a 2'16"
4 - Mikel Landa (Movistar Team) a 3'03"
5 - Bauke Mollema (Trek - Segafredo) a 5'07"


PERCORSO
Tappa 18 – Valdaora / Olang-Santa Maria di Sala 222 km - dislivello 1.100 m

Tappa di pianura praticamente tutta in discesa. Dopo una blanda salita fino al Valico di Cimabanche lunga discesa fino a Ponte nelle Alpi dove si affronta il facile GPM di Pieve d’Alpago. Segue una lunga discesa fino a Conegliano dove inizia l’ultimo tratto interamente in pianura su strade abbastanza ampie e rettilinee fino all’arrivo.

Ultimi km
Ultimi 10 km tutti piatti con alcune curve ad angolo retto su strade larghe e ben pavimentate. Rettilineo finale in asfalto di 2000 m largo 7,5 m.

COPERTURA TV
I palinsesti della Tappa 18 del Giro d'Italia 
sono disponibili a questo link.

#Giro

Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi 


 

Vai alla pagina con le tappe del GIRO102

VAI ALLA TAPPA



















 
 
 
 



 ;   9877_G19_T18_SantaMariaDiSala_plan.jpg   9877_G19_T18_SMariadiSala_alt.jpg   9877_CRONACA 18A T G102.jpg   9877_PROFILO DAMINAO CIMA F102.jpg   9877_ORD ARRIVO 19A T G102.jpg   9877_CLASS GEN 18A T G102.jpg   9877_class punti 18A T G102.jpg

Video

 ;

 ;

 ;

 ;

 ;



Foto
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
CIMA: LA PRIMA DA PROF E' AL GIRO D'ITALIA, ACKERMANN RIAGGUANTA LA CICLAMINO, CARAPAZ SENTE PROFUMO DI ROSA © Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi
VAN DER POEL CAMPIONE EUROPEO DI CICLOCROSS PER LA TERZA VOLTA. [...] Giro d’Italia Ciclocross, a Osoppo il battesimo del fango ed è [...] PRESENTAZIONE 103° GIRO D’ITALIA: DICHIARAZIONI, VIDEO E FOTO [...] DA BUDAPEST A MILANO, ECCO IL 103° GIRO D'ITALIA - LE MAPPE DEL GIRO [...]