Selle Italia – Guerciotti – Elite: DORIGONI TRIONFA IN REPUBBLICA CECA, Gaia Realini domina al ”Lazio cross” pubblicato il 22/11/2020


DORIGONI TRIONFA IN REPUBBLICA CECA

Gaia Realini domina al ”Lazio cross”

Milano, 22 novembre 2020  - Come precedentemente annunciato quella di oggi, domenica 22 novembre, doveva essere

la giornata del Gran Premio Mamma e Papà Guerciotti internazionale di ciclocross

all’Idroscalo di Milano. Le problematiche del Covid 19 hanno costretto l’organizzazione

della Selle Italia-Guerciotti-Elite a rimandare in data da destinarsi l’edizione dell’inverno

2020-21 dell’evento all’Idroscalo.

Oggi è comunque una giornata felice per la società del presidente Paolo Guerciotti; i

ciclocrossisti diretti da Vito Di Tano hanno vinto 2 corse in location diverse.

La squadra di Milano grazie all’abruzzese Gaia Realini ha vinto la corsa femminile open di

Aprilia (Latina ) compresa nella challenge Lazio Cross. La grintosa pescarese, acquisto

importante della Selle Italia-Guerciotti-Elite, ha età da under 23 e malgrado ciò ha ottenuto

la vittoria assoluta precedendo la forte bergamasca Silvia Persico che essendo nata nel

1997 già appartiene alla categoria elite.

Tra gli juniores ad Aprilia è giunto terzo Gabriel Fede (Selle Italia-Guerciotti-Elite).

DOLCE REPUBBLICA CECA – Jakob Dorigoni a Jicin (Repubblica Ceca) si è aggiudicato

la prova del circuito Toi Toi Cup. In Repubblica Ceca i crossisti hanno gareggiato con una

temperatura sotto gli zero gradi. “E’ stata una gara caratterizzata da numerose forature- ha

spiegato Vito Di Tano – e la sfortuna ha bersagliato pure Dorigoni”. L’altoatesino di Casa

Guerciotti ha forato nelle battute introduttive, perdendo una quarantina di secondi da

Michael Boros, Campione nazionale della Repubblica Ceca. Boros a sua volta ha forato

Alessandro Brambilla

335 6200986|sandrobrambilla@sandrobrambilla.it| alex10brambilla| @sandrobrambilla

ed è stato raggiunto da Jakob. I due si sono contesi la vittoria allo sprint e il Campione

d’Italia ha avuto la meglio. Terzo a 29” s’è classificato Jakub Riman. Il diesse Di Tano ha

schierato pure Federico Ceolin: “Ha forato 5 volte – fa notare Vito – e si è dovuto ritirare.

Incredibile, non si è mai vista una gara con tante forature”. Il tecnico parla poi di Dorigoni:

“E’ bello vederlo vincitore in Repubblica Ceca, Paese in cui il ciclocross ha un vasto

seguito e il livello degli atleti è alto. In gran parte i protagonisti della gara di Jicin erano

della Repubblica Ceca e il secondo classificato, Boros, è uno che si piazza in posizioni

onorevoli nelle prove di Coppa del Mondo. Per Jakob è quindi una vittoria che conta. Dati i

problemi di questa stagione ostacolata dal Covid alle gambe di Jakob mancano dei

confronti continui con specialisti di Belgio e Olanda, utili a migliorare. Comunque è un

Dorigoni in crescita”.

In settimana il ct dei crossisti azzurri Fausto Scotti comunicherà i convocati per la prova di

Tabor di Coppa del Mondo in programma nel prossimo weekend. La Selle Italia –

Guerciotti – Elite spera di avere svariati convocati. “Coppa del Mondo a parte – aggiunge

Vito – stiamo pianificando una serie di impegni agonistici in Belgio per Dorigoni nel mese

di dicembre”.

 




 ;

#EUROTRACK20, LA GRAN BRETAGNA CHIUDE IN CIMA AL MEDAGLIERE DAVANTI A [...] BIANCHI E ROGLIC RICONQUISTANO LA VUELTA #EUROCROSS20, I PAESI BASSI DOMINANO IN CASA Team Sunweb and Lorena Wiebes power to opening stage victory at [...]