CARAPAZ SEMPRE PIÙ IN ROSA SULLE PRIME GRANDI MONTAGNE. DOMANI SI RIPARTE ALLA VOLTA DI VERONA ORFANI DEL GAVIA - INTERVISTA A NIBALI pubblicato il 27/05/2019
 
 

CARAPAZ SEMPRE PIÙ IN ROSA SULLE PRIME GRANDI MONTAGNE

L'ecuadoriano è stato il protagonista assoluto della seconda settimana del Giro, vincendo la tappa di Courmayeur dove ha indossato la Maglia Rosa, ed incrementando il suo vantaggio in Generale dai diretti rivali Roglic e Nibali. 

Como, 27 maggio 2019 – Si è chiusa ieri la seconda settimana del centoduesimo Giro d'Italia, in programma dall'11 maggio al 2 giugno e organizzato da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, che ha visto i corridori affrontare le prime grandi montagne della Corsa Rosa.

La sfida per il Trofeo Senza Fine ha visto come protagonista l'ecuadoriano Richard Carapaz (Movistar Team) che, grazie alla vittoria nella tappa di Courmayeur, ha indossato la Maglia Rosa di leader della Classifica Generale.
Tra i diretti avversari per la vittoria finale Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma), caduto ieri e Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) sono i più vicini in classifica, con tutti i protagonisti annunciati ancora in gara nelle prime dieci posizioni.

 

NEL GIORNO DI RIPOSO ABBIAMO INTERVISTATO VINCENZO NIBALI (Video)


 

CLASSIFICA GENERALE
1 - Richard Carapaz (Movistar Team)
2 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) a 47"
3 - Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) a 1'47"
4 - Rafal Majka (Bora - Hansgrohe) a 2'35"
5 - Mikel Landa Meana (Movistar Team) a 3'15"
6 - Bauke Mollema (Trek - Segafredo) a 3'38"
7 - Jan Polanc (UAE Team Emirates) a 4'12"
8 - Simon Yates (Mitchelton - Scott) a 5'24"
9 - Pavel Sivakov (Team INEOS) a 5'48"
10 - Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) a 5'55"

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Richard Carapaz (Movistar Team)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Arnaud Demare (Groupama - FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Giulio Ciccone (Trek - Segafredo)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Pavel Sivakov (Team INEOS)

Il Giro riparte domani subito con una impegnativa tappa di montagna da Lovere a Ponte di Legno, con un percorso modificato rispetto al programma iniziale a causa maltempo. Ecco gli orari aggiornati per la tappa 16 (indirizzi di partenza e arrivo confermati come da Garibaldi):

  • Ritrovo di partenza - 10:15
  • Chiusura foglio firma - 11:25
  • Incolonnamento e sfilata cittadina - 11:30
  • Via volante - 11:35


 
LA TAPPA DI DOMANI 
Tappa 16 – Lovere-Ponte di Legno 194 km - dislivello 4.800 m

Secondo tappone alpino che presenta 194 km e oltre 4.800 m di dislivello. Si parte in salita da Lovere a Rovetta e quindi si scalano i Passi della Presolana e della Croce di Salven. Quest’ultima immette in Val Camonica.

Da li la corsa affronta l'inedita salita di Cevo e, dopo la risalita fino a Edolo, la corsa svolta verso l'Aprica, secondo colle di terza categoria di giornata. Discesa in Valtellina fino a Mazzo, da dove si scala il Passo del Mortirolo dal versante classico con pendenze fino al 18%. Dopo la discesa su Monno la corsa deve risalire gli ultimi 15 km con pendenze medie blande (3-4%) fino all’arrivo.


Ultimi km

Ultimi chilometri nell’abitato di Ponte di Legno con diverse curve ad angolo retto con strada ristretta che immettono nei vialoni del finale. Rettilineo finale di 300 m in asfalto largo 6 m.

COPERTURA TV
I palinsesti della Tappa 16 del Giro d'Italia 
sono disponibili a questo link.


Inaugurata ieri sera presso il Museo del Ciclismo del Ghisallo l’Area Espositiva dedicata alla Polizia Stradale in occasione dei 70 anni della Polstrada al Giro d’Italia

DOWNLOAD

#Giro

Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi 




NUOVA ALTIMETRIA 16a TAPPA SENZA IL GAVIA

Mappa 3D del perorso originaio. Non si effettuerà più un primo passaggio da Ponte di Legno per afrontare poi il Passo Gavia

Mappa 3D del perorso originaio. Non si affronterà più il Passo del Mortirolo scendendo da Bormio dopo il Gavia, ma si arriverà da sotto attraversando l'Aprica e Tirano.


La nuova inedita salita di Cevo


M
ODIFICA ORARIO DI PARTENZA 16a TAPPA

Giro d'Italia Informazione di servizio:
📣📣 In seguito alle modifiche apportate al percorso della 16^ tappa nelle province di Brescia e Sondrio, la partenza della tappa da #Lovere è stata posticipata dalle 10:30 alle 11:35.

Di conseguenza, tutte le modifiche alla viabilità verranno posticipate di 1 ora.

Redazione BIKENEWS.IT

 

Courmayeur, (Ao) 25 maggio ore 19:41 - NIENTE GAVIA (video della conferenza stampa di Mauro Vegni)

La conferma ufficiale è stata annunciata da Mauro Vegni direttore del Giro d'Italia questa sera in una conferenza stampa che non era in programma, al termine di quella del vincitore della 14a tappa, nuova maglia rosa del GIro102, Richard Carapaz.
La decisione di cancellare la Cima Coppi come Passo Gavia, é stata presa a causa del maltempo e del pericolo di slavine. 
Saranno percorsi con la nuova tappa, 194 km con 4800 mt di dislivello, invece degli originari 228 km con 5700mt di dislivello.

Verrà inserita la salita di Cevo con il passaggio a l’Aprica.

La Cima Coppi quindi passa dai 2618 mt del Gavia ai 2047 mt del Manghen, che si affronterà nella penultima tappa della corsa rosa, la 20a Feltre-Croce d’Aune-Monte Avena 

in allegato la NUOVA ALTIMETRIA CONSEGNATACI DA MAURO VEGNI 

BIKENEWS.IT al GIro d'Italia
Andrea Magnani - Vittorio Savio Allegri




A CONFRONTO la NUOVA TAPPA 16 con quella DEL GAVIA

Le cartine della 16a tappa del Giro d'Italia senza Passo Gavia, con l'inserimento al km 70 del percorso originario dove rimarranno invariati il Passo della Presolana e quello di Croce di Salven, dell'inedita per il Giro, salita a Cevo lunga 10,6 km al 5,9% di pendenza media.

 
Dai 1054 metri di Cevo, si scenderà nuovamente in Val Canonica per dirigersi verso l'Aprica da Edolo, per poi andare ad affrontare la salita del Mortirolo dallo stesso versante previsto originariamente, attraversando Tirano e Lovero.
Lunghezza:
si passa dai 226 km della tappa che prevedeva il Gavia, ai 194 del percorso alternativo scelto da Mauro Vegni; dai 5700 metri di dislivello totali ai 4800 della tappa sostitutiva.
 
La partenza da Lovere e l'arrivo a Ponte di Legno rimangono invariati.
Redazione BIKENEWS.IT

COMUNICATO DELLA DIREZIONE DI ORGANIZZAZIONE
NUOVO PERCORSO TAPPA 16

Courmayeur, 25 maggio 2019 – In considerazione del perdurare delle avverse condizioni meteorologiche, nonostante il grande lavoro svolto dalle amministrazioni delle province di Sondrio e Brescia, che hanno messo a disposizione squadre di uomini impegnati giorno e notte per liberare le strade, e alle quali rivolgiamo un sentito ringraziamento, la Direzione di Organizzazione comunica che, per salvaguardare la sicurezza dei corridori, la tappa 16 Lovere-Ponte di Legno avrà un nuovo percorso.

Località di partenza e di arrivo rimangono invariate. La tappa avrà una lunghezza di 194 km. La Cima Coppi sarà disputata sul Passo Manghen, durante la tappa 20.

DOWNLOAD


 

Il Direttore del Giro d'Italia Mauro Vegni"Viste le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni che danno un peggioramento e il rischio slavine, purtroppo non potremo passare sul Gavia.
Mi preme innanzitutto ringraziare le province di Sondrio e Brescia e tutti quelli che hanno lavorato per provare a mantenere il percorso originario.

Prendiamo questa decisione questa sera per dare a tutti la possibilità di organizzarsi al meglio. Il nuovo percorso della tappa 16 prevedrà la salita di Cevo, inedita per il Giro, quindi il passaggio dall'Aprica dalla parte più dura, prima di scendere a Mazzo e affrontare il passo del Mortirolo e quindi l'arrivo di Ponte di Legno. La nuova Cima Coppi sarà quindi il Passo Manghen nella tappa 20". 


#Giro








Vai alla pagina con le tappe del GIRO102


VAI ALLA TAPPA



















 
 
 
 



 ;   9870_ALTIMETRIA DEFINITIVA 16 TAPPA.jpg   9870_G19_T16_S04_Mortirolo_SAL.jpg   9870_G19_T16_S03_Gavia_3D.jpg   9870_G19_T16_S04_Mortirolo_3D.jpg   9870_gavia cancellato.jpg

Video

 ;

 ;

 ;

 ;

QUEEN STAGE OF THE TOUR DE POLOGNE GOES TO REMCO EVENEPOEL UN MONUMENTALE VAN AERT HA VINTO LA 111a MILANO-SANREMO TREK SEGAFREDO: A RAINBOW VICTORY! Impressive win of Aleksandr Vlasov atop legendary Mont Ventoux